Premier League, il City passeggia sul West Ham (0-4)

Tutto facile per la truppa di Guardiola, che stende gli Hammers con un perentorio quattro a zero, siglando già tre reti nel primo tempo. A segno Gabriel Jesus

Premier League, il City passeggia sul West Ham (0-4)
WEST HAM
0 4
MANCHESTER CITY
WEST HAM: (4-2-3-1) Randolph; Byram, Reid, Fonte, Cresswell; Obiang (64’ Snodgrass), Noble; Antonio, Lanzini, Feghouli (64’ Fernandes); Carroll (79’ Fletcher). Allenatore: Slaven Bilic
MANCHESTER CITY: (4-3-3) Caballero; Sagna, Stones, Otamendi, Kolarov; Touré, De Bruyne (68’ Fernandinho), Silva (80’ Delph); Sterling, Sané, Gabriel Jesus (73’ Aguero). Allenatore: Josep Guardiola
SCORE: De Bruyne 17’, Silva 21’, Gabriel Jesus 39’, Touré rig. 67’
ARBITRO: Kevin Friend Ammoniti: Obiang, Lanzini, Carroll; Gabriel Jesus, De Bruyne, Sterling
NOTE: Premier League 23a giornata Olympic Stadium London

Il Manchester City ritorna alla vittoria in Premier, dopo il pari interno contro il Tottenham, con un perentorio quattro a zero all'Olimpico di Londra. A farne le spese, il West Ham. Una partita a senso unico per i blues di Guardiola, che vanno subito in controllo con tre reti nel primo tempo, con Gabriel Jesus mattatore della sfida, alla sua prima rete stagionale, condita da un assist per De Bruyne. Citizens quarti in classifica, a pari merito con il Liverpool, mentre gli Hammers sono stabili in undicesima posizione, a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione. 

Le scelte

Esordio per Fonte, che forma il duo centrale con Reid, mentre Byram e Cresswell completano la difesa, davanti a Randolph, mentre Obiang e Noble in mediana supportano il trio di trequartisti Noble-Lanzini-Feghouli, alle spalle di Carroll.

Guardiola panchina Aguero e Bravo, dando fiducia a Caballero tra i pali, con Otamendi e Stones centrali, affianco ai terzini Sagna e Kolarov. Tourè in solitaria nella mediana, mentre De Bruyne e Silva si trovano alle spalle di Gabriel Jesus, con Sterling e Sanè esterni alti. 

La gara

Gli ospiti mettono subito in chiaro le cose, siglando già due gol nei primo ventuno minuti: apre le danze De Bruyne, che sfrutta l'errore di disimpegno di Cresswell, recuperando la sfera e, al termine di un duetto con Gabriel Jesus, fa esplodere il piattone vincente, che gonfia la rete al minuto 17'. Quattro minuti dopo, Silva firma il raddoppio, con un inserimento perfetto in area, su assist di Sanè, dopo un tunnel ai danni di Byram. Gli Hammers accennano ad una minima reazione, ma Cresswell manda al vento l'unica occasione ghiotta per loro, con un errore a tu per tu con Caballero, mentre Gabriel Jesus sigla la prima rete in Premier League al minuto 39: Silva ruba palla ad Obiang e apre per Sterling, mentre l'inglese mette Gabriel nelle migliori condizioni per segnare con facilità e sigla il tre a zero, chiudendo il primo tempo. 

Nella ripresa, il Manchester City limita al minimo le sortite offensive degli Hammers, cercando i presupposti migliori per gli affondi decisivi. Dopo quindici minuti di relativa tranquillità, Sterling si fa atterrare in area da Fonte, procurando il rigore a favore degli ospiti: dal dischetto si presenta Yaya Tourè, che fa centro e firma il poker al sessantasettesimo minuto di gioco. I padroni di casa si affidano all'orgoglio, ma non basta per scalfire la difesa della truppa di Guardiola, che continua a macinare gioco, cercando il quinto gol, come nella sfida di FA Cup il sei gennaio, terminata 0-5 per i Citizens all'Olympic Stadium. Termina quattro a zero per il Manchester City, che ha nettamente surclassato gli Hammers dal primo all'ultimo secondo.