Il weekend di Ligue 1: il PSG vince ancora, l'Angers batte il Lione e torna secondo. Ok il Monaco, cade il Caen

I capitolini vincono 3-0 sul campo del Nizza e allungano, ora è +15 sulla seconda che è il sorprendente Angers, corsaro alla Gerland. Vincono Monaco e Bordeaux, pari per Marsiglia e Saint-Etienne.

Il weekend di Ligue 1: il PSG vince ancora, l'Angers batte il Lione e torna secondo. Ok il Monaco, cade il Caen
Il weekend di Ligue 1: il PSG vince ancora, l'Angers batte il Lione e torna secondo. Ok il Monaco, cade il Caen

Si accende la corsa al secondo posto in Ligue 1, il campionato più a senso unico del panorama europeo, dove la capolista ha un numero di punti di vantaggio quasi pari alle partite giocate. Il PSG infatti comanda la classifica con 45 punti, ben 15 di vantaggio sulla prima inseguitrice. I capitolini, nella 17esima giornata, hanno vinto senza troppi patemi sul campo del Nizza, archiviando la pratica già nel primo tempo con le reti di Cavani e Ibrahimovic, quest'ultimo su rigore, con annessa esplusione di Hult che ha definitivamente spianato la strada. Lo svedese si è poi ripetuto nella ripresa, siglando il definitivo 0-3.

La prima inseguitrice è una delle tante sorprese del campionato, forse la più clamorosa di tutte: l'Angers ha espugnato infatti il campo dell'Olympique Lione grazie alla doppietta di N'Doye e si è riportato alle spalle del PSG, anche se a debita distanza, come detto prima. Non è più dunque il Caen la prima inseguitrice, visto il crollo interno per certi versi clamoroso contro un Lille che sembra essere uscito dalla crisi, dopo aver battuto settimana scorsa il Saint-Etienne al Métropole: Benzia segna un gol per tempo e il rigore di Delort serve solo ad accorciare le distanze e fissare l'1-2 finale.

Inanella il quarto risultato utile consecutivo anche il Monaco, che si inserisce al quarto posto grazie al 2-1 in Corsica sul Bastia. Succede tutto nei 20 minuti finali, Lacina Traoré firma la doppietta che manda avanti la squadra di Jardim, Romain accorcia le distanze nel finale. Resta invece più indietro il Saint-Etienne, fermato sull'1-1 in casa dall'ottimo Rennes, che va anche in vantaggio con Pedro Henrique prima che, a 10 dal termine, Eysseric pareggi dal dischetto.

Ne approfitta per riavvicinarsi l'ottimo Lorient, corsaro sul campo del Tolosa grazie soprattutto alla doppietta di Jeannot, che rimonta il gol di Kana-Biyik in due minuti prima che Ben Yedder firmi il nuovo pareggio e Mesloub chiuda i conti sul 2-3. Non lo segue il Marsiglia, bloccato in casa sul 2-2 dal Montpellier: due volte in svantaggio (doppio Ninga), pareggia prima con Cabella e poi col subentrato Sarr. Si ferma anche il Nantes, al terzo pareggio consecutivo: 1-1 sul campo del Gazelec Ajaccio con le reti di Sala e Tshimbumbu.

Non riesce invece a trovare la prima vittoria stagionale il Troyes, fanalino di coda a quota 6 punti, salvato dal gol di Pi sul campo del Reims, che era andato in vantaggio grazie a De Preville. Dalla zona caldissima della classifica, in conclusione, esce il Bordeaux: Yamberé firma l'1-0 interno sul Guingamp.