Southampton: Koeman nuovo allenatore dei Saints

Il Southampton ha scelto: sarà Ronald Koeman il successore di Mauricio Pochettino. L'allenatore olandese si lega ai Saints per i prossimi tre anni

Southampton: Koeman nuovo allenatore dei Saints
Koeman arriva al St Mary 's dopo tre ottime stagioni sulla panchina del Feyenoord

Dopo l'ottavo posto ottenuto nella passata stagione da Mauricio Pochettino - recentemente passato alla guida del Tottenham - quella del Southampton era una delle panchina più appetite dagli allenatori in circolazione. Alla fine l'ha spuntata l'olandese Ronald Koeman che si lega così ai Saints per le prossime tre stagioni.

Il curriculum di Koeman

Lavorare con budget ristretti, praticare un calcio offensivo e saper lanciare giovani. Con un curriculum del genere, era logico che Koeman sarebbe stato il candidato perfetto per dirigere un club, il Southampton, che negli ultimi ha svezzato gente come come Gareth Bale, Theo Walcott,  Adam Lallana, Alex Oxlade-Chamberlain e Luke Shaw.

Pilastro dell'Olanda campione d'Europa nel 1988, Koeman sarà sempre ricordato a Barcellona per aver segnato la storica rete che ha permesso ai Blaugrana di alzare al cielo la prima Coppa dei  Campioni. Proprio a Barcellona, Koeman inizia la propria carriera manageriale, diventando assistente di Louis Van Gaal nella stagione '98-99. 

Il primo vero ruolo da tecnico arriva nel 2000, con il Vitesse Arnheem, prima della chiamata dell'Ajax, l'anno seguente. Ad Amsterdam, Koeman vince due titoli Eredivisie, lanciando gente come Zlatan Ibrahimovic, Rafael Van der Vaart, Niger De Jong, Martin Stekelemburg, Steven Pienaar e Wesley Sneijder.

Negli anni successivi Koeman fa la spola fra Olanda (Psv e AZ) e l'estero (Benfica e Valencia) prima di diventare nuovo tecnico del Feyenoord nel 2011.  Pur non vincendo nessun trofeo, a Rotterdam Koeman conquista due secondi ed un terzo posto in tre anni. Con lui riescono ad esordire promesse del calcio olandese come Stefan de Vrij, Leroy Fer, Bruno Martins Indi, Jordy Clasie e Terence Kongolo, tutti impegnati in questi giorni nel Mondiale brasiliano agli ordini di Van Gaal.

Obbiettivi

Dopo la partenza di Ricky Lambert, finito al Liverpool, i Saints dovranno inevitabilmente coprire il vuoto lasciato dall'attaccante, capace in 5 anni di segnare 105 reti. Koeman dovrà fronteggiare inoltre anche le numerose richieste per i gioielli di casa. Lallana ha estimatori in tutta la Premier League e la vetrina del mondiale potrebbe far accrescere ancor di più il suo valore. Lo stesso discorso può valere anche per Shaw, il diciottenne terzino sinistro che piace moltissimo alle grandi d'Inghilterra.

Altri giocatori molto richiesti sul mercato sono il terzino destro Calum Chambers (19 anni), il difensore centrale croato Dejan Lovren (24) i centrocampisti James Ward-Prowse (18) ed il mediano francese Morgan Schneiderlin (24) , mentre l'altro pezzo pregiato dell'attaco, Jay Rodriguez (24), è ai box per un infortunio al ginocchio rimediato nel finale di stagione ed il suo rientro è previsto solo a Novembre.

Chiunque parti, e chiunque rimanga, Koeman è chiamato a proseguire il lavoro iniziato da Pochettino. Il che inevitabilmente lo potrebbe portare a lavorare con giovani dell'Academy, oppure ad effettuare qualche scaltro acquisto "low-cost", pescando magari nel florido bacino olandese o in campionati minori.  L'ottavo posto della passata stagione è stato un risultato del tutto inaspettato quanto meritato sul campo, ma l'impressione generale è che il Southampton - considerata la giovane età della rosa - ha ancora margini di miglioramento e potrebbe aspirare a qualcosa in più, magari ad una qualificazione in Europa League o ad una delle due coppe (Fa Cup e League Cup). Fermo restando che la squadra non venga smantellata nei suoi pezzi migliori e di conseguenza ricostruita di nuovo da capo.