Manchester City - Tottenham in Premier League 2016/17 (2-2): Alli-Son per la rimonta!

Manchester City - Tottenham in Premier League 2016/17 (2-2): Alli-Son per la rimonta!
Manchester City
2 2
Tottenham Hotspur
Manchester City: (4-1-4-1): Bravo; Zabaleta, Otamendi, Kolarov, Clichy; Yaya Touré; Sané, De Bruyne, Silva, Sterling; Aguero. All. Guardiola
Tottenham Hotspur: (5-2-3): Lloris; Walker, Dier, Alderweireld (64', Winks), Wimmer (46' Son), Rose; Wanyama, Dembelé (78' Sissoko); Eriksen, Kane, Alli. All. Pochettino
SCORE: 1-0, 48', Leroy Sané. 2-0, 53', Kevin De Bruyne. 2-1, 57', Dele Alli. 2-2, 76', Heung-Min Son
ARBITRO: Andre Marriner.

20.37 - Per noi stasera è davvero tutto, ma non potete scappare! Il tempo di prendere una birra fredda ed un pasto caldo, e potrete seguire la nostra Arianna Radice per il racconto del secondo anticipo di Serie A, quello tra Milan e Napoli a San Siro.  Per quanto riguarda me, sono Stefano Fontana e vi ringrazio per avermi seguito in questo tardo pomeriggio di sabato. L'appuntamento è alla prossima diretta, sempre sintonizzati su VAVEL Italia. Ciao, a presto!

20.35 - Piccola carrellata di foto dal match. Una gara di intensità inaudita, giocata con un pressing asfissiante in ogni zona del campo da entrambe le squadre. Meglio il City, forse un po' lezioso negli ultimi venti metri, ma respinto anche da un super Lloris nel primo tempo. Poi, due papere del portiere francese hanno regalato il doppio vantaggio ai padroni di casa. Padroni di casa che hanno perso le redini del match solo per due volte, coincise con le due reti avversarie firmate da Alli e Son, subentrato all'intervallo. Alla fine un punto che serve al City per non perdere completamente il treno delle prime ed al Tottenham per non lasciare un tappeto rosso al Chelsea, ma in realtà rappresenta un passo falso per entrambe le compagini.

20.23 FINISCE QUI! 2-2 AL TERMINE DI UNA PARTITA BELLISSIMA, BELLISSIMA TRA MANCHESTER CITY E TOTTENHAM. Un punto che non fa felice nessuna delle due squadre, ma sicuramente la delusione più grande è per il City, che non è riuscito a capitalizzare il dominio sviluppato per gran parte del match. Avanti 2-0, grazie a due papere di Lloris sfruttate da Sané e De Bruyne, i Citizens subiscono il pari con due fiammate avversarie firmate rispettivamente da Dele Alli e Heung-Min Son.

90+4' - Sané scodella dalla trequarti, ma è una telefonata per Hugo Lloris che blocca in presa alta.

90+3' - Ultimo minuto, ultimo tentativo del City: tutti avanti tranne Otamendi e Stones. Si corre ancora tantissimo.

90+1' - Che giocata di De Bruyne, che lascia le briciole a Sissoko e Dier per poi mettere dentro: palla appena arretrata per Delph, che non riesce a girare in porta da due passi.

90' - Quattro di recupero, adesso il ritmo si è un po' abbassato dopo almeno venti minuti di corse forsennate per tutti i ventidue in campo.

90' - Esce David Silva, Guardiola manda dentro Rory Delph per il finale.

89' - Son semina il panico in contropiede, serve il sacrificio di sessanta metri di Sané per chiuderlo in fallo laterale.

88' - Silva corre ancora come se fosse il primo minuto. Clamorosa partita per tenacia dell'ex-Valencia.

87' - Giocata sublime, sublime di Sané che con due tocchi al volo si apre lo spazio sulla trequarti! Passaggio troppo affrettato verso Aguero, pizzicato in offside.

85' - Cinque minuti alla fine di una partita bellissima e a tuttora in perfetto equilibrio. Guardiola manda dentro Stones per Clichy e allarga Kolarov, mentre Wanyama si iscrive sul taccuino dei cattivi randellando Aguero dalle spalle a centrocampo.

