Liga, il Valencia vince d'orgoglio: 2-1 al Siviglia al 91'

Un gol di Negredo al 91' regala la vittoria al Valencia nei confronti del Siviglia. Ad aprire le marcature Parejo, il momentaneo pareggio di Gameiro all'86'.

Liga, il Valencia vince d'orgoglio: 2-1 al Siviglia al 91'
Liga, il Valencia vince d'orgoglio: 2-1 al Siviglia al 91'
VALENCIA
2 1
SIVIGLIA
VALENCIA: DIEGO ALVES, BARRAGAN, MUSTAFI, ABDENNOUR, SIQUEIRA, DANI PAREJO, JAVI FUEGO, SANTI MINA ( 78' FEGHOULI), RODRIGO ( 65' ENZO PEREZ), ANDRE GOMES, PACO ALCACER ( 85' NEGREDO). ALL. AYESTERAN
SIVIGLIA: SERGIO RICO; KOKE, RAMI, FAZIO, ESCUDERO, KRYCHOWIAK, CRISTOFORO ( 60' GAMEIRO), MUNOZ ( 46' VITOLO), BANEGA, KHRON-DEHLI, LLORENTE ( 69' KONOPLYANKA). ALL. EMERY
SCORE: 2-1. 1-0 41' DANI PAREJO, 1-1 86' GAMEIRO, 2-1 91' NEGREDO
ARBITRO: BIKANDI GARRIDO AMMONITI:MUSTAFI, ENZO PEREZ (V) RAMI, LLORENTE (S)
NOTE: STADIO MESTALLA INCONTRO VALIDO PER LA 32.MA GIORNATA DI LIGA SPAGNOLA

Vittoria al fotofinish per il Valencia. Contro il Siviglia, i padroni di casa vincono 2-1 grazie alla rete messa a segno da Negredo (entrato da poco) al 91' e possono tirare un sospiro di sollievo per quanto riguarda la corsa salvezza. Per quanto concerne il match è il Valencia a fare la partita con diverse occasioni per Alcacer e Santi Mina. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 41' con una pennellata su punizione di Parejo. Sul finire del tempo il Valencia sfiora anche il raddoppio con il palo di Santi Mina e il salvataggio sulla linea di Coke. Nella ripresa i ritmi calano, Emery fa entrare Gameiro ed azzecca il cambio perchè il francese all'86' pareggia i conti. Sembra fatta ma al 91' Negredo, appena entrato, sfrutta un'indecisione in mischia della difesa "Andalusa" e fa 2-1. 

La gara

Per quanto attiene alla scelte ufficiali di formazione, Pako Ayestarán - che deve rinunciare a Bakkali, Cancelo e Gaya - si affida ad un 4-2-3-1 propositivo, lasciando gli oneri offensivi a Paco Alcacer, supportato da Rodrigo, Piatti e André Gomes. In mezzo al campo le operazioni gestite da Javi Fuego e Dani Parejo, registi davanti alla difesa a quattro che si compone con Barragan, Mustafi, Abdennour e Siqueira. Dal canto suo, Unai Emery, che deve far fronte alla assenze per squalifica di Reyes e Mariano, oltre a quelle degli infortunati Andreolli e Trémoulinas, decide di far largo uso del turnover concedendo minuti di riposo ai titolarissimi in vista del ritorno dei quarti di Europa League con l'Athletic. E allora ecco che il 4-2-3-1 prevede Llorente come unico riferimento offensivo, dietro al quale agisce il trio composto da Krhon-Dehli, Banega e Juan Muñoz. In mezzo al campo largo a Cristoforo e Krychowiak, mentre nel cuore della difesa con Rami c'è Fazio. 

Al 4' primo squillo del Valencia con Paco Alcacer, che fugge via a Fazio e poi impegna da posizione defilata Sergio Rico in corner. Bell'inizio del Valencia, al 15' buona trama dei padroni di casa che riescono a far sgorgare la palla sulla destra, dove c'è Rodrigo che calibra un bel cross per Santi Mina. L'attaccante del Valencia va di testa ma non inquadra la porta difesa da Sergio Rico. Al 21' ci riprova Paco Alcacer ma è troppo tenero il mancino del numero 9 dei padroni di casa, che perde il contatto con il piede d'appoggio al momento di caricare la conclusione. Al 26' ci prova anche Santi Mina che si libera bene al tiro però calcia con il corpo troppo all'indietro e manda altissimo. La caparbietà del Valencia viene però premiata al 41': splendida traiettoria disegnata da Parejo su punizione che alza la palla il giusto per superare la barriera e va a insaccare nell'angolo alla destra di Sergio Rico, 1-0. Al 45' incredibile doppia occasione per il Valencia, che prima coglie il palo con Santi Mina e poi non trova il 2-0 solo per lo straordinario riflesso del portiere degli andalusi sul tap-in di Parejo. Il primo tempo si chiude "solo" 1-0 per i padroni di casa.

Nell'intervallo primo cambio per il Siviglia: dentro Vitolo per Juan Muñoz. Al 49' arriva la prima occasione per il Siviglia con Llorente che anticipa di testa l'uscita di Diego Alves ma manda alto sopra la traversa. Al 60' secondo cambio per Emery; fuori Cristoforo e dentro Gameiro. Al 61' grande ripartenza del Siviglia orchestrata da Gameiro, che pilota palla verso la metà campo avversaria e poi serve con un cambio di gioco Banega, il cui tiro da posizione defilata viene respinto al mittende da Alves. Al 65' mossa conservativa per Pako Ayestarán: dentro Enzo Perez per Rodrigo. Al 69' ultimo cambio nel Siviglia: finisce la partita di Llorente: al suo posto Konoplyanka. Al 75' bel lavoro di Vitolo nell'area del Valencia, poi tiro mancino verso la porta. Para agevolmente Diego Alves. Al 78' secondo cambio per il Valencia: fuori Santi Mina, dentro un fischiatissimo Feghouli. All'83' chance clamorosa per il Siviglia: cross calibrato con un prezioso esterno da Konoplyanka sulla testa di Coke, che tutto solo a due passi dal traguardo non riesce neppure a inquadrare lo specchio della porta difesa da Diego Alves. All'85' ultimo cambio nel Valencia: dentro Negredo per Paco Alcacer. All'86' arriva l'inatteso pari ospite: palla sontuosa di Krhon-Dehli in profondità per Gameiro, che non ci pensa due volte e batte di prima intenzione Diego Alves 1-1. Quando sembra ormai fatta per il pari, il Valencia al 91' si riporta avanti con Negredo rapace come non mai e straordinario nello sfruttare il flipper nell'area di rigore del Siviglia per poi mettere alle spalle di Sergio Rico, 2-1 e "Mestalla" impazzito. Il Siviglia non riesce a reagire e dunque il Valencia porta a casa un vittoria meritatissima e preziosa come l'oro. Per il Siviglia invece un inatteso e pericoloso stop in chiave Europa.