Liga, 29^ giornata. Alavès e Granada sulla strada di Real e Barça

Impegni sulla carta abbordabili per le prime quattro della classifica: Real e Siviglia in casa contro Alavès e Sporting Gijòn, Barcellona e Atletico in trasferta a Granada e Malaga.

Liga, 29^ giornata. Alavès e Granada sulla strada di Real e Barça
Giocatori del Barcellona esultano dopo il 4-2 al Valencia. Fonte: LaLiga.es

Archiviata la sosta per le nazionali, la Liga spagnola riprende con la ventinovesima giornata stagionale. In testa c'è sempre il Real Madrid, con due punti di vantaggio (e una partita in meno) sul Barcellona. Merengues impegnati al Bernabeu contro la sorpresa Alavès, blaugrana di scena in Andalusia contro un Granada con l'acqua alla gola. Fondamentale ripartire anche per il Siviglia di Jorge Sampaoli, che ospita al Sanchez-Pizjuàn lo Sporting Gijòn, mentre l'Atletico Madrid di Simeone vuole proseguire nel suo gran momento anche a Malaga. Tanti gli incroci tra squadre impegnate nella corsa europea e compagini impelagate nei bassifondi della classifica. Il programma: 

Venerdì 31 marzo. Ore 20.45. Espanyol - Betis Siviglia. Al Cornellà el Prat l'Espanyol (40 punti) di Quique Sanchez Flores si gioca le ultime carte nell'inseguimento all'Europa League contro un Betis reduce dalla vittoria scacciacrisi contro l'Osasuna (31 punti). Per i padroni di casa fuori Hernan Perez e Marc Roca, spazio dunque a Gerard Moreno e al talentuoso Jurado. Andalusi con Sanabria e Ruben Castro di punta. 

Sabato 1 aprile. Ore 13. Villarreal - Eibar. La sconfitta del Gran Canaria ha stoppato il cammino del Submarino Amarillo di Fran Escribà (48 punti), ora costretto a vincere al Madrigàl contro un Eibar a secco di successi da quattro giornate (41 punti). Per i padroni di casa fuori Victor Ruiz per squalifica, dubbi Jonathan Dos Santos e Musacchio. Soldado favorito per una maglia da titolare al fianco di Bakambu. Per i baschi ecco Kike in avanti insieme a Sergi Enrich. 

Ore 16.15. Osasuna - Athletic Bilbao. L'Athletic di Valverde (44 punti), battuto in casa dal Real Madrid, ha l'occasione di riscattarsi a El Sadàr, contro la peggior squadra della Liga, l'Osasuna (11 punti). Baschi senza Yeray (al suo posto Boveda) ma con Muniain pronto a tornare titolare. Navarri per l'orgoglio e poco altro. 

Ore 18.30. Real Sociedad - Leganès. Momento di brusca flessione per gli uomini di Eusebio Sacristàn, reduci da due sconfitte consecutive e appaiati al Villarreal al sesto posto a 48 punti. All'Anoeta arriva un Leganès (26 punti) in serie positiva da tre partite. Baschi che recuperano Willian Josè in avanti, ma perdono Illarramendi e (con ogni probabilità) Zurutuza in mezzo al campo: spazio a Bergara e Canales. Pochi dubbi invece per Garitano: l'unico riguarda Guerrero. 

Ore 20.45. Malaga - Atletico Madrid. I colchoneros di Simeone sono in striscia positiva da quattro sfide (55 punti e terzo posto più vicino), ma a La Rosaleda dovranno fare a meno di Vrsaljiko e Carrasco: riecco Juanfran e uno tra Correa e Gaitan, mentre il Malaga di Michel (27 punti) è in piena lotta salvezza, orfano di Sandro. Occasione per il giovane Javi Ontiveros sull'out destro. 

Domenica 2 aprile. Ore 12. Siviglia - Sporting Gijòn. Due punti nelle ultime tre partite. E' questo il bilancio del Siviglia (57 punti) di Jorge Sampaoli, fuori anche dalla Champions League, passato dalla lotta per il titolo a difendere il terzo posto dall'assalto dell'Atletico. Al Sanchez-Pizjuàn gli andalusi sono in emergenza in difesa: fuori Escudero, Mercado e Rami, out invece Jovetic in avanti. Ben Yedder di punta contro uno Sporting (21 punti) rivitalizzato dal successo contro il Granada. 

Ore 16.15. Real Madrid - Alavès. Avversario scomodo per il Real Madrid capolista (65 punti): l'Alavès (40 punti) di Pellegrino (senza Marcos Llorente, out per la clausola del miedo) ha in Theo Hernandez e Deyverson i giocatori più pericolosi. Merengues con la BBC, Danilo e Nacho in difesa per Carvajàl e Varane, con Kovacic che scalpita per una maglia da titolare a centrocampo. 

Ore 18.30. Valencia - Deportivo. Il Valencia di Voro si è battuto con onore al Camp Nou, ma è fermo a quota 30 punti e non vince da tre giornate. Al Mestalla arriva il Depor di Pepe Mel (27 punti), alle prese con la grana Andone e reduce dal derby perso con il Celta. Fuori Mangala e Nani per i padroni di casa, che recuperano però Santi Mina. Zaza punta centrale, Solèr, Enzo Perez e Dani Parejo a centrocampo. 

Ore 20.45. Granada - Barcellona. Trasferta sulla carta agevole per il Barça di Luis Enrique (63 punti) al Nuevo Los Carmenes di Granada, penultimo a 19 punti. Catalani che potrebbero tornare alla difesa a quattro (Sergi Roberto e Jordi Alba esterni, Piquè e Mathieu centrali), con la MSN confermatissima in attacco e i soliti dubbi a centrocampo: vicino a Busquets appaiono in vantaggio Rakitic e Andrè Gomes. 

Lunedì 3 aprile. Ore 20.45. Celta Vigo - Las Palmas. Due squadre gradevoli da veder giocare, ma lontane dalla zona europea (rispettivamente 38 e 35 punti), si sfidano al Balaidos di Vigo. Per Berizzo Iago Aspas punto fermo in avanti, per Quique Setièn potrebbe tornare dall'inizio Livaja, con conseguente arretramento di Boateng.