Liga, 3^ giornata. Barça impegnato nel derby, Atletico a Valencia. Real con il Levante

Al Camp Nou ecco l'Espanyol nella prima di Dembelè in blaugrana. Test al Mestalla per i colchoneros, Real che insegue contro il Levante al Bernabeu.

Liga, 3^ giornata. Barça impegnato nel derby, Atletico a Valencia. Real con il Levante
Leo Messi esulta dopo uno dei due gol segnati all'Alavès. Fonte: LaLiga.es

La sosta per le nazionali ha regalato al pubblico spagnolo una sontuosa versione delle Furie Rosse, padrone al Santiago Bernabeu contro l'Italia, e altrettanto spettacolari nell'esibizione di martedì sul campo del Liechtenstein. Ora è però tempo di tornare a pensare al campionato, a una Liga che ha visto il Real Madrid partire ad handicap, dopo il pareggio casalingo di due settimane fa contro il Valencia. I blancos di Zidane saranno nuovamente impegnati sul prato amico del Bernabeu contro il neopromosso Levante, mentre il Barcellona, unica tra le big a punteggio pieno, ospiterà al Camp Nou l'Espanyol, in un derby che si annuncia caldissimo, come da tradizione. Ancora in trasferta l'Atletico Madrid del Cholo Simeone, in attesa del completamento dei lavori nel nuovo stadio, stavolta al Mestalla di Valencia, contro l'intrigante formazione di Marcelino Garcia Toral. Costretto invece a sbloccarsi il Villarreal di Fran Escribà, al Madrigàl contro il Betis, mentre il Siviglia di Berizzo cerca i tre punti al Ramòn Sanchez-Pizjuàn contro gli andalusi dell'Eibar. Il programma: 

Venerdì 8 settembre. Ore 21. Leganès - Getafe. Primo storico derby in Liga tra le due formazioni dei sobborghi di Madrid, che arrivano alla sfida del Municipal de Butarque in situazioni differenti. Padroni di casa a punteggio pieno, ospiti a un solo punto in classifica. Per Garitano eco Guerrero di punta, mentre il Getafe è ancora alla ricerca del giusto amalgama. 

Sabato 9 settembre. Ore 13. Real Madrid - Levante. Rientra Sergio Ramos al centro della difesa per Zinedine Zidane, insieme al jolly Nacho (ancora out Varane). Possibile titolarità per Mateo Kovacic al centro del campo al posto di Casemiro, mentre in avanti dovrebbero essere ancora confermati Bale e Benzema (Isco alle loro spalle), nonostante i fischi dell'ultima gara contro il Valencia. Levante a quattro punti, come i merengues: Jason, Bardhi e Morales proveranno a infastidire i blancos giocando tra le linee. 

Ore 16.15. Valencia - Atletico Madrid. Il match più atteso della giornata di Liga si gioca al Mestalla di Valencia, dove giunge l'Atletico di Simeone, reduce dalla goleada del Gran Canaria. Marcelino pare intenzionato a confermare la formazione che ha spaventato il Real, con Gayà di nuovo terzino e Pereira ala. Zaza e Rodrigo di punta, Kondogbia al centro del campo insieme a Parejo. Colchoneros ancora senza lo squalificato Griezmann, ma con l'attacco leggero, composto da Vietto e Correa. 

Ore 18.30. Siviglia - Eibar. Un gol in extremis del brasiliano Ganso ha consentito al Siviglia del Toto Berizzo di passare a Getafe, ma in casa contro l'Eibar gli andalusi vogliono anche convincere. Nolito e Jesus Navàs a supporto di Ben Yedder di punta, Vazquez a centrocampo insieme al ritrovato Krohn-Dehli. Baschi che recuperano Escalante in mediana e Sergi Enrich in attacco, per riscattare la sconfitta casalinga di Ipurua nel derby contro l'Athletic. 

Ore 20.45. Barcellona - Espanyol. Attesa per l'esordio di Ousmane Dembelè in maglia blaugrana. Possibile 4-2-3-1 per Ernesto Valverde, con Messi alle spalle del Pistolero Luis Suarez e Deulofeu sulla banda destra. Chance anche per Paulinho al fianco di Busquets, mentre in difesa è confermato Umtiti, con Semedo favorito come terzino destro. In difficoltà l'Espanyol di Quique Sanchez Flores, che ripropone Leo Baptistao e Gerard Moreno come coppia offensiva. Piatti e Jurado sulle ali, Darder a centrocampo con Diop.

Domenica 10 settembre. Ore 12. Deportivo La Coruna - Real Sociedad. Baschi a punteggio pieno al Riazòr, dopo aver mostrato calcio champagne nelle prime due uscite stagionali. Solito 4-2-3-1 per Eusebio Sacristàn, con le varianti Kevin Rodrigues da terzino sinistro e Sergio Canales nella linea dei tre trequartisti, con Xabi Prieto e Adnan Januzaj alle spalle di Willian Josè. Deportivo di Pepe Mel a un solo punto, con Fede Cartabia vicino al bomber Florin Andone sul prato del Riazòr.

Ore 16.15. Athletic Bilbao - Girona. A San Mamès arrivano i catalani del Girona, a quattro punti esattamente come i baschi, che potrebbero lasciar fuori Aduriz per Inaki Williams, con Raul Garcia alle sue spalle. Confermato Muniain, mentre Kepa in porta è chiamato a ripetersi dopo l'exploit degli ultimi mesi. Girona con la difesa a cinque e Stuani punto di riferimento offensivo. 

Ore 18.30. Celta Vigo - Alavès. Due squadre a zero punti si affrontano nella cornice del Balaidos di Vigo. I galiziani di Unzuè sperano nella vena realizzativa di Iago Aspas, in rete (doppietta) con la nazionale, e in quella dello scatenato Maxi Gomez. Necessario equilibrio contro i baschi dell'Alavès, pronti a schierare in attacco il duo ex blaugrana formato da Munir e Bojan Krkic, con quest'ultimo al ritorno in Liga dopo anni in giro per l'Europa.

Ore 20.45. Villarreal - Betis Siviglia. Non può sbagliare il Villarreal di Fran Escribà, al Madrigàl, dopo due sconfitte consecutive in trasferta. Bacca e Bakambu confermati in attacco, ma pensa ancora l'assenza a centrocampo di Bruno Soriano, con il nuovo acquisto Pablo Fornals dirottato sull'esterno (spazio a Rodri e Trigueros in mezzo). Il Betis di Quique Setièn è reduce dalla rimonta casalinga contro il Celta, firmata Sergio Leòn e Feddal. L'ex Osasuna guiderà l'attacco degli andalusi. 

Lunedì 11 settembre. Ore 21. Malaga - Las Palmas. Problemi societari hanno alimentato il caos nel Malaga di Michel, che a La Rosaleda deve vincere contro un Las Palmas in un'identica situazione di classifica. Padroni di casa con Borja Bastòn e Adriàn di punta (spazio anche per il giovane Javi Ontiveros), ospiti costretti a calarsi nella nuova dimensione di squadra che lotta per la salvezza, dopo un'annata vissuta a metà classifica, con Aquilani pronto all'esordio, Halilovic e Viera alle spalle dell'argentino Calleri.