Pato c'è e il Chelsea pure: Aston Villa massacrato

Il Chelsea continua la striscia positiva ed espugna il Villa Park, con una doppietta di Pedro, gol di Pato e Loftus-Cheek.

Pato c'è e il Chelsea pure: Aston Villa massacrato
Aston Villa-Chelsea
ASTON VILLA
0 4
CHELSEA
ASTON VILLA: Guzan; Hutton, Richards, Lescott, Cissokho; Sanchez, Westwood, Gana; Gil, Gestede, Ayew.
CHELSEA: Courtois; Azpilicueta, Ivanovic, Miazga, Baba; Mikel, Fabregas; Pedro, Loftus-Cheek, Kenedy; Remy.
SCORE: 0-1 LOFTUS-CHEEK 26' 0-2 PATO (R) 45'+3' 0-3 PEDRO 46' 0-4 PEDRO 59'
ARBITRO: NEIL SWARBRICK
NOTE: PREMIER LEAGUE • 32. GIORNATA • VILLA PARK • SABATO 2 APRILE 2016 • 13:45

Roboante vittoria del Chelsea, che prosegue la striscia positiva di quindici risultati utili consecutivi con Hiddink al comando. Torna Pato, protagonista assieme a Pedro in questa vittoria, con il punteggio di 0-4, di fronte ad un inerme Aston Villa, già rassegnato alla retrocessione. I tre punti mantengono viva la speranza per l'Europa, ma servirà un'impresa e, soprattutto, senza perdere nulla per strada in questa rincorsa. A segno Loftus-Cheek, Pato dal dischetto e Pedro, che firma una doppietta, mentre per i padroni di casa si segnala l'espulsione di Hutton.

Mani legate per Hiddink, che deve rinunciare a numerosi titolari, per infortunio e squalifiche varie: il tecnico olandese lancia i giovani Miazga e Loftus-Cheek, con il primo a formare la coppia centrale assieme a Ivanovic. Sulle fasce spazio ad Azpilicueta e Baba, mentre Fabregas è in cabina di regia, supportato da Obi Mikel, dietro a Loftus-Cheek, Kenedy e Pedro sulla trequarti. In attacco Loic Remy, con Pato e Falcao in panchina, mentre tra i pali c'è il solito Courtois.
4-3-3 per l'Aston Villa, con Guzan tra i pali, sorvegliato da Richards e Lescott al centro della difesa, mentre Cissokho e Hutton vengono schierati come terzini. Sanchez a dettare le geometrie in mediana, coadiuvato da Gueye e Westwood, mentre il reparto avanzato è costituito dal tridente Ayew, Gil e Gestede.

I Blues aprono con un possesso palla prolungato, in attesa di trovare varchi contro la difesa dei padroni di casa: la prima occasione parte tra i piedi di Pedro, dopo dieci minuti di gioco, che sfiora la traversa, di fronte ad un Guzan battuto. Al ventiduesimo, l'Aston Villa esce dal guscio, regalando brividi al Chelsea con Ayew, che si fa opporre da Courtois, abile nel mandare in angolo una sua conclusione velenosa, mentre un minuto dopo Remy dichiara forfait e dà il cambio a Pato, al suo esordio con gli ospiti. Al 26', Loftus-Cheek sblocca la gara: servito da Azpilicueta, trova la rete con un destro preciso sul primo palo ed è 0-1 per il Chelsea. I Villans reagiscono, con Ayew che si dà battaglia con Courtois, ma il portierone belga è reattivo e blocca tre volte il ghanese, mentre Loftus-Cheek sfiora il palo con una rasoiata a giro, al 45'. A ridosso dall'intervallo, Pato si guadagna un calcio di rigore, investito da Cissokho, e trasforma la massima punizione. Il Chelsea va negli spogliatoi con il doppio vantaggio di zero a due. 

Nemmeno il tempo di tornare in campo, che il Chelsea è già sullo 0-3, al 46': Pato trova Pedro libero in area, che non ha problemi ad insaccare. Tredici minuti dopo, Pedro replica, ribattendo a rete una conclusione di Pato, deviata da Guzan ed è 0-4, con i tifosi dell'Aston Villa in piena contestazione. I padroni di casa cercano inutilmente il gol della bandiera, ma la retroguardia del Chelsea è precisa nel sventare le occasioni più pericolose dei Villans. L'ultima mezz'ora non ha più nulla da raccontare, con gli ospiti, forti del 4-0, non infieriscono e si limitano ad amministrare il vantaggio, mentre i padroni di casa restano in dieci, con l'espulsione di Hutton, costretto ad abbandonare il terreno di gioco per il doppio giallo. Finisce zero a quattro, con il Chelsea che tiene viva la speranza per l'Europa, mentre i Villans sono praticamente retrocessi in Championship.