83' - NON CI CREDO! Azione telecomandata del City, serie di passaggi e rasoiata di De Bruyne: sul secondo palo sbuca Gabriel Jesus che insacca da due passi. Esplode l'Etihad, ma C'È OFFSIDE! Altalena di emozioni infinita!

82' - GABRIEL JESUS! Incredibile, in un minuto sfiora l'assist con un cross pericolosissimo che nessuno riesce ad impattare e la prima rete, subito dopo, con un colpo di testa che si spegne ad un centimetro dal sette!

81' - È il momento! ESORDISCE GABRIEL JESUS! Con l'emblematica maglia 33, il brasiliano rileva Raheem Sterling.

81' - Rumoreggia l'Etihad, ma adesso davvero è lotta senza quartiere in campo!

80' - Pochettino vuole vincerla! Dentro i muscoli di Sissoko al posto di Dembelé. Esauriti i tre cambi, si prospetta un finale accesissimo! 

76' - SOOOOOOON! HEUNG-MIN SON!!!!!  PAREGGIA IL TOTTENHAM! INCREDIBILE! Ancora una volta quando la squadra di Guardiola sembrava in controllo totale, arriva il pareggio! Ancora da destra, ancora Walker che serve Son: controllo e rasoiata di destro che fa la barba al palo. Imprendibile per Bravo, il Tottenham riapre tutto a quattordici minuti dal termine!

72' - Il City da l'impressione di dominio semplicemente perché sta correndo di più e meglio degli avversari. Sembrano almeno in 13 in campo gli Skyblues.

70' - Lloris non è tranquillo, con i due errori che hanno macchiato un gran primo tempo. Qui sbaglia completamente l'apertura in alleggerimento sulla sinsitra.

68' - Bilancia che sta tornando a pendere dalla parte del City, dopo la reazione rabbiosa degli ospiti. Risultato comunque ancora in bilico.

67' - Silva inventa l'imbucata per Zabaleta che calcia di prima intenzione: ancora una volta Wanyama a deviare in corner.

65' - Incredibile, dal primo minuto ad ora non si è ancora giocato un pallone che non avesse almeno tre giocatori attorno. Intensità spaventosa all'Etihad Stadium.

64' - Attenzione, tegola per Pochettino: dopo Vertonghen, si ferma anche l'altro belga Alderweireld, che ha sentito tirare il muscolo della coscia. Sostituzione lampo, entra Winks con Wanyama che scala in difesa come secondo centrale accanto a Dier.

61' - Sterling giù in area! Intervento da dietro, alla disperata di Rose che tocca la palla per toglierla dalla disponibilità di Sterling a due passi da Lloris! Bravissimo Marriner a non fischiare, intervento cattivo e rischioso ma completamente sul pallone.

57' DELE ALLI! DELE ALLI! ESPLODE NEL SECONDO TEMPO LA PARTITA! Che gol, e che palla di Walker! Quando il City sembrava poter controllare la partita, il Tottenham sale con Kane che protegge palla: un rimpallo favorisce la corsa di Walker sulla destra. Il traversone di prima è un cioccolatino di rara delizia, un cross assolutamente perfetto su cui Kolarov arriva solo sfiorandolo, mentre sul secondo palo è Alli ad impattare di testa da due passi. Grande impatto, grande gol, PARTITA RIAPERTA! QUANTE EMOZIONI A MANCHESTER!

53' INCREDIBILE! INCREDIBILE ALL'ETIHAD! DISASTRO LLORIS, REGALATO IL 2-0! Sterling mette dentro un cross troppo sul portiere dalla destra, ma Lloris non blocca la sfera in tuffo e praticamente offre su un piatto d'argento il tap-in a Kevin De Bruyne!! Che disastro, in sei minuti, per Hugo Lloris! RADDOPPIO CITIZENS!

52' - Altro corridoio centrale; stavolta scatta Aguero, ma Lloris ci arriva per primo ed allontana col destro.

51' - Si scalda la partita: spallata di Otamendi che poi ostacola la battuta del calcio di punizione di Dele Alli. Vola uno spintone dal 20 degli Spurs, alla fine Marriner in versione par con dicio ammonisce entrambi.

