Premier: preziosa vittoria esterna per il Sunderland, cade ancora lo Swansea

Gli ospiti 'ammazzano' 2-4 lo Swansea, sotto di un uomo per tutto il secondo tempo. Devastante Defoe (tre gol per lui), mentre per lo Swans in evidenza Ayew.

Premier: preziosa vittoria esterna per il Sunderland, cade ancora lo Swansea
Swansea
2 4
Sunderland
Swansea: Fabianski; Naughton, Fernandez, Williams, Taylor; Britton (Rangel, min. 42), Ki, Barrow, Sigurdsson, Routledge (Gomis, min. 77); Ayew (Cork, min. 87).
Sunderland: Fabianski; Jones, O'Shea, Brown, van Aanholt; Cattermole (Rodwell, min. 72), M'Vila, Johnson, Borini (Graham, min. 82), Lens (Watmore, min. 86); Defoe.
SCORE: 0-1, min. 4, Defoe. 1-1, min. 22, Sigurdsson. 2-1, min. 39, Ayew. 2-2, min 49, van Aanholt. 2-3, min. 61, Defoe. 2-4, min 85, Defoe.
ARBITRO: Graham Scott. Ammoniti: Mannone (min. 65), van Aanholt (min. 80). Espulsi: Naugthon (min. 38)
NOTE: Match valida per la Premier League 2015/16.

Vittoria netta ed incredibile del Sunderland in casa di uno Swansea in dieci ma indomabile fino fine gara. Per gli ospiti devastante Defoe, vero mattatore con i suoi tre gol. Swans che scendono in campo adottando il consueto 4-2-3-1, con Sigurdsson dietro ad Ayew preferito a Gomis. Stessa disposizione per gli ospiti, che invece si affidano all'estro di Borini e all'esperienza di Defoe. Gara subito emozionante ed inaspettata, con gli ospiti immediatamente in vantaggio grazie ad un gol di Defoe dopo solo quattro minuti. I Black cats sembrano più in palla e, anzi, quasi rischiano di raddoppiare al sesto, con Johnson che manca però incredibilmente a lato. ll match si dimostra quindi subito intenso, con uno Swansea che si riprende dai primi minuti sottotono sfiorando il pari con Ayew al diciottesimo. L'occasione mancata è solo il preludio al gol che puntuale arriva quattro minuti dopo: atterramento in area di Ayew da parte di Brown e rigore che Sigurdsson non sbaglia. Il pari addomenta un po' la gara, con le due compagini meno gagliarde e più attente al contenimento e con un Ayew unica mina vagante degli undici di casa. L'attaccante ex Marsiglia sembra scatenato ed imprendibile, un mix letale che porta al meritato vantaggio: minuto trentanove, doppio dribbling del numero dieci e bellissima rete all'angolino che completa la rimonta e chiude un primo tempo pieno di emozioni.

La seconda frazione inizia subito forte, con un Sunderland che agguanta il pari al 49' grazie all'uomo in più in seguito all'espulsione di Naugthon nella prima frazione: i Balck cats riequilibrano il match grazie al gol stupendo di van Aanholt, un bolide all'incrocio imprendibile per Fabianski. Gli ospiti sono consci del vantaggio derivato dall'uomo in più, impostando offensivamente la gara e ribaltando la partita infinita al minuto sessantuno, con la doppietta del micidiale Defoe. Il terzo gol del Sunderland addormenta un po' la gara e taglia le gambe allo Swansea, sicuramente penalizzato dall'inferiorià numerica e quindi impotente di fronte all'offensiva ospite. Alla lunga i Black cats si rivelano più forti e, anzi, allungano ulteriormente mettendo alle spalle di Fabianski la quarta rete: a sugellare la gara ci pensa Defoe che, al minuto ottantacinque, chiude i giochi condannanno lo Swans ad una sanguinosa sconfitta interna. Il poker ospite è l'ultima azione di una gara comunque emozionante e piena di colpi di scena.

Novanta minuti intensi e tantissime occasioni ambo le parti, con il Sunderland che ha però meritato ai punti. Gli ospiti hanno abilmente sfruttato l'uomo in più, colpendo con precisione in più occasioni. Lo Swansea ha opposto una strenua resistenza, non riuscendo però a compiere un miracolo calcistico. Gli Swans sono però squadra ben attrezzata e sicuramente faranno bene anche in questo campionato nonostante una posizione in classifica ora traballante. Migliore in campo per i padroni di casa, Ayew. Per gli ospiti in evidenza Defoe.