UFFICIALE: Conte nuovo allenatore del Chelsea, tre anni di contratto per lui

Il Chelsea, con una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, ha comunicato l'arrivo di Conte sulla panchina dei Blues nella prossima stagione.

UFFICIALE: Conte nuovo allenatore del Chelsea, tre anni di contratto per lui
Antonio Conte, chelseafc.com

"Chelsea Football Club è lieto di annunciare la nomina di Antonio Conte come allenatore della prima squadra. Conte, che è attualmente il responsabile della Nazionale italiano, ha firmato un contratto di tre anni. Si comincerà a lavorare a Londra dopo la partecipazione del suo paese all'Europeo del 2016." Così il club di Abramovich sul proprio sito ufficiale da il via all' era Conte a Stamford Bridge.

Naturalmente prima vengono gli Europei e l'Italia, ma poi Conte è pronto a tornare su una panchina di club. Quella del Chelsea è una delle più prestigiose d' Europa e il club ha bisogno di rilanciarsi dopo una stagione al di sotto delle aspettative, segnata anche dall' esonero di Mourinho. Una situazione in qualche modo paragonabile a quella che trovò l'ex centrocampista della Juventus al suo arrivo in bianconero. Uno stimolo in più per un allenatore che come lui fa delle motivazioni e della fame di vittorie uno dei dogmi principali del suo credo calcistico.

Il sito ufficiale del Chelsea riporta anche le prime dichiarazioni di Conte da allenatore dei Blues: "Sono molto entusiasta all' idea di poter lavorare in un club come il Chelsea. Sono orgoglioso di essere l'allenatore dell' Italia e solo un incarico come questo poteva seguire un impegno prestigioso come il guidare la Nazionale del proprio paese. Non vedo l'ora di conoscere tutte le persone che fanno parte del Chelsea e di misurarmi con le sfide quotidiane della Premier League. Il Chelsea e in generale il calcio inglese sono seguiti ovunque, i tifosi hanno tanta passione e la mia ambizione è di avere altri successi per dare seguito alle vittorie che ho ottenuto in Italia. Sono felice di aver dato questo annuncio ora per mettere così fine a voci e speculazioni. Ora è tutto chiaro. Continuerò a stare concentrato sul mio lavoro come CT dell' Italia e tornerò a parlare del Chelsea soltanto dopo la fine degli Europei."