48' - SANÈÈÈÈÈ! LEROY SANÈ! Mezza follia di Lloris, Sané ne approfitta e deposita in rete! Verticalizzazione miracolosa di De Bruyne che imbocca Sané tutto solo verso la porta; Lloris sceglie male il tempo ed è costretto ad uscire di testa, ma la palla sbatte sul corpo (a dire il vero sulla mano, ma la distanza era davvero minima) dell'ex-Schalke, che a quel punto si ritrova con la sfera tra i piedi e nessuno in porta e fa UNO A ZERO! VANTAGGIO CITY ALL'ETIHAD!

47' - Lezioso Sané sull'ennesima palla recuperata da Silva, ma lezioso anche Eriksen in uscita: arriva Touré a pulire la scena.

46' SI RIPARTE!

19.33 - Attenzione, colpo di scena per Pochettino: si rientra in campo con la difesa a quattro. Fuori un semi-disastroso Wimmer, dentro il koreano Son. Praticamente un 4-2-3-1 con Eriksen a fare da pendolo per unire centrocampo ed attacco.

19.30 - Da vedere se le due squadre saranno in grado di continuare a spingere sull'acceleratore come fatto nel primo tempo. Impensabile vedere altri quarantacinque minuti di tale intensità, ma attenzione ai cali fisici: si aprirebbero spazi letali tanto per l'una quanto per l'altra squadra, soprattutto continuando con due moduli così offensivi.

45+2' - FINISCE QUI LA PRIMA FRAZIONE! Primo tempo intensissimo con un City sublime nel coprire il campo e nel togliere tempi di gioco con e senza palla. Il Tottenham incassa, soffre ma non rinuncia a ripartire, anche perché gli spazi non mancano. Ancora nessun gol, ma partita tutt'altro che noiosa: la sensazione è che ci attenda un secondo tempo scoppiettante.

45' - Giocata di Kane che con una rapidità impropria per il suo fisico scappa a Kolarov: l'ex-Lazio lo colpisce, ammonito.

43' - Contatto in area! Sterling e Wanyama si toccano e cadono quasi abbracciati dopo la sterzata dell'esterno del City. Marriner è vicinissimo e invita i due a continuare con ampi gesti. Da rivedere. Comunque continua il pressing intensissimo del City sulla trequarti avversaria.

40' - Che primo tempo di Wanyama! Altra chiusura preziosa come il pane in tempi di carestia, con Aguero lanciato in contropiede.

39' - Si stende bene in contropiede il Tottenham, ora la partita è apertissima e molto divertente.

37' - Spinge di nuovo sull'acceleratore il City: nel giro di due minuti Aguero e Sterling chiamano in causa ancora i pugni di Lloris sulla sinistra.

36' - Aguero! Non tira mai il City, che recupera ancora palla ai venticinque metri su un'altra uscita scellerata di Wimmer. Aguero punta, fa due finte, scarica su De Bruyne che non va col destro incrociato ma rimette dentro per l'argentino: buono lo stacco di testa, ma Lloris è prontissimo.

36' - Tutto risolto, torna in campo l'esterno britannico.

35' - Problemi per Rose, che ha incassato un colpo nei pressi della sua porta. Entrano i medici.

33' - Lezioso De Bruyne, che spreca un contropiede 3vs2 cercando di chiudere il triangolo con Aguero. La palla rimane pericolosa, e sul traversone di Silva si fionda Sané sul secondo palo: colpo di testa in acrobazia, palla di poco a lato. Poteva fare meglio l'ex-Schalke.

32' - Il Tottenham ha rimesso in equilibrio il match ma continua a soffrire tanto il pressing alto: stavolta è Lloris a buttare in fallo laterale la sfera per non rischiare guai.

30' - Brutta entrata di Zabaleta in pressing su Rose: scivolata a piede alto graziata da Marriner, ma ci stava il giallo.

27' - Ipse dixit! Ancora pasticcio in uscita, stavolta di Dier su pressione di Aguero: si apre il varco per De Bruyne, ma quando il belga si coordina per il tiro gli Spurs sono già rientrati. Conclusione affrettata che si spegne a lato.

26' - Ritmo leggermente calato ora, stanno avendo la meglio le due difese: pochi spazi, poche iniziative.

22' - Ancora nello stretto Sterling e Aguero, interrompe tutto Wanyama che lancia Kane in contropiede: inserimento di Alli, ma quando arriva il filtrante il britannico è già in offside.

