Il West Ham torna a vincere: 2-1 al Southampton, decide Carroll

Match bellissimo al Boleyn Ground: autogol di Jenkinson, pareggia Michail Antonio. Il gol vittoria arriva per mano della punta inglese a 10 minuti dalla fine.

Il West Ham torna a vincere: 2-1 al Southampton, decide Carroll
West Ham United
2 1
Southampton FC
West Ham United: (4-2-3-1): Adrian; Ogbonna, Tomkins, Collins, Jenkinson; Kouyate, Song (46' Lanzini); Zarate (46' Carroll), Noble, Antonio; Valencia. All.: Slaven Bilic.
Southampton FC: (4-2-3-1): Stekelenburg; Bertrand, Fonte, Van Dijk, Martina; Romeu, Wanyama; Davis, Mane (75' Juanmi), Tadic; (75' Ramirez); Long. All.: Ronald Koeman.
SCORE: 0-1autogol Jenkinson 13', 1-1 69' Antonio, 2-1, 79' Carroll
ARBITRO: Micheal Oliver(ENG). Ammoniti 52' Martina,56' Romeu,58' Tomkins,66' Bertrand.
NOTE: Incontro valido per la 19esima giornata del campionato di Premier League. Si gioca al Boleyn Ground di Londra,ore 18.30. Spettatori 34977.

Il West Ham torna a vincere dopo quattro pareggi di fila e ben due mesi, battendo il Southampton per due reti a uno. Nei primi 10 minuti della gara i Saints faticano ad ingranare ed il West Ham fa possesso palla mettendo sotto pressione gli ospiti. Da lì a poco cambia tutto ed i ragazzi di Koeman passano in vantaggio: al 13' Long dalla sinistra, in una rara folata offensiva dei biancorossi, mette in mezzo il pallone con un cross rasoterra per Tadic, che brucia sul tempo i difensori avversari ed in scivolata realizza il tap-in del vantaggio ospite. Dal replay invece risulta essere Jenkinson l'ultimo a toccare palla quindi trattasi di autogol.

Da questo momento il West Ham si lascia schiacciare nella sua metà campo concendendo spazio ai Saints, ottimi a pressare alto interrompendo le trame di gioco degli Hammers. Al 27' occasionissima per i Saints: Davids lascia sul posto Ogbonna con la sua velocità, passa la palla indietro per Long ma il tiro dell'irlandese viene murato sulla linea di porta da Collins e la palla termina in calcio d'angolo. La squadra di Bilic si sporge in avanti, concedendosi al contropiede nemico. Finisce 0-1 quindi la prima frazione di gioco, con i Saints che dominano la gara dopo 10 minuti di confusione iniziale. L'unico neo per gli ospiti è il mancato raddoppio.

Nell'intervallo Bilic effettua due cambi alla ricerca del pareggio: dentro Carroll e Lanzini, fuori Zarate e Song. Gli Hammers provano a sfruttare il fisico e le sponde della punta inglese come alternativa al solo Valencia in attacco. Koeman teme la reazione dei padroni di casa che nella ripresa spingono di più e la gara diventa apertissima. Al 69' il West Ham pareggia in modo del tutto strano: Antonio cade in area dribblando, Wanyama nel tentativo di spazzare via la palla colpisce il giocatore degli Hammers e la sfera scavalca Steklenburg per l'1-1. Negli ultimi 15 minuti la gara si infiamma con le squadre che attaccano e nessuna delle due sembra volersi accontentare del pareggio. Al 79' arriva il sorpasso degli Hammers firmato da Carroll che ribatte il rete il colpo di testa di Antonio, terminato sul palo. I Saints provano a pareggiarla ma senza successo, finisce dunque con una sconfitta degli ospiti la gara. Per quanto visto nel secondo tempo il West Ham merita la vittoria, ma Koeman può rammaricarsi per il mancato colpo da K.O nella prima frazione