Liga - Furia Real, Siviglia battuto 5 a 0

Zidane trionfa al Bernabeu grazie ad un super primo tempo. Siviglia in difficoltà per tutta la partita.

Liga - Furia Real, Siviglia battuto 5 a 0
Cristiano Ronaldo, tornato al gol oggi (Twitter - Real Madrid C.F.)
Real Madrid
5 0
Siviglia
Real Madrid: Navas; Hakimi, Vallejo, Nacho, Marcelo; Vazquez, Kroos (Llorente al 63'), Modric (Ceballos al 71'), Asensio; Benzema, C. Ronaldo (Isco al 76').
Siviglia: Rico; Mercado, Kjaer, Lenglet, Carole; Banega (Krohn Dehli all'80'),Pizarro; Vazquez (Geis al 71'), Navas, Nolito (Sarabia al 57'); Muriel.
SCORE: 1-0, Nacho al 3'. 2-0, Ronaldo al 23'. 3-0, Ronaldo al 31' (rigore). 4-0, Kroos al 38'. 5-0, Hakimi al 42'.
ARBITRO: Martinez Munuera. Ammoniti: Muriel, Banega (S).
NOTE: Santiago Bernabeu di Madrid

Un ritrovato Real Madrid passeggia su un deludente Siviglia e torna alla meritata vittoria. Non c'è mai partita al Bernabeu, Nacho apre le danze dopo pochissimi minuti, quindi la doppietta di Ronaldo chiude definitivamente i conti e infine Kroos e Achraf Hakimi portano il risultato sul 5 a 0 a fine primo tempo. La ripresa è all'insegna del possesso palla madrileno e di qualche rara fiammata del Siviglia che prova a trovare con orgoglio il gol della bandiera

Le scelte tattiche

Zidane schiera i suoi con un classico 4-4-2, la coppia d'attacco è formata da Benzema e da Cristiano Ronaldo, fresco vincitore del suo 5° pallone d'oro. A centrocampo Modric e Kroos compongono la diga centrale con Asensio e Lucas Vazquez sulle corsie laterali. In difesa ancora titolare Achraf Hakimi sulla destra, con Marcelo sulla corsia opposta e coppia centrale formata da Nacho e Vallejo. In porta gioca Navas.
Risponde il Siviglia di Carlos Ernesto Marcucci con un 4-2-3-1, Rico fra i pali e linea difensiva a quattro composta da Mercado, Kjaer, Lenglet e Carole. Metà campo con Banega e Pizarro davanti alla difesa, linea di trequartisti formata da Nolito e Navas sugli esterni e Vazquez dietro Muriel, unica punta. 

La partita

La partita inizia a ritmi elevati ed è subito scoppiettante con il Real Madrid che spinge sull'acceleratore e si fa subito pericoloso. Il primo squillo dei Blancos porta la firma di Lucas Vazquez il quale riceve da Asensio e calcia a giro, trovando però la pronta risposta di Rico. Al 3', la squadra di Zidane passa in vantaggio: angolo battuto da Kroos, pasticcio fra Kjaer e Muriel che regalano palla a Nacho, il quale insacca da pochi passi con facilità.

Si mette in discesa la partita per gli uomini dell'ex numero 5 delle Merengues, il Siviglia accusa il colpo e non riesce a rispondere nel breve periodo se non con il tentativo da fuori di Jesus Navas, sul quale non ha problemi Keylor Navas. Al 10', Ronaldo calcia potente di sinistro dal limite dell'area, ma è decisivo Rico nel salvare la porta ospite. Il numero uno del Siviglia, però, deve arrendersi al 23' quando Ronaldo viene servito da Asensio, salta Carole e Lenglet e si presenta solo davanti alla porta, battendolo. Secondo gol in Liga per Cristiano che festeggia così la conquista del suo 5° pallone d'oro. Il numero 7 portoghese però non si accontenta: al 31' Asensio mette in mezzo un traversone che viene deviato con il braccio da Navas; per Munuera non ci sono dubbi: è calcio di rigore; Ronaldo si incarica di battere e realizza con freddezza. 

Siviglia completamente in bambola, Banega prova a scuotere i suoi con un bel destro dai 30 metri che si perde però sul fondo, quindi è ancora il Real a spingere con l'ispirato Ronaldo che si coordina a centro area e in acrobazia impegna severamente l'attento Rico. Prosegue il monologo del Madrid che si concretizza nel 4 a 0, firmato da Toni Kroos il quale appoggia con il piattone su servizio di Vazquez, dopo aver seguito l'azione per oltre 50 metri.

Marcucci e i suoi non vedono l'ora che arrivi il fischio di fine primo tempo, ma mancano ancora 5' nei quali il Real trova anche la rete del clamoroso 5 a 0. E' Achraf Hakimi a completare la manita con un destro sul primo palo dopo una percussione sulla destra e assist di Benzema. Fra gli applausi del Bernabeu per un ritrovato Real Madrid, si conclude quindi la prima frazione di gara.
Le Merengues esultano per il gol di Kroos (Twitter - Real Madrid C.F.)

Nella ripresa il Siviglia prova timidamente ad alzare il baricentro e il Real, almeno inizialmente, abbassa il ritmo cercando di gestire il pallone. Gli ospiti tornano così a farsi vedere dalle parti di Navas con due occasioni per Nolito e Muriel, ma entrambi i tentativi degli attaccanti del Siviglia sono respinti dall'attento numero uno dei Blancos. Arriva quindi il momento delle prime sostituzioni: esce Nolito nel Siviglia, dentro al suo posto Sarabia; Zidane decide di far riposare invece Modric e Kroos inserendo Ceballos e Llorente al loro posto. Sembra essere sazio il Real, non lo è di certo Benzema ancora a caccia del primo gol di giornata che va ad impattare di testa sul traversone di Ronaldo, ma il pallone, colpito benissimo, si schianta sul palo sinistro della porta difesa da Rico. Al 75, Zidane concede la meritata standing ovation a Cristiano Ronaldo, al suo posto entra Isco. All'80 Muriel ha sui piedi la palla del gol della bandiera, ma il suo piatto destro è troppo debole e Navas blocca senza patemi. Il finale è privo di emozioni, il Siviglia cerca con orgoglio la rete della bandiera con scarso successo, il Real si accontenta del risultato e gestisce il pallone fino al fischio finale.

Il Real sale dunque a 31 punti staccando proprio il Siviglia, in attesa di conoscere i risultati di Barcellona, Valencia e Atletico Madrid, impegnati rispettivamente contro Villareal, Celta Vigo e Real Betis nella giornata di domani. La Liga è sempre più aperta, il Real è ancora vivo.