20' - ZABALETA! Seconda occasione in pochi secondi per il City! Schema su corner, palla giocata al limite per il rimorchio dell'argentino: bellissimo il mancino che sfiora il palo. Lloris stavolta era pietrificato, che bomba!

19' - SILVA! Il mancino da fuori, la palla rimane tesa e bassa verso l'angolino alla sinistra di Lloris, ma il portiere francese si allunga e tocca in corner.

18' - Partita molto godibile, con la palla che si muove rapidamente da una parte all'altra.

15' - Funziona il pressing del Tottenham: finalmente gli Spurs respirano dopo diversi minuti di affanno. Nel mentre, tacchettata di Sané in ritardo su Kyle Walker.

13' - ASSEDIO CITY! Altra punizione interessante, se la guadagna Silva sulla sinistra.

12' - Secondo giallo in pochi secondi: se lo becca Dier che non fa scattare Aguero trattenendolo sulla trequarti.

11' - Balla il Tottenham! Wimmer si cerca guai sulla sinistra, perde palla in uscita commettendo fallo (ammonito poi a gioco fermo) e libera il corridoio per Aguero: bello il mancino, che però finisce alto.

10' - ZABALETA! OCCASIONE CLAMOROSA PER IL CITY! Triangolano benissimo Aguero e De Bruyne, si apre il corridoio per il terzino argentino che non riesce ad anticipare una grandissima chiusura di Alderwiereld!

8' - Per ora il City ha il bandolo della matassa e riesce ad eludere con continuità il primo pressing degli avversari.

6' - Sterling! Solito scatto bruciante dell'ex-Liverpool che si allarga sul sinistro ma non coglie l'attimo: bravo Rose a rimediare al suo errore rientrando per chiudere lo specchio.

4' - Riprende il controllo il Manchester, che fa girare palla nella zona centrale di campo.

2' - Zabaleta scivola e Rose gli scappa via sul fondo, ma il cross dentro è allontanato da Otamendi.

1' - Primo possesso degli Spurs, che subito attaccano dalle fasce.

1' VIAAAAAA! SI PARTE!

18.27 - Scambio di saluti e foto di rito, capitani a centrocampo per il sorteggio con l'arbitro Marriner.

18.26 - ECCOLI! Giocatori in campo, accompagnati dagli arbitri e dai classici baby-tifosi.

18.24 - Manca pochissimo! Tutto pronto per lo spettacolo di Manchester City-Tottenham!

18.16 - Riscaldamento quasi ultimato, si scalda l'aria dell'Etihad Stadium!

18.10 - L'arbitro della contesa sarà Andre Marriner da Birmingham. Con lui, la squadra formata dagli assistenti Beck e Garratt e dal quarto uomo Mike Jones.

18.06 - Lo scontro diretto di questo sabato pomeriggio è reso ancora più intrigante dalla sconfitta del Liverpool nel lunch match contro lo Swansea: i Reds, piegati dalla doppietta di Llorente e dal sigillo di Sigurdsson, rischiano da un lato di essere staccati dal Tottenham, dall'altro di essere raggiunti a quota 45 punti dal Manchester City.

18.03 - Temperatura di poco superiore allo zero a Manchester, con un tasso di umidità particolarmente pesante: siamo oltre l'85%.

18.00 - Mezz'ora al via, è appena iniziato il riscaldamento prepartita.

17.50 - Prime immagini live da oltremanica!

Tottenham Hotspur (5-2-3): Lloris; Walker, Dier, Alderweireld, Wimmer, Rose; Wanyama, Dembelé; Eriksen, Kane, Alli. All. Pochettino

17.41 - Confermati i tre centrali invece per Pochettino: scelto Wimmer per completare la linea con Dier ed Alderwiereld. Davanti, tridente delle meraviglie Eriksen-Alli-Kane.

Manchester City (4-1-4-1): Bravo; Zabaleta, Otamendi, Kolarov, Clichy; Yaya Touré; Sané, De Bruyne, Silva, Sterling; Aguero. All. Guardiola

17.38 - Guardiola va a trazione offensiva: 4-1-4-1 con un solo mediano, Yaya Touré, e con Kolarov centrale di difesa accanto ad Otamendi. Solo panchina per Fernando, come Stones e Gabriel Jesus. Davanti, quartetto di archi a supporto di Aguero: Silva, De Bruyne, Sterling e Sané.

