Liga, 35^ giornata. Barça all'esame derby, c'è il Valencia per il Real

Blaugrana al Cornellà El Prat, merengues in casa contro l'imprevedibile Valencia. Siviglia e Atletico si giocano il terzo posto, in coda lo Sporting Gijòn è a un passo dalla retrocessione.

Liga, 35^ giornata. Barça all'esame derby, c'è il Valencia per il Real
Giocatori del Barcellona festeggiano Andrè Gomes dopo la doppietta all'Osasuna. Fonte: LaLiga.es

Neanche il tempo di digerire il turno infrasettimanale, che la Liga spagnola offre agli appassionati un altro week-end fondamentale nella corsa al titolo di campione di Spagna. Giornata numero trentacinque, con Barcellona e Real Madrid appaiate in testa a 78 punti: i blaugrana saranno di scena sabato sera al Cornellà El Prat nel derby contro l'Espanyol, mentre i merengues scenderanno in campo poche ore prima al Santiago Bernabeu nella sfida contro il Valencia di Voro Gonzalez. Accesa anche la lotta per il terzo posto, con il Siviglia che ieri ha agganciato l'Atletico Madrid: andalusi che chiuderanno il turno lunedì a La Rosaleda di Malaga, colchoneros ospiti del Las Palmas alle Canarie. Villarreal, Athletic Bilbao e Real Sociedad proseguono la caccia al quinto posto, mentre in coda lo Sporting Gijòn è verosimilmente all'ultima chiamata per la salvezza. Il programma:

Venerdì 28 aprile. Ore 20.45. Villarreal - Sporting Gijòn. Il Submarino Amarillo (60 punti) ha fatto un gran bel passo avanti verso la qualificazione diretta alla prossima Europa League, battendo l'Atletico al Calderòn grazie a Soldado. Ora al Madrigàl giunge un disperato Sporting Gijòn (24 punti), a un passo dalla retrocessione. Per Fran Escribà fuori Victor Ruiz, out Lacina Traorè per gli asturiani. 

Sabato 29 aprile. Ore 13. Real Sociedad - Granada. Vittoria con il brivido per i baschi di Eusebio Sacristàn a Valencia (da 0-3 a 2-3), settimi a 58 punti. All'Anoeta ecco il Granada (20 punti) di Tony Adams, a un passo dalla retrocessione. Padroni di casa che hanno recuperato Juanmi e festeggiato il gol Oyarzabal al Mestalla. 

Ore 16.15. Real Madrid - Valencia. Match trappola quello del Bernabeu per il Real Madrid (78 punti) di Zinedine Zidane, che continua a ricevere grandi segnali dalle sue seconde linee. Un Valencia ancora in difficoltà (40 punti) è però capace di tutto, con abbondanza di talento in attacco. Merengues che recuperano Sergio Ramos e ripresentano i vari Carvajàl, Casemiro, Kroos e Modric. Isco favorito su James e Lucas Vazquez per prendere il posto dell'infortunato Bale. Torna Ronaldo, solito ballottaggio Benzema-Morata.

Ore 18.30. Las Palmas - Atletico Madrid. I colchoneros di Simeone (68 punti) non possono pensare solo alla semifinale di Champions: c'è un terzo posto da conquistare (pari punti con il Siviglia) e una vittoria da agguantare al Gran Canaria contro il Las Palmas (39 punti) del discusso Quique Setièn. Ancora emergenza nel ruolo di terzino destro per il Cholo, che potrebbe ripresentare Torres e Carrasco come titolari.

Ore 20.45. Espanyol - Barcellona. Rientra dalla squalifica Neymar per Luis Enrique, in un derby che il Barcellona (78 punti) deve vincere per proseguire nella corsa verso il titolo. Suarez e Iniesta pronti dopo il riposo contro l'Osasuna, in difesa ballottaggio tra Mascherano e Umtiti. Espanyol nono a 50 punti, lontano dalla zona Europa: Leo Bapistato candidato a una maglia da titolare nell'undici di Quique Sanchez Flores.

Domenica 30 aprile. Ore 12. Osasuna - Deportivo La Coruna. I navarri di Vasiljevic (18 punti) salutano la Liga a El Sadàr, in un match che ha poco da dire contro il Deportivo La Coruna di Pepe Mel (31 punti), preso a pallate dal Real Madrid in settimana. Galiziani aritmeticamente non ancora salvi, ma di fatto tranquilli e pronti a programmare la prossima stagione.

Ore 16.15. Betis Siviglia - Alavès. Altra gara dallo scarso significato tecnico e di classifica, quella del Benito Villamarin di Siviglia tra Betis (37 punti) e Alavès (44). I baschi di Mauricio Pellegrino stanno chiudendo con onore un campionato in cui la salvezza è giunta alla fine del girone d'andata, in attesa della finale di Copa del Rey contro il Barça, mentre gli andalusi provano a riscattare una stagione anonima con una vittoria davanti al proprio pubblico.

Ore 18.30. Eibar - Leganès. Il Leganès di Garitano è a un passo dalla salvezza: i tre gol rifilati al Las Palmas nel match di Butarque hanno spedito lo Sporting Gijòn a sei lunghezze di distanza (30 i punti del Leganès). A Ipurua l'Eibar (50 punti) di Mendilibar vuole tornare alla vittoria dopo tre gare di astinenza: Riesgo squalificato, rientra Escalante. 

Ore 20.45. Celta Vigo - Athletic Bilbao. Il Celta di Eduardo Berizzo (44 punti) è nella stessa situazione dell'Alavès. I galiziani non hanno infatti più nulla da chiedere al loro campionato, ma sono concentrati sulla semifinale di Europa League contro lo United. Ecco perchè al Balaidos è previsto ancora turnover contro un Athletic Bilbao sesto a 59 punti, trascinato ieri da Aduriz contro il Betis. 

Lunedì 1 maggio. Ore 20.45. Malaga - Siviglia. Derby andaluso a La Rosaleda, tra un Malaga (39 punti) che ha trovato ritmo con la cura Michel (quattro vittorie nelle ultime cinque partite, con Sandro grande protagonista) e un Siviglia (68 punti) impegnato nel testa a testa con l'Atletico per il terzo posto. Sampaoli continua a sfruttare la sua cooperativa del gol: in rete ieri contro il Celta sia Correa che Ben Yedder.