Arsenal - Swansea 1-2: gli Swans espugnano l'Emirates

Con una prestazione solida ed assolutamente concreta la squadra di Guidolin fa il colpaccio andando a vincere a Londra. Dopo il vantaggio siglato da Campbell, i gallesi rimontano con Routledge e Williams.

Arsenal - Swansea 1-2: gli Swans espugnano l'Emirates
Arsenal
1 2
Swansea
Arsenal: Cech; Bellerin, Mertesacker, Gabriel, Monreal; Coquelin, Ramsey; Campbell (Welbeck, min.64), Ozil, Sanchez (Walcott, min.75); Giroud.
Swansea: Fabianski; Naughton, Amat, Williams, Kingsley; Routledge, Cork, Fer (Fulton, min.71), Ki (Sigurdsson, min.46), Ayew (Rangel, min.90); Gomis.
SCORE: 1-0, min. 15, Campbell. 1-1, min. 32, Routledge. 1-2, min. 74, Williams.
ARBITRO: Robert Madley (ENG). Admonished Ayew (min. 40), Routledge (min. 77)
NOTE: 28ma giornata Premier League. Stadio Emirates Stadium.

La partita andata in scena all'"Emirates Stadium" spegne forse definitivamente le speranze di rimonta dell'Arsenal per riagguantare e superare il Leicester al primo posto in classifica. Infatti i Gunners nonostante una discreta prestazione vengono sconfitti dal cinico Swansea, che si concentra per tutti i 90 minuti nel difendere la propria metà campo e poi colpisce nei momenti migliori della squadra di casa. Grazie al modulo utilizzato da Guidolin, cioè il 4-5-1, i gallesi non corrono grossissimi pericoli, eppure in 45 minuti i Gunners colpiscono un palo ed una traversa con Sanchez e Giroud. Squadra di Wenger sfortunata ma soprattutto poco lucida in fase di non possesso così come in quella di finalizzazione. Nonostante ciò al 15' i biancorossi riescono ad andare in vantaggio con Campbell. Dopodichè i due montanti succitati prima della fine del primo tempo. Nella seconda frazione l'Arsenal non riesce più a rendersi pericoloso e lo Swansea ad un quarto d'ora dal termine trova la rete dell'1-2. I padroni di casa provano a reagire quando è ormai troppo tardi. Per i Gunners è la terza sconfitta consecutiva tra campionato e coppe, invece lo Swansea torna a vincere dopo quattro partite dato che il successo mancava dal 24/1, 1-2 sull'Everton.

L'Arsenal si rende subito pericoloso con la conclusione di Coquelin al 4' ma il pallone si perde sul fondo. All'11' Sanchez colpisce il palo con un tiro da dentro l'area. Passano 4 minuti ed il cileno serve alla perfezione Campbell che deposita la palla in rete. I Gunners vanno alla ricerca del raddoppio con Bellerin che tira dalla distanza, ma Fabianski blocca la sfera. Capovolgimento di fronte e Fer prende la mira dai 20 metri, il pallone però sorvola di poco la traversa. Al 32' gli Swans pareggiano: Routledge riceve un ottimo passaggio da Cork e conclude verso l'angolino destro dove Cech non può arrivare. Al 41' Giroud viene servito alla perfezione in area di rigore, calcia e coglie in pieno la traversa. Il primo tempo termina sul risultato di 1-1, risultato che sta stretto ai padroni di casa per quanto prodotto nei primi 45 minuti.

Nel secondo tempo gli Swans si portano avanti con Ayew che calcia dal limite dell'area ma il pallone si perde oltre la traversa. Al 65' grandissima occasione sciupata dagli ospiti: Sigurdsson supera in dribbling alcuni avversari arrivando davanti al portiere, finta la conclusione e poi calcia ma la sfera finisce di poco sul fondo. L'Arsenal si rende pericoloso al 69' con Sanchez che coglie la traversa da calcio di punizione. Al 74' gallesi in vantaggio: Williams arriva su una palla inattiva calciando verso l'angolino sinistro dove l'estremo difensore avversario non può arrivare. Al 77' Giroud sfiora il pareggio colpendo di testa su azione d'angolo ma Fabianski ci arriva e para. Ancora l'attaccante francese gira palla per Monreal che tira col sinistro ma la sfera si perde oltre la traversa. Ad un minuto dal 90' Walcott colpisce di testa una palla giunta da corner ma l'estremo difensore avversario non si fa sorprendere e blocca. Nei minuti di recupero Welbeck arriva alla perfezione su un cross dalla destra ma la sua incornata finisce di poco sul fondo. La partita finisce 1-2 per lo Swansea che così torna a vincere dopo due sconfitte consecutive.