17.36 - Sono arrivate le formazioni ufficiali!

17.32 - Eccoci collegati! Meno di un'ora al via a Manchester, si intensifica l'affluenza verso l'Etihad Stadium!

Buonasera a tutti da Stefano Fontana! Sono onorato di darvi il benvenuto ad un nuovo appuntamento con le dirette scritte in tempo reale di VAVEL Italia! Stavolta siamo di tappa in Inghilterra, più precisamente nella leggendaria Manchester: all'Etihad Stadium va in scena il match clou della ventiduesima giornata di Premier League, con il City di Guardiola a sfidare il Tottenham di Mauricio Pochettino. I londinesi stanno confermando l'exploit dello scorso anno e viaggiano al secondo posto in classifica, tre punti sopra i Citizens, che invece aleggiano al quinto posto.

Una vista suggestiva dell'Etihad Stadium. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial
Una vista suggestiva dell'Etihad Stadium. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial

Il momento delle due squadre

Nonostante mantenga il suo atteggiamento a metà tra lo spavaldo ed il fiducioso, è indubbio che questo sia uno dei momenti peggiori della carriera di Josep Guardiola da allenatore. Dopo la positiva vittoria (2-1) sull'Arsenal, infatti, sono arrivate due tegole pesantissime: nel giro di due settimane il Manchester City si è dovuto inchinare due volte in trasferta a Liverpool. Prima contro i Reds (sigillo di Wijnaldum), poi, dopo aver rialzato la testa contro il Burnley in campionato e contro il West Ham in FA Cup, contro l'Everton.

Un quattro a zero nettissimo che ha portato alla luce tutte le difficoltà tattiche ed ambientali della sponda Skyblue di Manchester: un tecnico ostinato nel proporre le sue idee che - per quanto rivoluzionarie ed efficaci in passato - non sembrano calzare sulla rosa attuale ed in generale essere adatte all'ambiente. La pioggia di critiche è ovviamente arrivata puntuale, considerato anche che, entrati nella seconda metà del campionato, i Citizens inseguono già di dieci punti la capolista Chelsea, ed attualmente sarebbero fuori dalla Champions League del prossimo anno. Insomma, situazione turbolenta e per nulla tranquilla, ma l'asso spagnolo della panchina può contare su una dose eccezionale di talento (Aguero, De Bruyne e David Silva, per citare tre nomi) per cominciare la risalita che porterebbe all'impresa.

Sergio Aguero in azione con Wanyama nella partita d'andata. | Fonte: twitter.com/ManCity
Sergio Aguero in azione con Wanyama nella partita d'andata. | Fonte: twitter.com/ManCity

Dall'altra parte, invece, qualsiasi tifoso del Tottenham dovrebbe camminare a due metri da terra oer la felicità: momento d'oro per i ragazzi di Pochettino, in striscia aperta di sette vittorie consecutive tra tutte le competizioni. Nell'ultimo turno di F.A. Cup la vittima (2-0) è stata l'Aston Villa, ma è in campionato che gli Spurs si stanno facendo onore, riempiendo di gol gli stadi di tutto il Regno Unito. 19 reti nelle ultime sei uscite (oltre tre di media a partita) sono un biglietto da visita sufficente per far paura a chiunque.

E paura l'hanno fatta, eccome, anche al Chelsea di Antonio Conte, che a White Hart Lane ha visto crollare il suo record di 13 vittorie consecutive. Un passo falso sugellato dalla doppietta di Dele Alli che non ha intaccato le speranze di titolo dei Blues, ma in compenso ha rilanciato i londinesi tra le assolute pretendenti alla vetta. L'anno scorso le luci della ribalta furono rubate dall'impresa del Leicester, ma vincere contro la concorrenza di questa stagione sarebbe per il Tottenham un encomio di quasi pari importanza. Ed il sogno non è così lontano.

