Liga - Il Barcellona regola il Las Palmas: 1-4 al Gran Canaria

Gli uomini di Luis Enrique vincono grazie alla tripletta di Neymar e alla rete di Suarez, mentre per i padroni di casa il gol porta la firma di Bigas

Liga - Il Barcellona regola il Las Palmas: 1-4 al Gran Canaria
Liga - Il Barcellona regola il Las Palmas: 1-4 al Gran Canaria
LAS PALMAS
1 4
BARCELLONA
LAS PALMAS: VARAS; HELDER, LEMOS, BIGAS, MACEDO, MONTORO (78' HERNAN), VIERA (85' CASTELLANO), MESA, JESE, BOATENG, MOMO (73' HALILOVIC). ALL. SETIEN
BARCELLONA : TER STEGEN; DIGNE (58' ANDRE GOMES), MARLON, UMTITI, JORDI ALBA, INIESTA, SERGIO BUSQUETS, RAKITIC (79' DENIS SUAREZ), MESSI, SUAREZ (79' ALCACER), NEYMAR. ALL. LUIS ENRIQUE
SCORE: 1-4. 0-1 25'' NEYMAR, 0-2 27' SUAREZ, 1-2 63' BIGAS, 1-3 67' NEYMAR, 1-4 71' NEYMAR
ARBITRO: GONZALEZ AMMONITI: DIGNE (B)
NOTE: ESTADIO GRAN CANARIA INCONTRO VALIDO PER LA TRENTASETTESIMA GIORNATA DI LIGA

Un poker per sperare. Al Gran Canaria il Barcellona batte 4-1 il Las Palmas e continua a sperare, anche se ora serve un miracolo alla squadra di Luis Enrique visto che al Real Madrid basta fare quattro punti in due partite. Sfida non bella con il Barcellona che gioca al piccolo trotto, ma dopo mezz'ora è già in vantaggio di due reti con Neymar e Suarez. Nella ripresa prova a riaprirla Bigas, ma Neymar fa tripletta e chiude i conti sul definitivo 4-1. 

Per quanto riguarda il capitolo formazioni 4-3-3 per il Las Palmas con il tridente d'attacco composto da Jese, Boateng e Momo. Modulo speculare per il Barcellona con Marlon che affianca Umtiti in difesa a causa delle assenze di Piquè e Mascherano mentre in attacco spazio al solito trio formato da Messi, Suarez e Neymar.

Ritmi bassi in avvio di match con il Barcellona che bussa dalle parti di Varas dopo cinque minuti con un colpo di testa di Messi, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma la sfera termina fuori di poco. La risposta del Las Palmas arriva al 7' con una punizione dal limite di Lemos, blocca senza problemi Ter Stegen. La squadra di Luis Enrique gioca al piccolo trotto, ma quando accelera è letale, come al 25', quando Iniesta, con un filtrante d'esterno, libera Suarez che tutto solo davanti alla porta non calcia verso la porta e serve Neymar che deve solo insaccare, 0-1.

Passano solo due minuti e i Blaugrana raddoppiano con Neymar che ricambia il favore a Suarez lanciandolo in profondità: il Pistolero supera con un pallonetto Varas e mette dentro per il raddoppio, 0-2. La squadra di Setien torna a farsi vedere al 37' con un tiro da fuori di Boateng, dopo un errore di Rakitic, ma la sfera termina la sua corsa a lato. La prima frazione termina con il doppio vantaggio del Barcellona. 

Nella ripresa parte meglio il Las Palmas, ma la prima grande occasione è per il Barcellona con Messi che chiede e ottiene l'uno-due con Jordi Alba che restituisce per l'Argentino il quale calcia a botta sicura, ma Lemos salva tutto. Al 59' arriva anche la prima chance per i padroni di casa con Jese che calcia col destro, ma non angola a dovere, respinge Ter Stegen. Sono solo le prove generali del gol che arriva al 63' con un ottima giocata di Viera che serve in mezzo Bigas il quale solo davanti a Ter Stegen non sbaglia, 1-2. La speranza della squadra Canaria dura poco perché al 67' Rakitic mette in mezzo un pallone, Neymar arriva con un fulmine sul secondo palo e di testa insacca, 1-3. 

Non è finita qui perché al 71' il Barcellona cala il poker sempre con Neymar che, servito sulla corsa da Jordi Alba, batte Varas con il destro, 1-4. Al 77' prova anche Messi ad entrare nel tabellino dei marcatori con un diagonale mancino che si perde sul fondo. L'Argentino ci riprova anche al 92', ma Varas gli nega la gioia del gol. E l'ultima emozione della partita: il Barcellona vince e continua a sperare anche se ora serve un miracolo.