Arsenal, Alexis Sanchez è pronto a salutare

In Inghilterra sono sicuri: a giugno sarà addio. Sul Nino Maravilla pronta un'asta, a cominciare da Juventus, Inter e Milan.

Arsenal, Alexis Sanchez è pronto a salutare
Arsenal, Alexis Sanchez è pronto a salutare, www.skysports.comsan

Ad ogni sessione di mercato il suo nome viene accostato a diversi club europei, ma alla fine rimane sempre a Londra. Questa volta però le voci sono sempre più insistenti e sembra proprio arrivata l’ora dell’addio. Alexis Sanchez è pronto a lasciare l’Arsenal nella prossima estate ed è pronta a scatenarsi un’asta multimilionaria per strappare il cileno ai Gunners. Il contratto attuale che lega il calciatore al club scade nel 2018 e pare che non ci sia intenzione di rinnovare da parte dell’ex Udinese, rendendo necessaria una cessione al termine di questa stagione per evitare lo svincolo a parametro zero.

All’Arsenal dal 2014, Alexis Sanchez ha vinto una FA Cup e due Community Shields, ma a livello di Premier League e soprattutto di Champions League la squadra di Arsene Wenger non è mai riuscita a competere fino in fondo con i concorrenti e quest’anno il cammino sembra già segnato – il 5-1 rimediato all’Allianz Arena contro il Bayern Monaco è una sentenza per quel che riguarda la Coppa dalle grandi orecchie, così come il -10 in campionato dalla capolista Chelsea che rende utopistica una rimonta.

Da tempo il Niño Maravilla è un pallino di Beppe Marotta, che già lo cercò insistentemente nell’estate del 2011, quando poi l’Udinese lo cedette al Barcellona; la storia si è ripetuta 3 anni dopo, con lo stesso finale amaro per il direttore generale bianconero. Stavolta la pista sembra molto più concreta, vista anche l’uscita del Daily Mirror di qualche giorno fa in cui la Juventus veniva definita “in vantaggio” sulle concorrenti, a cominciare dal Paris Saint-Germain.

Sanchez ha firmato il momentaneo 1-1 a Monaco, www.eurosport.com
Sanchez ha firmato il momentaneo 1-1 a Monaco, www.eurosport.com

Anche i tifosi dell’Arsenal vedono il cileno a Torino: quando all’indomani della disfatta di Monaco di Baviera l’account ufficiale Twitter del club informava i suoi followers del fatto che Sanchez non si fosse allenato, il commento più frequente era “si trova in Italia”. In realtà era a Barcellona per risolvere alcuni problemi fiscali legati al periodo di militanza nei blaugrana, ma questo basta per capire che il sentiment dei supporters Gunners è rassegnato nel vedere il calciatore con un’altra maglia nella prossima stagione.

La concorrenza però è folta, come detto, perché, oltre a bianconeri e parigini, sulle tracce del Niño Maravilla ci sono il Manchester City, l’Inter e, nelle ultime ore, è spuntato il Milan, con la nuova dirigenza cinese che vorrà regalare subito un gran colpo ai tifosi. I ragionamenti e le strategie verranno poi messe in atto tra qualche mese, ma sembra ormai certo che il futuro di Alexis Sanchez non sarà tra le fila dell’Arsenal.