Da sinistra a destra: Eriksen, Kane, Davies e Alli. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial
Da sinistra a destra: Eriksen, Kane, Dier e Alli. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial

Le ultime dal campo

Nella settimana, è arrivato un sorriso per Guardiola, che avrà a disposizione Gabriel Jesus. Il brasiliano classe 1997 (solo omonimo di quello acquistato dall'Inter) aveva chiuso col City già in estate, ma il trasferimento è stato finalizzato solo ora. Nonostante le scarsissime prospettive di impiego per questa partita, l'ex-Palmeiras sarà convocato, a differenza di Fernandinho (out per squalifica)  e dei lungodegenti Kompany e Gundogan. In dubbio invece Fernando, alle prese con noie al ginocchio, ma il brasiliano farà di tutto per dare il suo contributo alla causa.

In ogni caso, sarà il solito ibrido tra 4-2-3-1 e 4-1-4-1 quello di Guardiola. Quasi sicuro l'impiego di Touré accanto a Fernando o, in caso di forfait del brasiliano, a Pablo Zabaleta, che potrebbe essere proposto di nuovo come centrocampista. Dietro, tutto confermato con Sagna, Otamendi, Stones e Clichy davanti a Claudio Bravo, chiacchieratissimo soprattutto sui social dopo la diffusione di una statistica (dati Opta) che non gli sorride per niente: l'ex-Barcellona ha concesso 13 gol sugli ultimi 21 tiri in porta incassati in Premier League. Se i problemi sono in difesa, Pep può sicuramente puntare su un quartetto di tutto rispetto in attacco: a supportare il Kun Aguero ci saranno quasi sicuramente Kevin De Bruyne, David Silva e Raheem Sterling.

Il neo acquisto Gabriel Jesus con Fernando, in allenamento. | Fonte: twitter.com/ManCity
Il neo acquisto Gabriel Jesus con Fernando, in allenamento. | Fonte: twitter.com/ManCity

Per Mauricio Pochettino, invece, nessun regalo (per ora) dal mercato di gennaio, ma anche una grazia dall'infermeria: esclusi Lamela - sul quale lo stesso tecnico argentino si è detto molto preoccupato, riguardo ai cronici problemi all'anca - e Jan Vertonghen (out oltre un mese per una distorsione alla caviglia) sono tutti arruolabili.

Così, è probabile che l'ex-tecnico del Southampton confermi Dier arretrato in mezzo ad Alderwiereld e Davies in una sorta di difesa a tre che lascerebbe molta più libertà di spingere ai due terzini Walker e Rose, pubblicamente elogiati proprio da Guardiola in conferenza stampa. In mezzo al campo ci sarà ancora la coppia Wanyama-Dembelé, mentre nel tridente saranno Christian Eriksen e Dele Alli ad orbitare attorno ad Harry Kane, col possibile ingresso del koreano Son per spostare gli equilibri a partita in corso.

Da sinistra a destra: Wanyama, Walker e Dembelé. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial
Da sinistra a destra: Wanyama, Walker e Dembelé. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial

Le probabili formazioni

Manchester City (4-2-3-1): Bravo; Sagna, Otamendi, Stones, Clichy; Fernando, Yaya Touré; Sterling, De Bruyne, David Silva; Aguero. All. Guardiola

Pep Guardiola in conferenza stampa. | Fonte: twitter.com/ManCity
Pep Guardiola in conferenza stampa. | Fonte: twitter.com/ManCity

Tottenham (5-2-3): Lloris; Walker, Alderwiereld, Dier, Davies, Rose; Wanyama, Dembelé; Eriksen, Kane, Alli. All. Pochettino

Mauricio Pochettino in conferenza stampa. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial
Mauricio Pochettino in conferenza stampa. | Fonte: twitter.com/SpursOfficial

I precedenti 

Nelle sfide degli ultimi anni, tutte rigorosamente in Premier League, non si può non ricordare il tris di goleade del City, capace di infliggere ben quindici reti agli Spurs in tre partite a cavallo tra il 2013 ed il 2014 grazie ad uno splendido Sergio Aguero: sette reti per l'argentino, autore di un memorabile poker (con rigore sbagliato) nel 4-1 casalingo dell'ottobre 2014. Una vera forza della natura, verso la quale però il Tottenham ha saputo prendersi una rivincita, portando a casa le ultime tre sfide, compresa quella dell'andata di questa stagione a White Hart Lane: firme di Kolarov, nella porta sbagliata, e Dele Alli per il 2-0 finale.