Rivincita per Mourinho su Guardiola, City eliminato in Coppa (1-0)

Dopo la sconfitta in campionato, arriva la rivincita per il Manchester United di Mourinho, che batte il Manchester City nella coppa di Lega, con una rete di Mata, volando ai quarti di finale.

Rivincita per Mourinho su Guardiola, City eliminato in Coppa (1-0)
ManchesterUnited.com
Manchester United
1 0
Manchester City
Manchester United: De Gea; Valencia, Blind, Rojo, Shaw; Carrick (c), Herrera; Mata (Schneiderlin 73), Pogba, Rashford (Lingard 81); Ibrahimovic. Subs not used: Romero, Darmian, Young, Fellaini, Memphis.
Manchester City: Caballero; Maffeo, Otamendi, Kompany (c) (Kolarov 45), Clichy; Fernando, Garcia; Nolito (Aguero 71), Navas, Sane (Sterling 63); Iheanacho. Subs not used: Gunn, Adarabioyo, Gundogan, Fernandinho
SCORE: 1-0 Juan Mata
ARBITRO: Ammoniti: Valencia, Pogba, Ibrahimovic, Iheanacho

Dopo la sconfitta in campionato, arriva la rivincita per il Manchester United di Mourinho, che batte il Manchester City nella coppa di Lega, con una rete di Mata, volando ai quarti di finale. E’ crisi nera per i blu di Guardiola.

Mata - twitter.com
Mata - twitter.com

Partita equilibrata nel primo tempo, con pochissime occasioni da rete, di prevalenza del City, con Iheanacho pericoloso all’avvio di gara, ma nella ripresa crescono i Red Devils, che trovano il vantaggio al 54’, con una rete di Mata. Il forcing del City è blando e i padroni di casa amministrano sapientemente il risicato vantaggio e Mourinho si gode la rivincita su Guardiola, alimentando il suo digiuno di vittorie, a secco da sei gare.

Nel secondo atto della sfida tra Guardiola e Morinho, i Citizens si dispongono in un 4-3-3, con Iheanacho punta centrale, affiancato da Sanè e Navas, mentre Fernando guida le operazioni in mediana, con Nolito e Aleix Garcia a completare il reparto. Davanti alla porta di Caballero, presenti Otamendi e Kompany centrali, mentre Clichy e Maffeo svolazzano per le fasce. Mourinho risponde con un 4-3-1-2, affidandosi a Ibrahimovic e Rashford, mentre Mata svaria sulla trequarti in solitaria, davanti al trio Carrick, Pogba e Herrera in bassa mediana. Blind e Rojo confermati al centro della difesa, con Valencia e Shaw a completare il pacchetto arretrato, davanti al solito De Gea.

E’ subito il City a rendersi pericoloso in avvio di gara, con il giovane attaccante Iheanacho che spreca malamente di testa a porta sguarnita, su invito di Navas, tuttavia, è l’equilibrio a regnare sovrano. Lo United prova a farsi vedere con Rashford, che duella continuamente con la retroguardia ospite, con Kompany e Maffeo che restano sull’attenti e limitano i pericoli. La prima occasione dei Red Devils arriva al 36’, con Ibrahimovic che si fa deviare un buon tiro da Otamendi in angolo, per poi innescare il compagno di reparto, Rashford, nel minuto successivo, ma Maffeo entra in soccorso ai suoi e anticipa la punta inglese. Al 40’, occasione interessante per il Manchester City, con il solito Iheanacho che si libera della marcatura di Valencia ed entra pericolosamente sulla destra, ma Rojo respinge in tempo la conclusione. La partita non decolla e le due squadre vanno negli spogliatoi sullo zero a zero.

Nella ripresa, è subito Pogba ad infiammare la partita, con l’ex Juve che prende il palo a tu per tu con Caballero, dopo il tocco del portiere citizen, su un gran assist di Ibrahimovic. Al 54’, i padroni di casa passano in vantaggio, con una rete di Mata. Raccoglie l’invito di Ibrahimovic e manda sull’angolino sinistro al limite dell’area piccola. Dieci minuti dopo il vantaggio, è sempre lo United a rendersi pericolosissimo, con lo svedese che liscia clamorosamente una palla invitante in area, graziando l’errore di Kolarov sull’anticipo. Il City accusa il colpo e prova a reagire, con Kolarov che sbaglia l’appoggio di testa su corner, mentre Maffeo salva su Pogba in contropiede. Passano i minuti, la truppa di Guardiola alza il baricentro, ma fatica a creare pericoli per De Gea, consentendo allo United di difendere con ordine e senza sbavature. I tre minuti di recupero scorrono lisci come l’olio, i rossi si guadagnano meritatamente la qualificazione ai quarti di finale di Coppa di Lega.

[a cura di Giorgio Giovannini]