Lione, ecco Bertrand Traorè: è ufficiale

L'attaccante burkinabè si trasferisce in Francia: al Chelsea andranno 10 milioni di euro. L'OL però non si ferma e va alla caccia di altri colpi.

Lione, ecco Bertrand Traorè: è ufficiale
Lione, ecco Bertrand Traorè: è ufficiale | www.dailystar.co.uk

Il Lione perde pezzi, ma non sta a guardare e comincia a piazzare colpi. Dopo aver ceduto Corentin Tolisso al Bayern Monaco e Mathieu Valbuena al Fenerbahce, ed in attesa di sviluppi sulle questioni relative a Lacazette e Gonalons, l’OL annuncia l’acquisto di Bertrand Traorè dal Chelsea. L’attaccante, nativo del Burkina Faso, si trasferisce in Francia per 10 milioni di euro più il 15% da corrispondere ai Blues in caso di futura rivendita, come si legge sul comunicato ufficiale del club, e si lega alla sua nuova società con un contratto quinquennale, fino al 30 giugno 2022.

Classe 1995, Traorè viene prelevato dalla sua terra natia dall’Auxerre non ancora quindicenne, per poi essere acquistato dal Chelsea 3 anni più tardi. I Blues lo girano in prestito al Vitesse per una stagione e mezza dove si fa notare mettendo a segno 20 goal in 51 partite fra Eredivisie e Coppa Nazionale. Debutta nella prima squadra del Chelsea in Champions League contro il Maccabi Tel Aviv nel settembre 2015 ed in Premier League tre mesi dopo, concludendo l’annata con 4 goal in 16 presenze fra campionato e coppe. Ritorna in Olanda, questa volta all’Ajax, nell’estate 2016 e con la maglia dei lancieri disputa 39 gare in totale, con 9 goal in campionato e 4 in Europa League – tra cui la doppietta proprio al Lione nella semifinale d’andata – aiutando la squadra a raggiungere la finale, persa poi contro il Manchester United a Stoccolma. A gennaio partecipa anche alla Coppa d’Africa con la selezione burkinabè, conclusa con un ottimo terzo posto dopo aver perso soltanto ai rigori nella semifinale contro l’Egitto, in cui si segnala per diverse buone prestazioni.

Grande talento non ancora esploso del tutto, Bertrand Traorè può giocare in tutti i ruoli di un tridente d’attacco, anche se il suo posto preferito è quello di ala destra per poter convergere verso il centro e calciare in porta con il mancino. Per lui il Lione è la grande occasione per sbocciare nel calcio che conta, in un campionato di alto livello ma non di primissima fascia dove gli sarà concesso esprimersi al meglio.

Comunicato dunque l’ingaggio ufficiale di Traorè, che ha seguito il primo acquisto della campagna Fernando Marçal, terzino sinistro del Benfica, l’OL si concentrerà ora sul grande obiettivo per la difesa, ossia Eliaquim Mangala del Manchester City, con il quale c’è già un accordo di massima, mentre per l’attacco, se dovesse concretizzarsi il passaggio di Lacazette all’Arsenal, dagli stessi Gunners potrebbe arrivare Olivier Giroud; infine, le parole del presidente Jean Michel Aulas confermano l’interesse per un altro giovane talento, Mariano Diaz del Real Madrid - “È una priorità per il Lione, se lo prenderemo non sarà in prestito ma a titolo definitivo” -: il costo dell’operazione si aggira tra i 10 ed i 15 milioni.