Liga, 25^ giornata. Turno infrasettimanale tra le polemiche

Real costretto a vincere in casa con il Las Palmas. Barcellona e Siviglia ospitano Sporting Gijòn e Athletic Bilbao. Si accende la lotta per il quarto posto e per l'Europa League.

Liga, 25^ giornata. Turno infrasettimanale tra le polemiche
Giocatori del Real Madrid festeggiano il terzo gol di Morata contro il Villarreal. Fonte: LaLiga.es

Mentre non si placano le polemiche relative al calcio di rigore concesso al Real Madrid (fallo di mano di Bruno Soriano) nella delicatissima gara del Madrigàl contro il Villarreal, la Liga torna in campo con un turno infrasettimanale, il venticinquesimo, in cui i merengues ospitano al Santiago Bernabeu il Las Palmas, per continuare a rimanere in vetta alla classifica. Impegno sulla carta agevole per il Barcellona di Luis Enrique, al Camp Nou contro lo Sporting Gijòn, mentre il Siviglia di Jorge Sampaoli dovrà vedersela al Sanchez-Pizjuàn contro l'Athletic Bilbao. Di estremo interesse il derby tutto basco per l'Europa tra Real Sociedad ed Eibar, così come la trasferta dell'Atletico Madrid al Riazor di La Coruna, contro un Deportivo che ha appena esonerato Garitano e annunciato Pepe Mel. Da seguire anche Celta-Espanyol, scontro tra due squadre costrette a recuperare terreno per coltivare ancora ambizioni di alta classifica. Il programma: 

Martedì 28 febbraio. Ore 19.30. Real Sociedad - Eibar. All'Anoeta va in scena un derby basco tra due delle squadre più in forma del campionato. Real Sociedad quinta a 44 punti (a un solo punto dall'Atletico), Eibar settimo a quota 38. Senza Willian Josè, Eusebio punta ancora su Juanmi, mentre Mendilibar può fare affidamento su uno scintillante Sergi Enrich. 

Ore 21.30. Malaga - Betis Siviglia. Due formazioni partite con ben altri obiettivi si ritrovano a La Rosaleda per evitare di sprofondare nei bassifondi della Liga. Il Malaga (26 punti) deve riscattare il 3-0 subito a Ipurua, il Betis (24 punti, ma una partita in meno) vuole dimenticare la rimonta subita nel derby. Padroni di casa con Charles unica punta, ospiti con la difesa a cinque e con Dani Ceballos alle spalle di Ruben Castro e Toni Sanabria.

Ore 21.30. Valencia - Leganès. Il Leganès ha appena trovato una vittoria fondamentale con il Deportivo, interrompendo una striscia di risultati negativi e attestandosi a quota 21 punti. Il Valencia (26 punti) si è invece fatto sorprendere a Mendizorroza dall'Alavès e cerca di tornare al successo al Mestalla. Per Voro squalificato Orellana (chance per Bakkali), dubbio tra Montoya e Joao Cancelo. Pepineros che dovrebbero invece confermare la formazione già in campo nel turno scorso. 

Mercoledì 1 marzo. Ore 19.30. Osasuna - Villarreal. I navarri dell'Osasuna (ultimi a dieci punti) sembrano già retrocessi: proveranno a ribellarsi a un destino in parte scritto contro un Villarreal (39 punti) furibondo per i fatti del Madrigàl contro il Real. Fran Escribà, espulso nella folle serata di domenica, conferma l'undici che ha messo alle corde il Madrid, con l'eccezione di Andres Fernandez in porta per l'infortunato Sergio Asenjo. 

Ore 19.30. Barcellona - Sporting Gijòn. Il Barça (54 punti) ha risposto alla debacle contro il PSG con due successi importanti in campionato, in particolare con il colpo in trasferta al Vicente Calderòn, firmato Rafinha e Leo Messi. Blaugrana a caccia della quinta vittoria consecutiva, con Andrè Gomes favorito su Busquets. Rafinha e Denis Suarez si giocano un posto a centrocampo con Rakitic, mentre allo Sporting (18 punti) servirebbe un miracolo per uscire indenne dal Camp Nou (fuori Jorge Merè, squalificato).

Ore 21.30. Celta Vigo - Espanyol. 34 e 35 punti in classifica per Celta ed Espanyol, che si affrontano al Balaidos in una sorta di dentro o fuori nella corsa all'Europa League. Out Roncaglia per Berizzo, che dovrebbe affidarsi al tridente Sisto-Iago Aspas-Guidetti, mentre Sanchez Flores punta su Gerard Moreno, supportato da Hernan Perez, Pablo Piatti e Josè Antonio Reyes, con Jurado in mediana. 

Ore 21.30. Real Madrid - Las Palmas. Superato lo spavento per la seconda sconfitta consecutiva nella Comunitat Valenciana, il Real Madrid (55 punti) torna al Bernabeu per affrontare un Las Palmas (28 punti) in crisi di risultati. Per Zidane un po' di turnover: spazio a Isco a centrocampo, a Lucas Vazquez e Morata in attacco, con Nacho pronto a rilevare uno dei due centrali difensivi. Quique Setièn ancora con Boateng falso nueve, mentre è attesissimo il ritorno dell'ex Jesè. 

Ore 21.30. Granada - Alavès. Il Granada di Alcaraz (16 punti) sta cercando di costruire la sua salvezza al Nuevo Los Carmenes. Avversari degli andalusi i baschi di Pellegrino (tranquilli a 33 punti, e in finale di Copa del Rey), orfani di Marcos Llorente e Manu Garcia. 

Giovedì 2 marzo. Ore 20.45. Deportivo La Coruna - Atletico Madrid. Il Depor (19 punti) riparte da Pepe Mel per acciuffare una salvezza che si sta complicando. Fondamentale un risultato utile per i galiziani sul prato del Riazòr, contro un Atletico (45) che però non può permettersi passi falsi per raggiungere l'ultimo obiettivo della sua Liga, il quarto posto in classifica. Dubbi sugli esterni per Simeone: in tre - Gaitan, Correa e Carrasco - si giocano due maglie da titolare. 

Ore 21.30. Siviglia - Athletic Bilbao. Non vuole fermarsi il Siviglia di Jorge Sampaoli (52 punti), che ha ribaltato anche il derby del Benito Villamarìn grazie a Mercado e Iborra. Fuori Pareja, N'Zonzi e Sarabia, il tecnico argentino dovrebbe dare spazio a Kranevitter e allo stesso Iborra, rispolverando la difesa a quattro. Nasri, Vitolo e Jovetic a supporto di Ben Yedder, contro un Athletic (38 punti) orfano di Aduriz, sostituito da Inaki Williams.