Coppa del Re - Real passa in rimonta e fa 40. Avanti anche Eibar e Celta

Qualche brivido per i blancos in casa del Siviglia, che prova a recuperare il 3-0 dell'andata ma cade sotto i colpi finali di Sergio Ramos e Karim Benzema. Passano il turno anche il Celta, con gol di Pepito Rossi, e l'Eibar

Coppa del Re - Real passa in rimonta e fa 40. Avanti anche Eibar e Celta
L'esultanza dei giocatori del Real Madrid (Reuters)

Si sono chiusi ieri con le ultime tre sfide gli ottavi di finale della Coppa del Re. Avanti il Real Madrid, che pur con qualche brivido pareggia 3-3 a Siviglia e passa grazie al 3-0 dell'andata, così come l'Eibar che dopo il 3-0 a Pamplona gestisce il risultato in casa ed elimina l'Osasuna. Passa in scioltezza anche il Celta che dopo il 4-1 a Valencia vince anche in casa, e completa i pezzi del puzzle che verranno ordinati fra poco nel sorteggio dei quarti di finale.

Siviglia - Real 3-3 (0-3)

Al Sanchez Pizjuan il Siviglia parte tutt'altro che battuto ed è fin da subito arrembante. Al 10' su cross di Sarabia, Danilo nel tentativo di anticipare Iborra manda il pallone in fondo alla propria porta. Il primo tempo dei blancos (ieri in maglia blu) scorre via cercando di gestire il risultato, mentre Mariano si vede annullare il gol del pari. Nella ripresa Asensio con una grande galoppata in contropiede pareggia i conti e fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi madridisti, ma il Siviglia non molla mai e il nuovo acquisto Jovetic - entrato nella ripresa al posto di Correa - con un bel destro al volo riporta parzialmente avanti i suoi. Il risultato sembra comunque in cassaforte, in quanto servirebbero altri 3 gol per passare il turno, ma i Rojiblancos qualche brivido al Real lo fanno venire con la rete del capitano Ibarra, che sfrutta una respinta difettosa di Kiko Casilla. Nel finale il Real riesce a rimettere a posto anche il risultato parziale del match con le reti di Sergio Ramos (bel cucchiaio su rigore) e di Karim Benzema, che scambia con Marcelo, dribbla due avversari e col destro infila il 3-3 finale, che sancisce anche il 40esimo risultato utile consecutivo dei Blancos.

L'esultanza di Sergio Ramos (foto: Laliga.es)
L'esultanza di Sergio Ramos | Laliga.es

Celta Vigo - Valencia 2-1 (4-1)

La squadra di Berizzo ospita un Valencia ormai quasi completamente rassegnato e si limita a gestire il 4-1 dell'andata. Nel secondo tempo sale in cattedra Giuseppe Rossi, che al 61' con un gran dentro da fuori infila il vantaggio casalingo nell'angolino. Due minuti dopo però il Valencia pareggia con Vinicius Araujo, che sfrutta un bel passaggio di Cartabria su un errato disimpegno del Celta e trova l'1-1 in diagonale. Il risultato a questo punto sembra non dover cambiare più, ma al 93' Pione Sisto trova un gioiello su punizione (anche se Domenech non sembra perfetto nell'intervento) e regala anche la vittoria casalinga ai suoi. Celta che supera il turno senza grossi problemi e conferma il suo ottimo momento di forma, ottenendo la quarta vittoria consecutiva.

Giuseppe Rossi, che ha appena scagliato il destro dell'1-0 | Laliga.es
Giuseppe Rossi, che ha appena scagliato il destro dell'1-0 |Laliga.es

Eibar - Osasuna 0-0 (3-0)

Partita abbastanza noiosa al Municipal de Ipurua, dove i padroni di casa si limitano al compitino e passano agilmente il turno con il 3-0 dell'andata. C'è da dire che l'Osasuna più di tanto non crea e il match assume significato più per gli infortuni di David Junca dell'Eibar (uscito in barella) e del portiere ospite Nauzet Perez. Nel finale arriva qualche occasione per la squadra di Mendibilar per vincere anche in casa, con Franco Rico che spara alto di poco un bel destro da fuori e con Bebè che si divora una buona occasione in piena area di rigore. 

Un'azione di gioco di Eibar - Osasuna | Laliga.es

Quarti di finale che vedono quindi tutte le tre grandi (Real, Atletico e Barça) arrivare senza troppe difficoltà. Oltre alle squadre di stasera passano l'Alaves e il sorprendente Alcoròn, insieme alla Real Sociedad. Si prospettano quindi dei quarti molto interessanti, perché oltre alle tre big ci sono molte squadre che hanno dimostrato di poter mettere in grande difficoltà gli avversari. Appuntamento alle 12 per i sorteggi.