Il Malaga si impone alla Rosaleda

2-0 dei padroni di casa contro un Celta Vigo mai domo ma costretto alla resa. Imprendibile Amrabat, in evidenza il secondo portiere del Vigo Alvarez, che para un rigore appena entrato.

Il Malaga si impone alla Rosaleda
MALAGA
2 0
CELTA VIGO
MALAGA: Kameni; Rosales, Albentosa, Welington, Boka; Amrabat, Recio, Camacho, Juanpi (Duda, min. 80); Cop (Fornals, min, 63), Charles (Ontiveros, min. 89).
CELTA VIGO: Ruben; Planas (Radoja, min. 79), Cabral, Jonny (Bongonda, min. 57), Mallo; Wass, Gomez, Sené (sergio Alvarez, min. 65), Hernandez, Orellana; Aspas.
SCORE: 1-0, min. 9, Charles. 2-0, min. 26, Albentosa.
ARBITRO: Inaki Garrido (ESP). Ammoniti: Cabral, min. 25, Amrabat (min. 31),Hernandez (min. 38), Camacho (min. 83), Charles (min. 87). Espulsi: Ruben (min. 64)
NOTE: Match valido per la Liga BBVA 2015/16.

Un Malaga cinico e padrone del campo vince 2-0 contro il Celta Vigo grazie a Charles ed Albentosa. Impotenti gli avversari, sconfitti ma comunque propositivi nei novanta minuti di gara. Padroni di casa che scendono in campo con il più classico dei 4-4-2, a differenza degli ospiti che optano per un più offensivo 4-2-3-1. Le 'acciughe' sono lanciatissime dopo tre vittorie consecutive e galvanizzate dalla caldissima atmosfera de La Rosaleda, mentre il Celta ha subito un brusco stop perdendo in casa contro il Bilbao. Partita che inizia a ritmi bassissimi, con Orellana che prova a sfondare ma senza successo. Il Malaga è però più in palla e, al nono minuto, sblocca la gara la gara sugli sviluppi di un corner con l'ex di turno Charles. Dopo il gol subito, immediata reazione del Celta che cerca subito di pareggiare aggredendo gli avversari. Il più in forma degli andalusi è l'imprendibile Amrabat, vera spina nel fianco per gli avversari. Al 20' dopo una fase abbastanza equilibrata, si vede il Vigo con un bel tiro al volo di Orellana che finisce però a lato. Il Malaga non si fa però spaventare dalla conclusione avversaria e anzi, al minuto ventisei, raddoppia con Albentosa sempre su corner. Doppio vantaggio che rassicura il Malaga, abile nel tenere il pallino del gioco nelle proprie mani. Gli andalusi potrebbero addirittura dilagare con Aspas al 38', l'arbitro però ferma tutto per offside. Ultimi minuti di tempo che vedono un Celta Vigo propositivo e vicinissimo al 2-1 con Wass che, al minuto quarantadue, prende in pieno la traversa dopo una bellissima azione collettiva. L'azione ospite è l'ultimo squillo della prima, emozionante frazione. 

Secondo tempo che non cambia spartito, con Amrabat che al 50' spara a lato. L'unico uomo del Celta che sembra pericoloso è Orellana, il cui tiro al 56' è però facile da bloccare per Kameni. Il più scatenato della gara continua ad essere Amrabat, vicinissimo ancora una volta al gol al minuto sessanta. La gara subisce un'altra svolta quattro minuti dopo, quando Ruben viene espulso provocando un calcio di rigore a favore dei padroni di casa. Sul dischetto, però, si fa ipnotizzare proprio Amrabat, il cui piazzato viene respito dal neo entrato Sergio Alvarez. Ormai il Celta è totalmente difensivo e quasi subisce il terzo gol al 71', quando Albentosa manda fuori il suo colpo di testa. Gli andalusi controllano senza affanni la gara, pregustando già la quarta vittoria consecutiva. Al 77' il Malaga è ancora una volta vicino al tris, con Fornals che però spara a lato. Nove minuti dopo ci prova  senza successo sempre Fornals, il cui tiro non centra la porta. L'ultima azione della gara è firmata dal pericolosissimo Albentosa, che al 90' si vede parare da Alvarez sulla linea il suo colpo di testa. 

Tre punti preziosissimi per il Malaga, ora rilanciato dopo un inizio di stagione poco positivo. Le 'acciughe' hanno giocato bene, vincendo grazie a due gol nati sugli sviluppi di palla inattiva. Propositivo il Celta Vigo, impotente però di fronte alla forza degli avversari. Gli ospiti, infatti, sono stati pericolosi in poche occasioni, a differenza delle tante opportunità non sfruttate da parte dei padroni di casa. Migliore in campo per il Malaga, Amrabat. Per gli ospiti in evidenza Alvarez