Liga - Il Siviglia riprende il passo: steso il Malaga nel derby andaluso (2-0)

Banega entra e dal dischetto sblocca una gara intricata, raddoppia Muriel con uno spunto. Sale a 16 punti la compagine di Berizzo, che riscatta la sconfitta con l'Atletico. Sesta sconfitta in sette gare per Michel, che ora rischia il posto: un solo punto raccolto.

Liga - Il Siviglia riprende il passo: steso il Malaga nel derby andaluso (2-0)
Fonte immagine: Twitter @
Siviglia
2 0
Malaga
Siviglia: (4-3-3) - Soria; Mercado, Kjaer, Lenglet, Escudero; Krohn-Dehli (84' N'Zonzi), Pizarro, Vazquez (58' Banega); Navas, Muriel, Correa (69' Nolito). All. Berizzo
Malaga : (4-2-3-1) - Roberto; Rosales, Torres, Baysse, Ricca (25' Juanpi); Gonzalez, Rolon (75' Penaranda), Recio; Mula (77' Keko), Rolan, Juankar. All. Michel
SCORE: 68' rig. Banega (S), 70' Muriel (S).
ARBITRO: Daniel Trujillo Suarez. AMMONITI: Rolon, Mercado, Kjaer.
NOTE: Settima giornata di Liga 2017/18, gara giocata al Sanchez Pizjuan alle 16.15.

La sconfitta contro l'Atletico Madrid è già un lontano ricordo per il Siviglia, che nella settima giornata di Liga 2017/18 si prende il derby andaluso contro il Malaga: al Sanchez Pizjuan la sentitissima sfida termina per 2-0, frutto delle reti di Banega e Muriel nella ripresa, dopo un primo tempo convincente e un avvio di ripresa leggermente difficile.

Le scelte - Rotazioni come sempre ampie per Berizzo, che esclude dall'undici perni come Rico, Pareja, N'Zonzi, Banega e Nolito. Occasione importante per Muriel in avanti, con Navas e Correa. Spazio per Krohn-Dehli in mezzo con Pizarro e Vazquez, out Ganso, non al top. Assenze forzate invece per Michel, Luis Hernandez e Diego Gonzalez, oltre a Kuzmanovic e Borja Baston. Rientra Miguel Torres al centro della difesa per affiancare Baysse. In mezzo Adrian Gonzalez e Recio affiancano Rolon, davanti Juankar rientra da problemi fisici e completa il tridente con il canterano Mula e Diego Rolàn.

Avvio convincente dei padroni di casa, immediatamente pericolosi dalle parti di Roberto con un destro di esterno di Navas alto non di molto. All'avvisaglia il Siviglia dà poco seguito e incappa continuamente nella trappola del fuorigioco orchestrata da Michel, almeno fino al quarto d'ora, quando Muriel manda sull'esterno della rete da buona posizione, trovando un raro spazio nella retroguardia a cinque. I piani ospiti si scombussolano quando Ricca dà forfait, dovendo cedere il campo a Juanpi ed obbligando Michel a ridisegnare la squadra con un 4-2-3-1 più puro. Pizarro prova ad approfittarne da subito, manda però alto di testa, lo emula Navas alla mezz'ora. Palla stabilmente tra i piedi degli uomini di Berizzo, anche se il nuovo assetto alla lunga viene assorbito bene dal Malaga. Mercado prova a indirizzare il match dalla parte dei suoi provando il jolly dalla distanza, palla larga non di molto con Roberto probabilmente fuori causa. Nel finale c'è anche spazio per un insidioso mancino di Mula, il migliore dei suoi, su cui deve mettere le mani David Soria, deviando in corner.

La gara scende ancora di ritmi in avvio di ripresa, il Malaga punge con le ripartenze: cresce Juanpi, mentre dall'altra parte Mula impegna Soria. Offensivamente il Siviglia sbatte sul muro avversario, solo dopo l'ora di gioco si vede Correa, pericoloso ma neutralizzato da Roberto. Al 68' finalmente gli uomini di Berizzo passano in vantaggio: Navas fugge in contropiede, apre per Correa che riceve sul lato sinistro dell'area e punta Rosales che lo atterra, il rigore è la naturale e ovvia conseguenza. Dal dischetto Banega è impeccabile, firma il primo gol dal ritorno aprendo il destro e scoccando un tiro precisissimo ed imprendibile. Due minuti dopo arriva anche il raddoppio: brutta palla persa da Rolon, Muriel si tuffa in uno spazio, fiammata vincente e botta sul primo palo che Roberto non trattiene. 2-0 e gara in cassaforte.

La reazione del Malaga è soltanto affidata al solito Recio, vicino due volte allo specchio della porta, senza però centrarlo con la dovuta precisione. Berizzo chiede gestione e la ottiene, anche se Soria deve effettuare un paio di parate. Finisce così 2-0, con Roberto che nega a Nolito la gioia del gol nel recupero. Sale a 16 punti il Siviglia, alla quinta vittoria in sette gare. Ancora a secco Michel, che ora rischia l'esonero: un punto in sole sette partite.