Doppietta di Isco al Bernabeu, il Real Madrid batte l'Espanyol e trova la prima vittoria in casa

Gli uomini di Zidane conquistano i primi tre punti stagionali in casa, grazie alla doppietta di Isco che consente alle merengues di contenere a sette punti il distacco dai blaugrana.

Doppietta di Isco al Bernabeu, il Real Madrid batte l'Espanyol e trova la prima vittoria in casa
Real MAdrid
2 0
Espanyol
Real MAdrid: Navas; Hakimi, Varane, Sergio Ramos, Nacho Fernández; Modrić (82' Ceballos), Casemiro, Kroos (70' Lucas Vázquez); Isco (90' Borja Mayoral); Asensio, Cristiano Ronaldo.
Espanyol: Pau López; Sergio Sánchez (69' Granero), David López, Hermoso, Aarón Martín; Roca (46' M.Navarro), Fuego, Darder, Jurado (46' Sergio García); Gerard Moreno, Léo Baptistão.
SCORE: 1-0, min. 29, Isco 2-0, min. 71, Isco
ARBITRO: Jose Gonzalez. Ammonisce, 36' Nacho Fernández, 65' Sergio Sánchez, 77' Casemiro, 90' Aarón Martín
NOTE: Liga 2017/2018 Stadio Santiago Bernabeu

Il Real Madrid sfata il tabù casalingo centrando la prima vittoria in campionato al Bernabeu, grazie alla doppietta di Isco contro l'Espanyol. Buono dunque il quarto tentativo per gli uomini di Zidane per vincere davanti al proprio pubblico e riuscire  a contenere il distacco in classifica dai blaugrana, ora a +7. Tantissime occasioni per le merengues che non sono riuscite a finalizzare con Ronaldo che resta ancora a secco in Liga dopo tre partite giocate, rendendosi comunque utile con l'assist sul primo gol di Isco. Un match a due facce per i padroni di casa, salvati sul finire del primo tempo dal palo di Moreno, e in netto calo nella ripresa. Buon debutto, invece, per Achraf Hakimi, 18enne canterano, schierato sulla fascia destra da Zidane visto l'indisponibilità di Carvajal fermato da un'infezione al pericardio.

PRIMO TEMPO Agli uomini di Zidane basta un minuto per rendersi pericolosi: Sergio Ramos pennella per Isco ma Lopez, in uscita, chiude la porta al numero 9 blanco. Due minuti più tardi è ancora lo spagnolo, servito da Ronaldo, a provare il destro da fuori ma il tiro è centrale e Lopez gli dice ancora no. Le merengues, inarrestabili, non danno tregua al malcapitato Espanyol tanto che al 4’ci prova anche Asensio sugli sviluppi di un corner ma il giovane talento non calcia benissimo e la palla sfila a lato. Primi dieci minuti di assedio dei padroni di casa con Lopez che al 7’ sventa il tentativo mal riuscito di Ramos. L’Espanyol prova timidamente a farsi vedere ma il controllo del gioco è completamente nelle mani del Real. Manca solo il gol che però sembra non arrivare nonostante i padroni di casa continuino ad attaccare. Modric, al 22’, prova il tiro da fuori area ma non trova la porta. Poi Lopez, due minuti più tardi, serra ancora la porta con una gran parata su colpo di testa di Ramos. 

Èun tiro al bersaglio. Hermoso ribatte il tiro da fuori di Isco al 28’ poi il Real trova finalmente il vantaggio. Proprio lo spagnolo, grazie al tocco smarcante di Ronaldo, questa volta non sbaglia davanti a Lopez che nulla può per evitare la rete. Il vantaggio non frena il Real che prova subito a trovare il raddoppio ma il sinistro di Ronaldo finisce di poco alto sopra la traversa. Sempre il portoghese si fa sbarrare la strada da Lopez al 32’ vitando il 2-0. Finalmente, sul finire del tempo, si fa vedere l’Espanyol. Al 42’ Gerard Moreno cercare di sfruttare il mancato aggancio di Nacho ma scarica un sinistro facile per Navas. Risponde Ronaldo sul capovolgimento di fronte ma il colpo di testa del portoghese non trova la porta. Gli ospiti sembrano essersi svegliati improvvisamente e al 44’ su errore di Casemiro, Moreno colpisce il palo con un sinistro al volo.

SECONDO TEMPO Nella ripresa cambia tutto Flores passando ad un 5-3-2 che porta subito in avanti i suoi. Navarro infatti, neo entrato, ha sui piedi l’occasionissima per il pareggio ma Navas è reattivo e devia in angolo. Il Real sembra distratto e non riesce ad essere incisivo come nella prima frazione. I catalani riescono a mettere in difficoltà la retroguardia merengue grazie a rapide ripartenze, peccando esclusivamente nell’ultimo passaggio. Ramos al 70’ commette un brutto errore ed è clamorosa l’occasione per l’espanyol con Nacho a salvare sulla linea. È però sul rovesciamento di fronte che il Real colpisce sornione chiudendo i conti ancora grazie ad Isco con un preciso destro a giro sul palo più lontano. Gli ospiti non sembrano avere più la forza di reagire mentre il Real cerca il tris sul finale  di partita con Ronaldo, ancora a secco, Vazquez e Sergio Ramos.