Ligue 1: dilagante Monaco, il PSG crolla a Montpellier. Pari per Caen e Lorient

I parigini perdono 3-0 e si allontanano dalla vetta, cementificata da un Monaco schiacciasassi contro il malcapitato Bastia. Oggi tocca al Nizza. Un solo punto, nelle rispettiva uscite, per Lorient e Caen.

Ligue 1: dilagante Monaco, il PSG crolla a Montpellier. Pari per Caen e Lorient
www.goal.com

Cinque gol per riprendere un cammino interrotto contro il Dijon ed in attesa del Nizza. Potrebbe essere questo il sunto della quindicesima giornata del Monaco, che al Louis II schianta un Bastia ormai ufficialmente in crisi. I Turchini infatti, contrariamente a quanto visto nella scorsa stagione, non riescono più a vincere, scivolando sempre più in classifica. I monegaschi, comunque, non rischiano praticamente nulla, passando in vantaggio grazie a Mbappe. Nella ripresa, la svolta decisiva, con quattro reti messe a segno in quarantacinque minuti: prima Lemar, poi doppio Falcao ed infine Carrillo. Doloroso ed imprevisto tonfo, invece, per il Paris Saint-Germain, che fallisce la chance una buona occasione per mettere paura al Nizza perdendo in casa del Montpellier. Sotto a causa di una marcatura di Lasne al 42', i parigini non riescono più a riprendersi, subendo nella ripresa i colpi del KO di Skhiri e Boudebouz, ancora in rete e forse definitivamente pronto al calcio che conta.

Un successo importante per morale e classifica, invece, quello del Guingamp, che allo Stade du Roudourou supera nettamente il Nantes grazie alle reti di Briand e Salibur. Le prime posizioni sono lontane, puntare però ad un posto in Europa League non sembra essere più un'utopia. Deprecabile episodio, che ha portato alla sospensione della gara, al contrario, in Metz-Lione, dove il portiere ospite Lopes è stato colpito da un petardo poco dopo aver subito un gol, messo a segno da Hein al 28'. Il match, sospeso per più di quaranta minuti, non è più ricominciato, con il portiere trasportato in ospedale per accertamenti. Risulato sorprendente ed inaspettato, poi, tra Bordeaux e Lilla, con il LOSC abilissimo ad espugnare lo stadio dei girondini grazie a De Preville, che al 44' marca l'unica rete di gara. Pesa, per i padroni di casa, il rigore fallito da Rolan al 73', vero e proprio regalo per un Lille uscito finalmente dalle zone rosse. Ora però non si deve più fallire. 

In zona retrocessione, 2-2 del Lorient, che non riesce a fare bottino pieno in casa dell'Angers nonostante qualche sprazzo di buon calcio. Avanti grazie ad un gol di Marveaux, i Naselli subiscono il pari da parte di  Diedhiou, per poi andare sotto dopo la marcatura vincente messa a segno da D'Doye. Poco male, comunque, per i ragazzi di Casoni, abili ad agguantare il pari grazie a Waris. Un punto che essenzialmente aiuta poco, con il Lorient ancora ultimo e sempre più disperato. Più avvincente, infine, il pari tra Caen e Dijon: Santini apre le marcature al 24', due minuti dopo ci pensa Lees Melou a rendere il tutto più avvincente. Nella seconda parte di frazione, ancora Santini in marcatura, con i padroni di casa che si portano sul 3-1 grazie anche a Karamoh. Tutto finito? Nemmeno per sogno, con il Dijon bravo e fortunato a segnare, prima con Diony e poi grazie ad un autogol di Yahia al minuto numero ottantuno.