Premier League, gli affari del Deadline Day

Tra l'infrasettimanale e le questioni di campo, c'è anche spazio per il mercato. Colpi importanti per il Crystal Palace, anche l'Hull sistema i pezzi. Southampton, non solo Gabbiadini.

Premier League, gli affari del Deadline Day
Mamadou Sakho con la maglia del Crystal Palace. | Fonte immagine: Twitter @CPFC

Anche oltremanica, ieri sera, è risuonato il gong del mercato. Lo ha fatto un'ora dopo la fine del primo round di turno infrasettimanale di Premier League: squadre in campo, direttori e manager all'opera sul mercato. Ieri, deadline day, diverse squadre hanno mosso le loro ultime pedine.

L'ultimo colpo in entrata registrato lo ha firmato il Southampton, che sul filo di lana - per il mercato italiano - ha ufficializzato l'arrivo di Manolo Gabbiadini per 17 milioni (più 3 di bonus) dal Napoli.

Insieme all'attaccante bergamasco, è sbarcato in biancorosso anche il portiere Mouez Hassen dal Nizza: sarà il nuovo vice-Forster, visti i frequenti problemi alla coscia di McCarthy.

Movimenti importanti in casa Crystal Palace, in entrata: sul filo di lana la squadra di Allardyce ha bruciato proprio i Saints per aggiudicarsi Mamadou Sakho, in prestito dal Liverpool. Il centrocampo è stato invece puntellato con un acquisto da 16 milioni come Luka Milivojevic dall'Olympiakos, dati i vani tentativi di accaparrarsi Lemina. I due vanno ad aggiungersi a Schlupp, colpo di inizio mercato, e a Patrick van Aanholt, approdato in rossoblu domenica.

Il Sunderland, avendo perso il proprio terzino, si è consolato con Bryan Oviedo, arrivato dall'Everton insieme a Gibson: i due sono vecchie conoscenze di Moyes, che punta sull'affidabilità e sulle certezze per raggiungere una disperata salvezza.

Giornata di spese dalla seconda divisione per il Burnley, che ha rinforzato fascia sinistra e centrocampo, forse i due punti più deboli della rosa, con due giocatori di ottimo livello: in mezzo arriva Ashley Westwood, metronomo dell'Aston Villa - pagato quasi 6 milioni di Euro, mentre sulla corsia mancina l'acquisto è di prestigio: si tratta di Robbie Brady, esterno Irlandese del Norwich, pagato ben 15 milioni di Euro. L'acquisto, peraltro, è stato ufficializzato nell'intervallo della gara tra Burnley e Leicester, vinta 1-0 dai Clarets.

Scenderà in campo invece stasera l'Hull City, protagonista nella giornata di ieri con tre nuovi acquisti, ma più in generale squadra maggiormente cambiata in questo mercato invernale: Marco Silva conta sette nuovi rinforzi, tre dei quali freschi del deadline day. Sono Andrea Ranocchia, il roccioso mediano Alfred N'Diaye e il fantasista polacco Grosicki i nuovi innesti, aggiuntisi a Evandro, Elabdellaoui, Niasse e Markovic.

Rinforzo in attacco per lo Swansea, altra squadra di fondo classifica ma in un buon momento di forma: dall'Aston Villa arriva Jordan Ayew, attualmente però impegnato con la nazionale del Ghana in Coppa d'Africa.

Ha invece sondato il mercato italiano il Leicester di Ranieri, che ha prelevato dall'Udinese Molla Wague, rinforzo per una difesa completamente da rivedere, anche se l'impressione è che non sia di certo sufficiente.

Passando invece alle uscite, oltre ai tanti giovani scesi nelle categorie inferiori per accumulare esperienza e soprattutto minuti, va segnalato il passaggio di Branislav Ivanovic allo Zenit, nell'aria da giorni. Sono ben cinque le uscite invece per il Watford, che ha mosso diversi pezzi, tra cui Adlène Guedioura, passato al Middlesbrough, ma soprattutto Odion Ighalo: dopo aver rifiutato una massiccia offerta estiva dalla Cina, il matrimonio si è consumato ieri nelle ultime ore. Il nigeriano è volato al Changchung Yatai per quasi 25 milioni.