Ligue 1: i cinque punti salienti del girone di andata

La sorpresa Nizza, il crollo del PSG. Questo e molto altro in questa breve analisi di Ligue 1.

Ligue 1: i cinque punti salienti del girone di andata
Ligue 1: i cinque punti salienti del girone di andata

Prima di riprendere con il girone di ritorno, per le venti di Ligue 1 è tempo di vacanze ma anche di riflessioni, per capire cosa si potrebbe migliorare dopo le gare dell'andata. Tra formazioni promosse, sorprese ed incrollabili certezze divenute più friabili del previsto, proviamo a delineare i punti salienti della prima metà del massimo campionato calcistico francese.

1. L'EFFETTO NIZZA
Non si poteva cominciare diversamente. Contrariamente a quanto previsto al via, infatti, i rossoneri di Favre hanno dominato tutto il girone di andata, concludendo al comando nonostante una leggera flessione nelle ultime uscite dell'anno solare. Un collettivo solido, atleticamente in palla, un mix perfetto di giovani e di talenti guidati da due attaccanti micidiali, Plea e Mario Balotelli, ritornato ad essere micidiale nonostante i molti dubbi della vigilia. Le premesse per il titolo ci sono tutte, il percorso non sarà però così facile.

Plea festeggiato dopo il gol al Tolosa | goal.com
Plea festeggiato dopo il gol al Tolosa | www.goal.com

2. IL RUGGITO DELLA TIGRE
Questa edizione della Ligue 1 è stata anche quella della rinascita di Radamel Falcao, che dopo anni al buio sembra essere seriamente intenzionato a rientrare di diritto nel Pantheon dei bomber d'Europa. Il colombiano, autore di undici reti e di due assist, sta letteralmente trascinando il Monaco, che non per caso ha chiuso l'andata con l'incredibile score di cinquantasei reti in diciannove gare, statistica impressionante che conferma l'attitudine al gol e al sacrificio del bomber ex Porto, sempre pronto a sacrificarsi in attacco o durante la manovra dei suoi. Per ora l'eccellente stato di forma di Falcao non ha condotto il Monaco alla vetta, ma i soli due punti dalla capolista non sono affatto una distanza incolmabile.

Radamel Falcao con la maglia del Monaco
Radamel Falcao con la maglia del Monaco | mirror.co.uk

3. UNAY EME..NI
Un semplice gioco di parole che descrive appieno la situazione del Paris Saint-Germain, passato in pochi mesi da corazzata a cingolato da oliare. L'arrivo del tecnico ex Siviglia non ha infatti giovato ai francesi, che faticano a ritrovare se stessi nonostante la lunghissima lista di campioni. Ed è proprio grazie alle stelle, infatti, che i parigini non hanno affondato, risolvendo molte partite grazie a lampi isolati e ad un Edinson Cavani tornato come ai tempi del Napoli. Da solo, però, il Matador non può cambiare la stagione, ed il terzo posto in classifica a -5 dal Nizza conferma questa tesi. La prima cosa da fare è recuperare l'armonia, sperando successivamente di altrui passi falsi.

Il crollo del PSG contro il Tolosa | www.marca.com
Il crollo del PSG contro il Tolosa | www.marca.com

4. L'ALTALENA DELLE NOBILI DECADUTE
Saint Etienne, Lione e Marsiglia, collettivi nobili che non riescono a trovare continuità. Per diversi motivi, infatti, le tre squadre hanno vissuto momenti davvero difficili, passando dal disputare gare scintillanti al crollare inaspettatamente. Il Lione per esempio, tra le tre la più in forma, durante il girone di andata ha battuto il Monaco in casa perdendo al contrario contro il Guingamp. In ripresa il Marsiglia, rinato sotto Garcia e seriamente deciso a non dire addio all'Europa. Fa davvero fatica, invece, il Saint Etienne, addirittura ottavo dopo diciannove partite.

Il Lione esulta dopo un gol contro il Lorient | www.goal.com
Il Lione esulta dopo un gol contro il Lorient | www.goal.com

5. L'EFFETTO CONCEICAO
In ultimo, una postilla doverosa andrebbe a Sergio Conceiçao, salito sulla barca del Nantes nel momento di mare mosso. Da sapiente navigatore, però, il portoghese ha trovato la rotta nonostante la pioggia ed i venti avversi, ottenendo sei punti in due gare e portando i Canarini lontano dalle zone rosse. Nulla è ancora certo, ma continuando così il Nantes ha ottime possibilità di restare in Ligue 1. Vedremo. 

Bammou esulta a testa in giù | www.gazzetta.it
Bammou esulta a testa in giù | www.gazzetta.it