LaLiga - Real, clima derby in casa del Getafe

Trasferta breve, ma scomoda, per Zinedine Zidane, che recupera pezzi importanti, ma perde Bale. Il Getafe può insidiare i Blancos.

LaLiga - Real, clima derby in casa del Getafe
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi

Un divario di sette punti da colmare passo dopo passo, questa è la nuova sfida del Real Madrid per quanto concerne la Liga. Nell'ottava giornata, i Blancos sono di scena sul difficile campo del Getafe, dove già la capolista Barcellona ha faticato - e non poco - per vincere 1-2, peraltro di rimonta. Sono 8 i punti per i madrileni, 14 quelli dei campioni di Spagna e d'Europa in carica, 21 per i blaugrana capolista. Stasera, però, al Wanda Metropolitano va in scena la supersfida tra l'Atletico e gli uomini di Valverde, una ghiotta possibilità di guadagnare preziosissimi punti per Zidane, che per una volta deve tifare i Colchoneros per sperare di riaccorciare alla svelta, dopo un inizio a dir poco negativo.

In trasferta, per la verità, il Real Madrid ha tenuto un ottimo andamento: tre vittorie in tre gare, di cui una decisamente sofferta sul campo del Deportivo Alaves, squadra che ha messo alle corde in più situazioni i Merengues, i quali alla fine hanno portato a casa tre prestigiosi punti. Fu la seconda gara di Liga in stagione con Cristiano Ronaldo in campo, ma non trovò la rete, cosa che si è ripetuta anche nel 2-0 interno contro l'Espanyol. Il portoghese è ancora a digiuno dopo tre gare di campionato.

Quest'oggi, però, CR7 ritrova al suo fianco un uomo chiave come Karim Benzema: l'intesa tra i due, a livello di movimenti, è unica ed è una spina nel fianco delle difese avversarie. A completare il tridente c'è Isco, che prosegue nel suo momento magico. Centrocampo al completo, con Modric e Kroos - ristabilito dopo un problema in settimana - ad affiancare il perno Casemiro. In difesa manca Carvajal, ma rientra Marcelo a sinistra; Nacho si può quindi spostare a destra, con Varane e Ramos a protezione di Kiko Casilla. Assenti anche Bale, Kovacic e Keylor Navas.

Risponde con il classico 4-4-2 il Getafe di Bordalas, a partire da Guaita in porta, con Damian Suarez e Antunes sulle corsie, mentre Djené e Cala compongono la linea mediana. Arambarri affianca Amath a centrocampo, Bergara e Fajr esplorano le corsie esterne, mentre Angel e Jorge Molina sono i riferimenti offensivi. Out Pacheco, Gorosito, Gacu, Mora e Jefferson.