Liga, all'Atletico Madrid basta Filipe Luis: Real Sociedad battuta 1-0 al Calderon

All'Atletico Madrid di Simeone, basta una rete messa a segno da Filipe Luis per raggiungere il quinto successo consecutivo in Liga e battere la Real Sociedad. Nell'infrasettimanale di Liga, i Colchoneros non brillano, ma passano alla prima vera occasione: la giocata collettiva tra Griezmann, Torres e Filipe Luis, vale il gol che poi farà la differenza. Con questi tre punti, i madrileni staccano di tre lunghezze il Siviglia, atteso domani dalla trasferta al Camp Nou.

Liga, all'Atletico Madrid basta Filipe Luis: Real Sociedad battuta 1-0 al Calderon
Filipe Luis festeggia il gol insieme a Juanfran e Godin. Fonte foto: laliga.es
Atletico Madrid
1 0
Real Sociedad
Atletico Madrid: (4-4-2): Oblak; Filipe Luis, Godin, Savic, Juanfran; Koke, Saul, Gabi, Carrasco; Griezmann (Correa 71'), Torres (Gimenez 81').
Real Sociedad: (4-2-3-1): Rulli; Yuri, Martinez, Raul Navas, Odriozola (Elustondo 38'); Granero (Juanmi 73'), Zubeldia; Canales, Prieto (Oyarzada 46'), Vela; Willian José.
SCORE: 1-0 - Filipe Luis 28'.
ARBITRO: Alberto Undiano Mallenco. Ammonisce: Rulli, Yuri, Zubeldia, Raul Navas (R).
NOTE: Match valido per la 30^ giornata de La Liga Santander 2016/17. Al Vicente Calderon di Madrid, l'Atletico ospita la Real Sociedad. Calcio d'inizio: 21.30.

All'Atletico Madrid basta un gol di Filipe Luis per archiviare la pratica Real Sociedad e staccare di tre lunghezze il Siviglia di Jorge Sampaòli, impegnato domani nella complicatissima trasferta al Camp Nou di Barcellona. Nell'infrasettimanale di Liga, i ragazzi di Simeone, soffrono la personalità dei baschi, ma alla prima vera chance passano in vantaggio con la bellissima giocata confezionata dal trio Griezmann - Torres - Luis. Le occasioni non mancano, ma i Colchoneros falliscono l'impossibile, trattenendo in partita la Real fino ai minuti finali. 
Con questi tre punti, l'Atletico rafforza la terza posizione in classifica, mentre la Real Socieded si vede scavalcata da Villarreal e Bilbao.

La gioia di Filipe Luis dopo il gol. Fonte foto: atleticodemadrid.com
La gioia di Filipe Luis dopo il gol. Fonte foto: atleticodemadrid.com

Reduce da una serie di quattro successi consecutivi, l'Atletico Madrid di Griezmann e Simeone - rispettivamente, giocatore e allenatore del mese in Liga - prima di addentrarsi nelle questioni relative alla Champions League, - l'appuntamento è per settimana prossima - non può permettersi di abbassare la guardia in campionato. La Real Sociedad infatti, avversario nell'infrasettimanale, sta disputando una stagione straordinaria che costringe Simeone a schierare il miglior 'onze' a disposizione.
Il Cholo decide per il classico 4-4-2 di marca Colchonera; Savic si piazza accanto a Godin nel ruolo di centrale difensivo. Koke viene confermato largo a sinistra nel centrocampo a quattro completato dalla presenza di Saul in coppia con Gabi. Davanti, non è disponibile Gameiro; Cholo allora, non ha dubbi: c'è Torres accanto all'ex Griezmann.

Non da meno è la Real Sociedad di questa stagione, quinta in Liga e con l'obiettivo Europa League più che mai nel mirino. La squadra Basca però, non sta attraversando un momento particolarmente brillante, visto che la vittoria, ai ragazzi di Eusebio Sacristan manca da tre ben turni.
Il tecnico della Real, opta allo stesso modo per uno schieramento tattico aggressivo, con Granero e Zubeldia ad agire in cabina di regia, il terzetto composto da Vela, Prieto e Canales sulla trequarti, e l'ariete Willian José come unica punta.

I PRIMI 45' DI GIOCO:

Tra le mura di un Vicente Calderon infuocato proprio come chiesto dal Cholo in sede di vigilia, a scattare con maggior personalità ed intraprendenza è la squadra ospite, padrona del campo nei 15' d'apertura. Il pressing famelico adottato dall'Atletico non sortisce effetti nei confronti del palleggio preciso e ragionato dei ragazzi in blancoazul, pericolosi prima con la zuccata da angolo di Willian José; poi con la conclusione dalla distanza - respinta da Filipe Luis - di Yuri.

