Liga, 34^ giornata. Al via la volata per il titolo tra Real e Barça

Blaugrana impegnati al Camp Nou contro l'Osasuna, merengue al Riazòr contro il Depor. Atletico e Siviglia si contendono il terzo posto, la Real Sociedad bracca Athletic e Villarreal per l'Europa League. In coda, Gijòn e Granada sperano nel miracolo.

Liga, 34^ giornata. Al via la volata per il titolo tra Real e Barça
Esultanza dei giocatori del Barcellona al gol del 2-3 di Messi nel Clasico contro il Real. Fonte: LaLiga.es

Il gol in pieno recupero di Leo Messi al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid ha rimesso pienamente in corsa il Barcellona di Luis Enrique nella volata per il titolo di campione di Spagna, in una Liga più avvincente che mai. Il campionato spagnolo non si ferma dopo il Clasico, e anzi propone agli appassionati un altro turno chiave, il trentaquattresimo, in cui i blaugrana saranno impegnati al Camp Nou contro il fanalino di coda Osasuna, mentre i merengues di Zidane andranno a far visita al Deportivo La Coruna di Pepe Mel. Atletico e Siviglia, a loro volta in lotta per il terzo posto, affrontano rispettivamente Villarreal e Celta Vigo al Vicente Calderòn e al Sanchez-Pizjuàn. Tutta da seguire anche la trasferta della Real Sociedad a Valencia. In coda, Sporting Gijòn e Granada cercano punti contro Espanyol e Malaga, con il Leganès che prova ad allungare in casa contro il Las Palmas. Il programma: 

Martedì 25 aprile. Ore 19.30. Sporting Gijòn - Espanyol. Gli asturiani di Rubi (23 punti) hanno sprecato la chance di fare bottino pieno a Pamplona, e ora attendono al Molinòn un Espanyol (49 punti) frenato nelle sue ambizioni europee dall'ultimo k.o. interno contro l'Atletico di Griezmann. Nello Sporting fuori Lacina Traorè e Moi Gomez, mentre Quique Sanchez Flores deve fare ancora a meno di Hernan Perez. 

Ore 20.30. Granada - Malaga. Derby andaluso al Nuevo Los Carmenes tra il Granada (20 punti) e il Malaga (36). Gli uomini di Tony Adams sono con l'acqua alla gola, costretti a vincere per alimentare speranze di salvezza (Kravets unico assente). Michel dovrà invece fronteggiare l'ennesima emergenza infortuni (Juanpi, Penaranda, Rosales, Miguel Torres), ma è reduce da una bella vittoria contro il Valencia, con Sandro ancora sugli scudi. 

Ore 21.30. Atletico Madrid - Villarreal. Match importante per entrambe le squadre al Vicente Calderòn. I colchoneros di Simeone (68 punti) continuano a correre verso il terzo posto, trascinati da Antoine Griezmann, mentre il Villarreal di Fran Escribà è attualmente quinto a 57 punti. Dopo le polemiche per il gol di mano di Bakambu nell'ultimo turno contro il Leganès, il Submarino Amarillo vuole uscire indenne dall'inferno roquiblanco. 

Mercoledì 26 aprile. Ore 19.30. Barcellona - Osasuna. Il Barça (75 punti) è tornato prepotentemente in lotta per il titolo, e al Camp Nou affronta un Osasuna (20 punti) a un passo dalla retrocessione. Catalani ancora senza Neymar, che potrebbero far però turnover dopo tanti impegni ravvicinati. Dubbi sull'impiego di Mascherano, Iniesta dovrebbe riposare: scalpitano Andrè Gomes e Denis Suarez. 

Ore 20.30 Leganès - Las Palmas. Al Municipal de Butarque il Leganès (27 punti) di Garitano deve interrompere la striscia di cinque sconfitte consecutive che sta tenendo aperta la lotta salvezza. Avversario un Las Palmas tranquillo e che non ha più nulla da chiedere al suo campionato (39 punti), in cui Kevin-Prince Boateng è ormai titolare inamovibile nel ruolo di punta centrale. 

Ore 20.30. Valencia - Real Sociedad. Al Mestalla atterra la Real Sociedad di Eusebio Sacristàn (55 punti), settima e ancora in corsa per l'Europa League. Willian Josè ha steso il Deportivo e rianimato i baschi, che ora devono però sbancare Valencia, contro una squadra che continua a viaggiare a sprazzi. Gli uomini di Voro Gonzalez sono infatti fermi a 40 punti, in un'alternanza tra vittorie e sconfitte che conferma la discontinuità dei pipistrelli. 

Ore 21.30. Deportivo La Coruna - Real Madrid. Partita trappola per il Real (75 punti) al Riazòr di La Coruna contro il Depor di Pepe Mel (31 punti), virtualmente salvo ma comunque pericoloso. In Galizia Zidane è in emergenza in difesa: squalificato Sergio Ramos, potrebbe essere Casemiro ad arretrare come centrale al fianco di Nacho (l'alternativa è schierare un canterano). Fuori Gareth Bale per infortunio e probabile turno di riposo per Benzema, con Morata pronto a subentrare. Isco reclama un posto da titolare in mezzo al campo. 

Giovedì 27 aprile. Ore 19.30. Alavès - Eibar. Derby basco a Mendizorroza, dove l'Eibar di Mendilibar (50 punti) si gioca le residue chance di accesso all'Europa. Dopo aver perso a Ipurua con l'Athletic al 90', Pedro Leon e compagni cercano il colpo di coda contro un Alavès (44 punti) già proiettato verso la finale di Copa del Rey. Per l'Eibar out Escalante, squalificato. 

Ore 20.30. Siviglia - Celta Vigo. Seconda gara consecutiva al Sanchez-Pizjuàn per il Siviglia di Jorge Sampaoli (65 punti) contro un Celta (44 punti) che ha la testa alle semifinali di Europa League (l'urna di Nyon ha regalato agli uomini di Berizzo il Manchester United). Una doppietta del redivivo Ganso ha steso il Granada sabato scorso, nella solita girandola di moduli e uomini del tecnico argentino. 

Ore 21.30. Athletic Bilbao - Betis Siviglia. Raul Garcia ha fatto esplodere la gioia della panchina dell'Athletic di Valverde (56 punti) nel derby di Ipurua. Ora i baschi ritrovano il prato amico di San Mamès per continuare nella corsa al quinto posto. Avversario il Betis Siviglia (37 punti) di Victor Sanchez, che con due vittorie consecutive è definitivamente tornato ad occupare zone tranquille di classifica.