Premier League, un rigore di Ibra salva lo United contro l'Everton (1-1)

I Red Devils pareggiano ancora a Old Trafford: Jagielka porta in vantaggio l'Everton, poi è lo svedese a impattare dal dischetto in pieno recupero.

Premier League, un rigore di Ibra salva lo United contro l'Everton (1-1)
Zlatan Ibrahimovic trasforma il rigore dell'1-1.Fonte: PremierLeague.com

Dopo essere stato in svantaggio per oltre settanta minuti, il Manchester United di Josè Mourinho riacciuffa l'Everton di Ronald Koeman a Old Trafford nella trentunesima giornata di Premier League. Finisce 1-1, con i Red Devils che mantengono così aperta la loro striscia di gare di campionato senza sconfitta (ora a quota venti) grazie a un rigore trasformato al 92' da Zlatan Ibrahimovic, al termine di un match combattuto, aperto dalla rete di Phil Jagielka (dormita di Rojo nell'occasione). Con questo pareggio, lo United rimane quinto a 54 punti, mentre i Toffies sono a 51 (29 e 31 le gare giocate rispettivamente da padroni di casa e ospiti). 

Il rigore di Ibra. Fonte: PremierLeague.com

Per la sfida contro l'Everton Josè Mourinho propone una linea difensiva composta da Young, Bailly, Rojo e Blind, mentre in mediana ci sono Carrick, Herrera e Fellaini. In avanti, Lingard e Rashford larghi, con Ibrahimovic unica punta di ruolo. Koeman risponde con un 4-2-3-1 di stampo difensivo: davanti a Robles ecco Holgate, Jagielka, Williams e Baines, in mezzo al campo Barry e Gueyè, mentre Barkley, Davies e Mirallas supportano Romelu Lukaku. 

Le due squadre entrano in campo.Fonte: PremierLeague.com 

L'avvio dello United è promettente. Un paio di accelerazioni di Rashford e Ibrahimovic sono chiuse in extremis dalla difesa dell'Everton, e all'11' Lingard spaventa Robles con un tiro dal limite. Il portiere spagnolo si supera poco dopo sullo stesso Rashford, pescato però in fuorigioco dal fuoriclasse svedese. Intorno al quarto d'ora i Red Devils accusano un passaggio a vuoto che costa loro lo svantaggio: prima Lukaku, poi soprattutto Mirallas, tirano verso la porta di De Gea. Il belga si guadagna così un calcio d'angolo, da cui al 22' nasce il gol dei Toffies. Su colpo di testa di Ashley Williams, il pallone finisce sul secondo palo, dove Rojo si fa anticipare da Phil Jagielka, che con un uncino destro beffa l'argentino e fredda un De Gea non attentissimo.

Jagielka anticipa Rojo per il gol dello 0-1. Fonte: PremierLeague.com

Lo 0-1 produce l'effetto di risvegliare lo United, che si riversa senza razionalità nella metà campo ospite: ad esaltarsi è Joel Robles, che si oppone su una bella punizione mancina calciata da Daley Blind. Sulla respinta il più lesto è Ander Herrera, che da posizione defilata trova però solo la traversa. Alla mezz'ora ancora il basco scalda i guantoni del suo connazionale, mentre l'Everton si aggrappa a un monumentale Gareth Barry in mezzo al campo, affidandosi invece a uno scatenato Kevin Mirallas per le azioni di ripartenza. Il belga e Lukaku si ritrovano spesso in parità numerica contro Bailly e Rojo, senza però riuscire a rendersi pericolosi dalle parti di De Gea. Il primo tempo si chiude così sullo 0-1, con lo United che attacca ma non sfonda. 

Lukaku tra Bailly e Young. Fonte: PremierLeague.com

Nella ripresa Mourinho presenta subito Paul Pogba per Blind, ridisegnando la squadra. Young finisce a fare il terzino sinistro, mentre sulla fascia opposta si adatta Herrera, con Fellaini che avanza la sua posizione a ridosso di Ibra, per sfruttare i diversi cross provenienti dalle corsie. Su uno di questi (calcio piazzato battuto da Young), proprio Pogba colpisce di testa la traversa di Robles: secondo legno per i padroni di casa, che continuano ad attaccare a testa bassa.

La traversa di Pogba. Fonte: PremierLeague.com

Poco dopo l'ora di gioco ecco gli ultimi due cambi dello United: fuori Carrick e Young, dentro Mkhitaryan e Shaw, mentre Koeman si copre inserendo Pennington per un esausto Mirallas. Diventa così Ross Barkley il partner offensivo di Romelu Lukaku: il centravanti belga ingaggia un gran duello con Rojo, ma al momento della conclusione non trova mai il bersaglio rappresentato dalla porta di De Gea. Con il trascorrere dei minuti la gara si sporca, tra contrasti duri e ammonizioni: l'urlo di Old Trafford per il pareggio di Ibra (colpo di testa da distanza ravvicinata) viene respinto dal guardalinee, che annulla per un fuorigioco difficile da decifrare. Ancora lo svedese ci prova con una zuccata su assist di Rashford, ma il pallone finisce alto. Koeman rinforza gli ormeggi con Calvert-Lewin per Barkley, condannandosi a un assedio finale. Proprio quando l'Everton sembra aver superato indenne anche i quattro minuti di recupero concessi dall'arbitro, ecco il calcio di rigore che vale il pareggio per i Red Devils: Shaw calcia da fuori area, trovando un Ashley Williams in versione portiere, che respinge di tuffo con la mano.

Il fallo di mani di Williams. .Fonte: PremierLeague.com

Cartellino rosso e Ibra che si presenta così dagli undici metri, spiazzando Robles per il definitivo 1-1.