Liga, al Villarreal non basta Soriano: l'Eibar vince 3-2

Al Villarreal non basta una doppietta di Soriano. L'Eibar ci crede, rimonta e vince per 3-2 portando a casa tre punti d'oro in ottica Europa League.

Liga, al Villarreal non basta Soriano: l'Eibar vince 3-2
Photo by "Calcio Mercato.com"
VILLARREAL
2 3
EIBAR
VILLARREAL: Villarreal (4-4-2): Fernandez, Gaspar, Alvaro, Bonera, Costa, Castillejo (dal 59' Adrian), Bruno, Trigueros (dal 59' Dos Santos), Soriano, Soldado, Bakambu (dal 80' Borre). All. Escribà
EIBAR: Eibar (4-4-2): Yoel, Capa (dal 40' Luna), Ramis, Lejeune, Arbilla, Leon, Garcia, Escalante, Inui, Kike, Enrich. All. Mendilibar
SCORE: Soriano 18'-89', Leon (R) 48', Kike 54', Inui 78',
ARBITRO: D.Arraiz (SPA) Ammoniti: Bonera 10', Castillejo 39', Luna 43', Inui 62', Alvaro 66', Kike 68',
NOTE: Estadio de la Ceramica. Si gioca per l'Europa. I padroni di casa per accorciare e sperare nel quarto posto, i baschi per restare attaccanti al treno dell'Europa League.

Bruttissimo stop del Villarreal, che in casa perde contro l'Eibar compromettendo la propria situazione di classifica. Avanti grazie ad una rete di Soriano, i Sottomarini gialli si fanno pareggiare da Leon, a cui fa seguito il 2-1 di Kike. Sul finire di gara, è Inui a spegnere i sogni dei ragazzi di Escribà, che chiudono di fatto le ostilità con l'ottava rete stagionale di Soriano

LA SITUAZIONE:

Nel caloroso Estadio de la Ceramica scendono in campo Villarreal e Eibar, due squadre a caccia di punti per continuare ad inseguire l'Europa. I padroni di casa occupano il quinto posto in classifica con 48 punti, a pari merito con la Real Sociedad. L'obiettivo è quello di portare a casa la vittoria per continuare a sperare nel quarto posto, posizione distante 7 punti. La squadra di Escribà, inoltre, è redue dalla sconfitta esterna sul campo del Las Palmas e non può permettersi altri passi falsi. I baschi godono di una tranquilla situazione di classifica che li tiene distanti dalle zone calde. Chiudere al meglio il campionato e provare a centrare l'Europa, traguardo che è ancora alla portata. Per far avvenire ciò bisognerà invertire un trend negativo di quattro partite. L'ultima vittoria risale a febbraio.

PRIMO TEMPO: I padroni di casa partono subito forte, e dopo soli 2 minuti di gioco è Soldado a impensierire la retroguardia avversaria con un gran tiro che viene respinto in calcio d'angolo. Pochi minuti più tardi arriva la risposta dell'Eibar con Enrich, ma il suo colpo di testa è centrale e non impensierisce Fernandez. Gli ospiti sembrano aver preso le misure e sono decisamente più propositivi rispetto all'inizio, ma nel momento migliore della partita è la maggiore tecnica del Villarreal ad avere la meglio. Al 18' minuto, infatti, è l'azzurro Soriano a sbloccare il match grazie a un colpo di testa perfettamente eseguito dopo l'assist di Mario Gaspar, l'ennesimo in questa stagione. Poco dopo arriva l'immediata risposta dei padroni di casa con il giovane e promettente Castillejo, autore di un gran conclusione che si stampa sulla traversa. Grande risposta anche dei baschi che sfiorano la marcatura con Inui, capace di impensierire l'estremo difensore con un tiro da fuori area. La prima frazione di gioco vede in vantaggio il Villarreal, ma probabilmente l'Eibar avrebbe meritato il pareggio.

SECONDO TEMPO: Il secondo tempo si apre col botto perchè l'Eibar conquista un calcio di rigore al 48' minuto. Il rigore - generoso - è stato causato da un fallo di Costa, e dagli undici metri si presenta Pedro Leon che pareggia i conti. La squadra di Escribà sembra aver accusato il colpo, e subisce il goal del clamoroso 1-2. A firmarlo è Kike, perfettamente assistito da un traversone di Arbilla. Il Villarreal non ci sta a perdere di fronte al proprio pubblico, e il tecnico decide di mandare in campo il messicano Dos Santos. Il suo ingresso vivacizza la manovra e renderà più fluida la fase offensiva della squadra, ma una grossa e banale ingenuità li costa cara. A 10 minuti dalla fine sbaglia un tocco di palla favorendo il giapponese Inui che vola spedito in porta e fredda con un gran destro all'incrocio l'estremo difensore avversario per il goal del 3-1. Prima di questa disfatta, i padroni di casa erano andati vicino al goal prima con Bakambu e poi con l'esperto Bruno Soriano, autore di un buon calcio di punizione che è uscito per questioni di centimetri. Nel finale, la squadra di Escribà riesce ad accorciare le distanze ancora una volta con Soriano, salito a quota otto goal in campionato, ma i tre punti vanno all'Eibar, compagine che grazie a questo successo aggancia al settimo posto i cugini dell'Athletic Bilbao, a soli 4 punti dalla Real Sociedad, altra corazzata basca.