Tottenham, nel mirino Drinkwater: il rinnovo con il Leicester non arriva

Le big d'Europa provano a fare spesa in casa Leicester: non solo Vardy, Mahrez, ma anche Drinkwater è conteso da diverse squadre.

Tottenham, nel mirino Drinkwater: il rinnovo con il Leicester non arriva
Tottenham, nel mirino Drinkwater: il rinnovo con il Leicester non arriva

Dopo la sorprendente stagione, culminata con la vittoria della Premier League, il Leicester City ha gli occhi di tutto il mondo puntati sui propri big: se per Jamie Vardy è bastato un nuovo contratto faraonico per respingere le avances dell'Arsenal, lo stesso non si può dire del metronomo N'Golo Kantè. Il francese è sbarcato a Londra, sponda Chelsea, agli ordini dell'ex CT azzurro, Antonio Conte, mentre Riyad Mahrez è oggetto del desiderio di mezza europa, tra cui Barcellona e Arsenal, tuttavia, Ranieri si giocherà tutte le chances per trattenerlo con le Foxes.

Non solo le tre stelle sopracitate, ma anche il geometra Danny Drinkwater potrebbe volare verso altri lidi: il rinnovo non è ancora arrivato, anche se la società campione d'Inghilterra potrebbe mettere sul piatto un contratto da ottantamila sterline a settimana, ma nelle ultime ore si è inserito il Tottenham, principale avversario delle Foxes nella corsa al titolo. Gli Hotspurs avrebbero intenzione di presentare un'offerta da venti milioni di sterline, ma, per ora, c'è un sondaggio per individuare i margini di trattativa con il giocatore, che aveva già manifestato l'intenzione di restare con la squadra di Claudio Ranieri ben un mese fa, ma il mancato rinnovo potrebbe convincerlo a prendere direzioni diverse.

Il ventiseienne centrocampista del Leicester è nel giro della Nazionale Inglese e ha disputato trentacinque gare con le Foxes nella passata stagione di Premier League, siglando tre marcature e otto assist. I campioni d'Inghilterra in carica dovranno profondere enormi sforzi per allestire una squadra competitiva, in grado di rivelarsi all'altezza nella prossima Champions League, evitando di presentarsi come vittima sacrificale nel girone.