Ibra si gode il successo del suo Psg, ma nel frattempo guarda anche al futuro: Mls nel mirino

L'attaccante svedese ha parlato ai microfoni dell'Equipe nell'immediato postpartita di Marsiglia-Psg, dove ha espresso tutta la sua soddisfazione nei confronti della sua squadra, unica in Europa a giocarsi ancora quattro competizioni. Tuttavia, Ibra pensa anche al futuro.

Ibra si gode il successo del suo Psg, ma nel frattempo guarda anche al futuro: Mls nel mirino
Ibra contento del successo del suo Psg, ma nel frattempo guarda anche al futuro

Con l'importantissima vittoria ottenuta per 3-2 sul campo del Marsiglia, al Velodrome, il Paris Saint Germain di Laurent Blanc ha, oltre a mantenere la vetta della classifica di Ligue 1 a +1 sul Lione, scacciato l'assalto proprio dei marsigliesi per la lotta al titolo. Una battaglia, epica, che non ha lesinato forze, orgoglio ed intensità per tutta la durata del match. Al termine del quale, ai microfoni dell'Equipè, è intervenuto l'attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic, che ha propiziato col suo movimento l'autogoal decisivo di Morel del definitivo 2-3.

In primis Zlatan ha voluto sottolineare i meriti della compagine di Blanc, unica squadra in Europa ad essere ancora in corsa in tutte le competizioni (Ligue 1, Coppa di Lega, Champions League e Coppa di Francia): "Non è mai facile giocare dopo gli impegni con le nazionali, infatti mi sentivo non al top. Non avendo riposo bisogna trovare la giusta chimica nella squadra. Non dimentichiamo che siamo l'unica compagine in Europa che è ancora in corsa su quattro fronti. Ma non sarà un orgoglio se non vinceremo niente". Il +5 sul Marsiglia, tuttavia, non fa dormire sonni tranquilli all'ex Juve, Inter, Barcellona e Milan: "Quella contro il Marsiglia è stata una vittoria importante per la classifica. Credo che loro, una buona squadra, potranno lottare per il titolo fino alla fine della stagione. Ogni partita si sta dimostrando più difficile del previsto quest'anno".

Nel frattempo, però, lo svedese sembra pensare, oltre ai risultati sul campo (ed a quella coppa dalle grandi orecchie che non ha mai vinto), anche al suo futuro. Secondo quanto si apprende dal sito svedese 'Aftonbladet' Ibra si sarebbe recato presso l'ambasciata statunitense di Parigi per richiedere il visto per lavorare negli Usa, quello definitivo. Un indizio che potrebbe far presagire un accordo con qualche squadra di Major League, dove Ibra potrebbe svernare e chiudere la sua magnifica carriera. 

Ipotesi, che per il momento non trovano riscontri ovviamente nell'entourage del calciatore. Ibra è concentrato ed orgoglioso del lavoro del suo Paris Saint Germain. Alla vigilia di due importantissime partite tra Coppa di Lega e Coppa di Francia, ma soprattutto in vista della doppia sfida al Barcellona che potrebbe spianare le porte alla semifinale di Champions League. Il Psg ci crede, Ibra affila gli artigli.