Premier League, ora è ufficiale: José Mourinho è il nuovo manager del Manchester United

I Red Devils hanno ufficializzato l'ingaggio dello Special One dopo l'esonero di Van Gaal. Mourinho arriva a Old Trafford dopo una stagione da incubo al Chelsea, ma pronto al riscatto per tornare subito grande, prima in Inghilterra e poi in Europa. Il portoghese ha firmato un triennale con opzione fino al 2020.

Premier League, ora è ufficiale: José Mourinho è il nuovo manager del Manchester United
Premier League, ora è ufficiale: José Mourinho è il nuovo manager del Manchester United. Fonte: Goal.com

Già da qualche tempo, nei dintorni di Old Trafford, qualcosa di speciale stava per accadere. Oggi, dopo un'infinità di voci che hanno visto José Mourinho e il Manchester United sulle prime pagine dei tabloid inglesi per mesi e mesi, è arrivata l'ufficialità: il tecnico di Setubal siederà sulla panchina dei Red Devils a partire dalla prossima stagione. 

Una decisione forte, che scuote la Premier League abituata sì a Mourinho, ma non a vederlo incitare i diavoli rossi. Lui, acerrimo nemico dello United, ora ne diventa il condottiero. L'obiettivo? Riportare in alto i Red Devils, finiti sempre più distanti dalla lotta al vertice dopo le brevi parentesi con Moyes e Van Gaal
Mou, reduce dal suo anno peggiore, ritorna subito sulla scena internazionale per guidare un club ancora alla ricerca del successore di Sir Alex Ferguson. In settimana erano arrivati alcuni pareri negativi nei confronti della gestione che Mourinho potrebbe avere su un club ricco di storia come lo United, ma a fugarne tutti i dubbi è stato lo stesso Mourinho, che oggi, in conferenza stampa ha speso parole di grande rispetto ed amore verso lo United: "E' un onore per me arrivare al Manchester United. Ho sempre avuto una grande affinità con Old Trafford e con i tifosi Red Devils", afferma Mou che poi prosegue così: “C’è una mistica particolare e un’aria decisamente romantica attorno a questa società, un qualcosa contro cui nessun altro club può competere. Ho sempre sentito grande affinità con Old Trafford. Qui ho alcuni dei ricordi più importanti della mia carriera e ho sempre avuto un bel rapporto con i tifosi dello United. Ora guardo avanti e spero di ricevere il loro grande supporto negli anni a venire”.

I tifosi, fiduciosi dell'impatto del portoghese sullo United, hanno già dimenticato le polemiche e gli intensi duelli che il tecnico due volte vincitore della Champions League ha messo in atto con lo United ai tempi di Ferguson. 
Il passato sembra lontanissimo per Mourinho e per lo United, che dalla prossima stagione ripartiranno "solo" dall'Europa League, con l'obiettivo Premier a prendere la scena. La società, gli ha dimostrato grande fiducia descrivendolo come il miglior manager in circolazione, e Mou, anche attraverso la potenza economica del club sul mercato, è pronto a riportare ai vertici lo United. 

I nomi per la campagna acquisti sono già noti, con il vecchio pallino Ibra in pole. Ora però, quello che più conta è che dalla prossima stagione, e per le prossime tre, José Mourinho siederà sulla mitica panchina di Old Trafford. Una nuova vita per l'uomo speciale, pronto a diventare leggenda anche nella fredda e inospitale Manchester.