A testimonianza delle difficoltà, lo stesso Simeone inizia a sbracciarsi, richiamando più e più volte l'attenzione dei suoi ragazzi, il cui momento di smarrimento termina a ridosso del 20'. La direzione del vento muta intorno alla metà di tempo, quando il Diesel Colchonero inizia a carburare, e contestualmente, ad alzare di parecchi metri il proprio raggio d'azione.
Il primo avviso alla difesa di Eusebio, lo porta Griezmann: su un pallone scagliato in profondità, il francese è bravo nell'addomesticarlo in corsa, procurandosi la possibilità di calciare a rete. La conclusione è bassa e insidiosa, ma Rulli fa buona guardia bloccando in due tempi.
Al secondo campanello invece l'Atletico non perdona più, cancellando in un sol colpo la bella prova dei baschi: l'azione si snoda tutta sulla corsia mancina con Filipe Luis protagonista assoluto. Il brasiliano prima chiede l'uno due con Griezmann - che cade, ma al tempo stesso riesce nel restituire la sfera - poi con Torres, bravissimo nel fungere da torre al centro dell'area e restituire per il treno ex Chelsea. Il pallone di ritorno sembra leggermente lungo, ma Luis, con un guizzo felino riesce a toccare in anticipo la sfera, battendo l'incolpevole Rulli per il gol del vantaggio.

Juanfran impegnato in un dribbling. Fonte foto: laliga.es
Juanfran impegnato in un dribbling. Fonte foto: laliga.es

Sbloccato il punteggio, l'Atletico scioglie i muscoli contratti della prima mezz'ora iniziando a produrre occasioni da rete come se piovesse. Al tempo stesso, la Real perde intensità e il sin lì silente Carrasco inizia a fare la differenza.
Prima è una prodezza col tacco - a firma Antoine Griezmann - a spalancare l'autostrada a Carrasco. La corsa del 10 è irrefrenabile, e il cross perfetto. Il pallone passa oltre Rulli, ma Torres non riesce a ribadire in porta incocciando con la sfera sul palo. Il pallone poi, torna in campo, ma Torres fallisce ancora spedendolo solo sull'esterno della rete.
Alla doppia clamorosa opportunità capitata sui piedi di Torres, in chiusura di tempo ne segue una altrettanto doppia: stavolta, i protagonisti in negativo sono Carrasco - la cui conclusione a botta sicura si rivela bassa e centrale - e Filipe Luis - il cui tiro dal limite viene facilmente bloccato da Rulli.

I SECONDI 45' DI GIOCO:

In avvio di ripresa la Sociedad prova ad attentare alla porta di Oblak, - vedi la punizione spedita sulla barriera da Sergio Canales -  ma i risultati si rivelano scadenti. Nel frattempo, i ritmi infernali adottati nei primi 45' di gioco, lasciano spazio a tempi di gioco più blandi che rendono la sfida meno eccitante e più prevedibile. Il nuovo canovaccio, è certamente gradito ai padroni di casa, il cui numero di occasioni non sfruttate continua a salire anche nella ripresa.
Prima di abbandonare il campo per Correa, Griezmann prova a lasciare il segno, ma la bandierina del primo assistente gli certifica che non è serata. In successione, lo stesso Torres non sfrutta al meglio l'ennesima opportunità, lasciando la Real ancora aggrappata al risultato.

Carrasco, come sempre indomabile palla al piede. Fonte foto: laliga.es
Carrasco, come sempre indomabile palla al piede. Fonte foto: laliga.es

Allo stesso modo Eusebio prova il tutto per tutto, inserendo anche Juanmi al posto di un fischiatissimo Granero. I risultati però, tardano ad arrivare. Non tardano invece, le occasioni costruite e non sfruttate dai padroni di casa, a centimetri dal 2-0 anche con il subentrante Correa.
Intuita la difficoltà sotto rete, per concedersi un finale più tranquillo, Simeone decide per un cambio difensivo con Gimenez per Torres. La mossa si rivela giusta, e per poco non finisce per regalare al Calderon anche il gol della sicurezza. Sull'ennesima accelerazione di Carrasco infatti, il libero Gimenez si avventa sul pallone, trovando una grande deviazione sul primo palo. A dirgli di no, è ancora un super Rulli, salvarisultato ma nulla più. 

La Real Sociedad infatti, non riesce a costruire nessun'altra chance dalle parti di Oblak, garantendo di fatti, tre preziosissimi punti all'Atletico Madrid. Per i Colchoneros, si tratta del quinto successo consecutivo, carburante e fiducia in vista dell'accoppiata Real Madrid - Leicester. Per la Real Sociedad invece, è il quarto match senza vittorie. Per i baschi però, la corsa all'Europa League è ancora accesa e competitiva.