Premier League, il mercato si muove

L'Arsenal annuncia i due colpi in entrata e ragiona sulle uscite, mentre il City cerca di sfoltire. Treble per l'Hull, West Brom ambizioso.

Premier League, il mercato si muove
Premier League, il mercato si muove

Ultime ore, ultimi giorni. La corsa all'affare migliore impazza, tra ufficialità, idee, necessità di sfoltire gli esuberi, di piazzare l'ultimo colpo da regalare al proprio allenatore. Il mercato inglese, in attesa della chiusura alle 23 di questa sera (la nostra mezzanotte), ha sforato il miliardo di spesa per il calciomercato.

CITIZENS IN SALDO - Una grossa mano da questo punto di vista l'ha certamente data il Manchester City: dopo aver sforato quota 200 milioni spesi, è però tempo di sfoltire una rosa nella quale risultano essere presenti troppi esuberi, ripartendo dal clamoroso trasferimento di Joe Hart al Torino. In difesa, Guardiola sembra essere piuttosto soddisfatto del rendimento di Otamendi, tanto da poterselo tenere: sarà Mangala a lasciare Manchester, anche se lui non sembra essere convinto delle altre destinazioni. Molto probabile anche un prestito per Denayer, ed oggi sarebbe il giorno giusto per riuscire a strapparlo. Con Yaya Touré sempre affacciato alla finestra ad aspettare il taxi giusto, un altro ivoriano si candida a partente, ovvero Wilfried Bony, il cui costo sembra però scoraggiare. Dunque, o si chiuderà in prestito, oppure il giocatore potrebbe rimanere, ma senza avere spazio. Discorso diverso invece è per Jesus Navas, anch'egli in lista trasferimenti, ma non un "peso" sulla schiena di Guardiola. Non finirebbe certo ai margini dei margini della rosa come rischiano di fare gli altri. Intanto è sempre più vicina la chiusura per il passaggio di Samir Nasri al Siviglia, in prestito secco.

UFFICIARSENAL - Giornata invece di sorrisi ieri per i tifosi dell'Arsenal: sono stati ufficializzati gli arrivi nel nord di Londra dell'attaccante Lucas Perez e del difensore Shkodran Mustafi, per una cifra complessiva di circa 60 milioni di euro. Il mercato in entrata, nel quale va contato anche Xhaka (oltre a Holding e gli altri giovani), può dirsi chiuso, ma non quello in uscita, tanto che è sul piede di partenza Gnabry: non è stato trovato l'accordo sul rinnovo, dunque andrà a titolo definitivo al Werder Brema subito, invece che partire a parametro zero la prossima estate. Se il tedesco dice addio, Chambers dice arrivederci, dato che passerà in prestito stagionale al Middlesbrough, senza riscatti. Intanto l'ex Tomas Rosicky, svincolatosi a giugno, ha firmato per lo Sparta Praga.

LE TIGER AZZANNANO IL MERCATO - Si è mosso finalmente anche l'Hull City, che ieri ha concluso i primi tre acquisti della propria campagna, per un totale di 15 milioni. Per la porta è stato scelto David Marshall dal Cardiff, di sicura affidabilità, così come il nuovo mediano Ryan Mason, esubero del Tottenham, mediano di corsa e determinazione ideale per una squadra che ambisce alla salvezza. Per l'attacco l'innesto è stato invece Will Keane dal Manchester United, una scommessa a poco prezzo.

PULIS SPENDE - Forti, fortissimi anche i movimenti che sta attuando Tony Pulis, manager del West Bromwich, il quale aveva dichiarato la necessità di rinforzare la rosa. Intanto è già stato ufficializzato Chadli dal Tottenham per una cifra record nella storia del club (15 milioni), mentre l'obiettivo a centrocampo è William Carvalho, per il quale è stata presentata un'offerta di 30 milioni di Euro. Lo Sporting ne chiede però 45. Difficile si chiuda oggi, possibile un ritorno di fiamma per Camacho del Malaga, saltato nei giorni scorsi dopo esser stati a un passo dall'accordo.