Chelsea - WBA 2-2: gol ed emozioni a Stamford Bridge

Finisce in parità una partita assolutamente equilibrata, che ha visto Blues e Baggies superarsi e raggiungersi in continuazione. Al doppio vantaggio dei padroni di casa con Azpilicueta prima ed un autogol di McAuley poi, hanno risposto Gardner e McClean.

Chelsea - WBA 2-2: gol ed emozioni a Stamford Bridge
Chelsea
2 2
West Bromwich Albion
Chelsea: Courtois; Ivanovic, Zouma, Terry, Azpilicueta; Fabregas (Matic, min.78), Mikel; Willian, Oscar, Pedro (Kenedy, min.46); Costa.
West Bromwich Albion: Myhill; Dawson, McAuley, Olsson, Evans; Yacob (Berahino, min.60); Brunt, Fletcher, Morrison (Gardner, min.7), McClean; Rondon (Sessegnon, min.67).
SCORE: 1-0, min. 20, Azpilicueta. 1-1, min. 33, Gardner. 2-1, min. 74, McAuley (aut.). 2-2, min. 86, McClean.
ARBITRO: Anthony Taylor (ENG). Admonished Yacob (min. 25), Diego Costa (min. 49), Myhill (min. 69), Courtois (min. 70), McClean (min. 70), Azpilicueta (min. 85)
NOTE: 21a giornata Premier League. Stadio "Stamford Bridge": 40945 spettatori.

Al termine di una partita molto ben giocata da entrambe le formazioni, Chelsea e WBA si portano a casa un punto che non cambia le posizioni di classifica delle due squadre. Sono tre le lunghezze che distanziano gli uomini di Pulis da quelli di Hiddink. La squadra di casa doveva vincere non solo per raggiungere i Baggies in 13a posizione, ma anche per continuare la propria rincorsa in campionato. La compagine ospite invece può ritenersi più che soddisfatta della prestazione sfoderata e del risultato raggiunto.

La squadra di Birmingham è stata brava a non mollare nonostante il doppio vantaggio raggiunto dalla formazione di casa e se avesse concretizzato qualche buona occasione capitata sui piedi soprattutto di Rondon, forse avrebbe portato a casa una vittoria del tutto inaspettata. Il Chelsea invece rispetto alle partite precedenti ha messo in mostra un calcio meno veloce e per questo le occasioni da rete sono latitate. Oltre al demerito dei giocatori offensivi del Chelsea, c'è il merito degli uomini di Pulis che nonostante le varie dinamiche di partita non hanno mai perso la propria organizzazione tattica. Infatti questa è la caratteristica principale del WBA e cioè far giocar male gli avversari, ma nonostante ciò i 90 minuti sono stati disputati su buoni ritmi da entrambe le compagini. E' stata una partita equilibrata dall'inizio alla fine ed il 2-2 è il risultato più giusto.

Il Chelsea imprime subito un gran ritmo al match, infatti al 2' Diego Costa si ritrova una buona palla da calciare in porta dal limite dell'area, ma la conclusione è imprecisa e la palla va oltre la traversa. I Baggies si rendono pericolosi con un cross di Fletcher sul quale si avventa McClean che di testa mette alto. All'8' Willian supera in dribbling due difensori avversari e calcia verso l'angolino sinistro, il pallone però sfiora il legno e finisce sul fondo. Craig Gardner, entrato al posto dell'infortunato Morrison, si libera per il tiro dai 16 metri ma la mira è da rivedere in quanto la sfera sorvola la traversa.

Al 16' grandissima occasione per gli ospiti: Dawson sovrasta tutti di testa su un cross dalla sinistra, ma Courtois con una buona reattività ci arriva e respinge il pallone in corner. Al 20' Blues in vantaggio con Azpilicueta che deposita un ottimo cross rasoterra di Ivanovic. Oscar si libera per la conclusione dal limite dell'area che però risulta completamente sbagliata. Al 33' Diego Costa viene ben assistito all'interno dell'area di rigore e calcia, ma la sfera termina ben oltre la traversa. Gol mangiato, gol subito ed infatti sull'azione successiva Pedro perde palla nella propria metà campo, ne approfitta Fletcher che serve Gardner, il quale prende la mira e tira dai 20 metri trovando l'angolino basso sinistro dove l'estremo difensore avversario non può arrivare. Al 40' Baggies vicini alla rimonta completa: Rondon si aggiusta un buon pallone al limite dell'area e calcia, la sfera però finisce leggermente oltre il palo sinistro della porta difesa da Courtois. Il primo tempo finisce 1-1, risultato giusto per quanto visto nei primi 45 minuti.

La ripresa si apre col Chelsea riversato in avanti: Willian batte un calcio d'angolo, Oscar stacca con i tempi giusti ma trova la parata di Myhill. Il neoentrato Kenedy prova la conclusione da fuori area verso l'angolino sinistro ma il portiere avversario riesce a distendersi e a respingere il tiro. Al 60' Willian ha una buona opportunità da calcio di punizione, ma la mira è totalmente da rivedere infatti il pallone finisce molto lontano dai pali della porta avversaria. Al 75' Chelsea fortunosamente in vantaggio: Willian riceve sulla destra, va sul fondo e crossa, McAuley interviene in scivolata per anticipare Kenedy ma per sua sfortuna colpisce la palla quel tanto che basta per ingannare il proprio portiere e siglare quindi un autogol.

I Blues vanno subito vicini al tris con Diego Costa che prima finta il tiro e poi calcia verso l'angolino sinistro, ma Myhill con un grande scatto si tuffa e para. Al 79' Willian batte corto una punizione dai 30 metri, Zouma usufruisce del passaggio del compagno per calciare ma la palla sorvola di molto la traversa. All'86' i Baggies giungono al pareggio con McClean che prende la mira dal limite dell'area e calcia verso l'angolino destro dove Courtois non può arrivare. Finisce 2-2, per il Chelsea è il quinto risultato utile consecutivo, mentre per il WBA è il terzo.