Liga, un eroico Eibar stoppa uno spento Siviglia (1-1)

All'Estadio Municipal de Ipurua l'Eibar riesce ad ottenere un buon pareggio in nove uomini. Male il Siviglia, che pare essere sulle gambe e con ben due giocatori usciti per problemi muscolari.

Liga, un eroico Eibar stoppa uno spento Siviglia (1-1)
Eibar
1 1
Siviglia
Eibar: Yoel, Capa, Lejeune, Galvez, Luna, Rico, Garcia, Bebè (Areitio, 45'), Kike (Pena, 62'), Pedro Leòn (Escalante, 89'), Einrich.
Siviglia: Sirigu, Mercado, Rami (Escudero, 15'), Carriço (Iborra, 48') , Kolodjeczak, Kranevitter, Ganso, Ben Yedder (Vitolo, 46'), Correa, Kiyotake, Vietto.
SCORE: 0-1, 27', Vietto. 1-1, 64', Pedro Leon.
ARBITRO: Izquierdo. Ammoniti: Capa (39'), Correa (60'). Espulsi: Yoel (45'), Garcia (87').
NOTE: Anticipo della quarta giornata di Liga BBVA. Estadio Municipal de Ipurua.

Partita di certo non emozionante ad Eibar, con le occasioni che stentano ad arrivare e un Siviglia che pare aver patito oltre modo il pareggio in Champions ottenuto contro la Juventus. Finisce dunque 1-1, in una sfida dove sono stati i padroni di casa a compiere prodezze ed errori decisivi.

Formazione Eibar: Yoel, Capa, Lejeune, Galvez, Luna, Rico, Garcia, Bebè, Kike, Pedro Leòn, Enrich.

Formazione Siviglia: Sirigu, Mercado, Rami, Carrico, Kolodjeczak, Kranevitter, Ganso, Ben Yedder, Correa, Kiyotake, Vietto.

Match dai ritmi molto bassi, con tanto pressing  e una pioggia  che non aiuta il gioco palla a terra. La prima notizia arriva al 15', ma non è piacevole per il Siviglia. Rami infatti si ferma per un infortunio muscolare e Sampaoli è costretto al cambio con Escudero. Al 16' grande parata di Sirigu su un tentativo ravvicinato dell'Eibar, ma l'arbitro aveva fermato tutto per fuorigioco.

Padroni di casa molto intraprendenti e che al 22' vanno vicini al vantaggio: Kolodjeczak effettua un brutto retropassaggio per il portiere italiano, che non ci arriva e perde palla, il passaggio è per Bebè, ma il suo tiro viene salvato alla disperata da Carrico. Al 26' ancora Eibar pericoloso, stavolta con un tiro di Pedro Leon potente e preciso, ma che viene respinto da Kranevitter. Il Siviglia segna però un minuto dopo un gol che sa di beffa, sfruttando il contropiede, Kiyotake riesce a mettere Vietto a tu per tu col portiere e l'argentino insacca di sinistro lo 0-1.

Il gol taglia le gambe ai rossoblù, che non riescono più a manovrare come prima, facendo così il gioco degli andalusi, che vogliono tenere i ritmi bassi. Situazione che si fa ancora più difficile per l'Eibar al 46', quando Yoel in uscita abbatte fuori area Correa, che, sfruttando un assist di Ganso, si era involato solo verso la porta. Rosso diretto per il portiere. Espulso anche l'allenatore di rossoblù Mendilibar. Primo tempo che si chiude col Siviglia sopra di un gol.

La ripresa si apre con l'ingresso di Vitolo per Ben Yedder. Forse però Sampaoli prende però una decisione affrettata, dato che, a pochi minuti dal fischio della ripresa, Carriço si infortuna. Veramente pessima la tenuta fisica degli andalusi, dopo Rami infatti anche per il portoghese il problema è muscolare e anche Mercado ha dato segno di non star benissimo. Partita che mantiene ritmi blandi, con il Siviglia che ha fatto veramente il minimo indispensabile per andare in vantaggio. Al 60' infatti arriva il pareggio di un Eibar, che ha il merito di non arrendersi mai: Iborra perde palla a metà campo, palla che arriva sulla sinistra per Luna, il quale crossa in mezzo per Pedro Leon. L'ex Getafe controlla e scarica il sinistro alle spalle di Sirigu per l'1-1.

Servono altri venti minuti per avere un emozione. All' 82' Vitolo scende sulla destra e mette in mezzo, sul secondo palo c'è Vietto, che però incrocia male, mandando la palla sull'esterno della rete. All' 86' un altro episodio chiave: Vitolo si invola in contropiede e Garcia lo atterra, per l'arbitro è rosso diretto. Eibar dunque che rischia seriamente una sconfitta immeritata, anche perchè sulla punizione Mercado viene pescato tutto solo in area, ma il suo colpo di testa finisce tra le braccia di Areitio. Siviglia che in vantaggio di due uomini tenta il tutto per tutto. Al 90' Escudero crossa in mezzo, Ganso non arriva di un soffio all'appuntamento col gol.