Koscielny ci mette la testa: l'Arsenal faticando batte il Newcastle per 1-0 e va in vetta

3 punti e vetta del campionato in solitaria per l'Arsenal che vede sempre più possibile il sogno scudetto grazie allo 0-0 tra Leicester e Bournemouth.

Koscielny ci mette la testa: l'Arsenal faticando batte il Newcastle per 1-0 e va in vetta
Arsenal faticando batte Newcastle 1-0
Arsenal
1 0
Newcastle
Arsenal: (4-2-3-1) Cech; Bellerin, Mertesacker, Koscielny, Monreal; Ramsey, Flamini; Oxlade-Chamberlain (Campbell min. 68), Ozil, Walcott (Gibbs min. 81); Giroud (Chambers min. 89). All. Wenger
Newcastle: (4-2-3-1) Elliot; Janmaat, Mbemba, Coloccini, Dummett; Tiote (De Jong min. 87), Colback (Thauvin min. 80); Sissoko, Wijnaldum, Perez; Mitrovic. All. McClaren
SCORE: 1-0, min. 72, Koscielny
ARBITRO: Anthony Taylor. AMMONITI: Colback, Janmaat, Flamini, Ozil.
NOTE: Gara valida per la 20esima giornata di Premier League, giocata all'Emirates Stadium di Londra, Inghilterra. Calcio d'inizio ore 16.

Vittoria fondamentale ottenuta tra le mura amiche dell'Emirates Stadium dall'Arsenal che scavalca l'ostacolo Newcastle e volta in testa alla classifica grazie al minimo risultato, un 1-0 che unito al pareggio interno del Leicester vale la vetta. Continua il trend negativo dei Magpies, alla terza sconfitta consecutiva (tutte per 1-0) e che quest'anno in trasferta continua a raccogliere davvero poco.

Primo tempo che inizia favorevolmente per l'Arsenal, in campo con il 4-2-3-1 con i titolari "d'urgenza", con Chamberlain preferito a Campbell. E' però il Newcastle che con il passare dei minuti cresce gradualmente e ottiene le migliori occasioni, specialmente appoggiandosi su un ottimo Mitrovic, affiancato da Perez in avanti. La manovra dei Gunners nel primo è totalmente abulica e il tasso di spettacolarità della partita ovviamente ne risente. E' grazie soprattutto a Cech se il punteggio a fine primo tempo è di 0-0: prima Mitrovic al 42' tenta una rovesciata ma la palla viene brillantemente bloccata dal portiere ceco, poi, al 45' è Wijnaldum che ci prova ma il nuovo recordman di clean sheet in Premier League si fa trovare ancora pronto e la devia in calcio d'angolo.

Le squadre rientrano dagli spogliatoi senza cambi, i Magpies partono subito forte e creano una ghiottisima occasione per Wijnaldum: grazie a una passaggio in profondità di Ayoze si ritrova a tu per tu con Cech ma si fa ipnotizzare. Il Newcastle attacca ancora e al 55' Mitrovic davanti alla porta deve solo appoggiarla dentro, ma colpisce la palla con la coscia e la manda in tribuna. La partita però si sblocca a favore dei Gunners al minuto 72': un colpo di testa a campanile di Giroud sul primo palo finisce nei piedi di Koscielny che in spaccata la insacca alle spalle di Elliot. I Magpies provano a scuotersi con la freschezza del neo-entrato Thauvin ma risultano velleitari sotto porta, Wenger si difende mettendo dentro Chambers per Giroud e Gibbs al posto di Walcott. L'Arsenal potrebbe andare anche sul 2-0 con Ramsey che al 90', dopo aver dribblato splendidamente Coloccini e Dummett, conclude a lato gettando l'occasione per il raddoppio. Prova anche Ozil con il sinistro, trovando solo l'esterno della rete. L'ultima parola la vuole avere Siem De Jong, entrato per gli ultimi assalti: una sorta di rovesciata che Cech blocca in presa.

La partita finisce con grandi rammarichi per il Newcastle che perde ancora una volta immeritatamente complice la poco lucidità sotto porta e si ritrova ancora in zona retrocessione nonostante lo Swansea sia ancora soltanto a 2 punti di distanza, mentre l'Arsenal festeggia il primo posto a +2 dal Leicester che, come anticipato in apertura, viene fermato dal Bournemouth sullo 0-0.