Premier League - Klopp rischia e si pente, il Liverpool ringrazia Mignolet e batte 1-2 lo Stoke

Buona vittoria esterna del Liverpool sul campo dello Stoke City: alla fine di un primo tempo noioso, a passare sono i padroni di casa con Johnatan Walters. Nella ripresa Klopp è costretto a sacrificare i giovani per tornare sui suoi passi e mettere dentro Coutinho e Roberto Firmino: i due lo premiano con una rete a testa nel giro di tre minuti, permettendo ai Reds di trovare tre punti preziosissimi per la corsa europea.

Premier League - Klopp rischia e si pente, il Liverpool ringrazia Mignolet e batte 1-2 lo Stoke
Premier League - Klopp rischia e si pente, il Liverpool ringrazia Mignolet e batte 1-2 lo Stoke
Stoke City
1 2
Liverpool
Stoke City: (3-5-1-1): Mignolet; Klavan, Matip, Lovren; Alexander-Arnold (46' Coutinho), Can, Wijnaldum, Milner, Clyne; Woodburn (46' Firmino); Origi (69' Sturridge). All. Klopp
Liverpool: (4-4-2): Grant; Johnson, Shawcross, Martins Indi, Pieters; Shaquiri, Cameron, Allen (27' Adam (81' Sobhi)), Arnautovic; Walters (68' Whelan), Berahino. All. Hughes.
SCORE: 1-0, 44', Johnathan Walters. 1-1, 70', Philippe Coutinho. 1-2, 72', Roberto Firmino.
ARBITRO: Mike Dean. Ammoniti: Klavan 48', Firmino 73'.
NOTE: Gara valida per la 32^ giornata di Premier League 2016/17. Si gioca al Britannia Stadium di Stoke-on-Trent, Inghilterra. Calcio d'inizio ore 16:00.

Buona vittoria esterna del Liverpool sul campo dello Stoke City: dopo un primo tempo noioso, a passare sono i padroni di casa con Johnatan Walters. Nella ripresa Klopp è costretto a sacrificare i giovani per tornare sui suoi passi e mettere dentro Coutinho e Roberto Firmino: i due lo premiano con una rete a testa, che permette ai Reds di trovare tre punti preziosissimi per la corsa europea. Andiamo a rivivere insieme le emozioni del match.

Al Britannia Stadium lo Stoke City accoglie il Liverpool, imbattuto da oltre un mese ma fresco di sgambetto (2-2) subito dal Bournemouth. I Potters, reduci da due sconfitte consecutive, si schierano agli ordini di Mark Hughes con un 4-4-2 che vede Marko Arnautovic e Xherdan Shaqiri sulle fasce, mentre le punte sono Berahino e Walters. Dall'altra parte, rischio massimo per Jurgen Klopp: 3-5-1-1 lasciando Coutinho, Firmino e Sturridge in panchina per puntare sui giovanissimi Alexander-Arnold e Woodburn, con Origi unica punta.

Fonte foto: squawka.com
Fonte foto: squawka.com

Pronti-via, bastano due minuti a Shaqiri per scappare come un furetto tra le maglie del Liverpool per andare a depositare alle spalle di Mignolet col sinistro: tutto annullato, però, per posizione di offside. 
In generale la partita è piuttosto frenetica, con la palla che gira velocemente da una parte all'altra e le squadre molto corte vicino alla linea di centrocampo. Le occasioni, però, continuano a non arrivare, nonostante la caparbietà dei giovani di Klopp e le geometrie dei padroni di casa. Nel frattempo arriva un problema alla caviglia per Joe Allen, sostituito da Charlie Adam al minuto 27, poco prima che Marko Arnautovic, con caparbietà, cerchi di sorprendere il portiere col mancino dal limite.
Ancora l'ex-Inter, appena dopo la mezz'ora, sfrutta il rinvio sbilenco di Lovren per concludere in acrobazia con l'esterno, trovando solo il fondo. Col tempo crescono i padroni di casa, spingendo soprattutto sulle fasce, ma non arriva nessun tiro in porta. Dal canto suo, il Liverpool non riesce mai a distendersi bene in contropiede, e deve provarci sul piazzato: lo stacco di Origi sul corner, però, non trova neanche la porta. A rompere l'equilibrio, a due minuti dal quarantacinquesimo, è Johnatan Walters: dai-e-vai tra Shaqiri e Glen Johnson sulla destra, l'albanese si invola, fa fuori Clyne e Klavan e riesce a crossare dal fondo. Saltata la difesa, nessuno fa la diagonale per coprire su Walters che impatta di testa a due passi da Mignolet e fa 1-0.

Fonte foto: squawka.com
Fonte foto: squawka.com

Nel secondo tempo, Klopp torna sui suoi passi e manda dentro Coutinho e Firmino già dal 46', togliendo proprio Alexander-Arnold e Woodburn. Nonostante l'ingresso delle stelle, è Mignolet a salvare il Liverpool dal raddoppio Stoke dopo appena cinque minuti: un corner allontanato viene rimesso in mezzo, in maniera abbastanza goffa, da Wijnaldum. Rimangono tre attaccanti liberi in area piccola, a calciare è Adam, ma Mignolet si supera, di puro istinto, allontanando col piede. A questo punto i Reds (oggi in total black) reagiscono e si spingono avanti, cambiando radicalmente volto: Origi ci prova col tiro a giro ma non trova la porta, mentre sul mancino schiacciato di Firmino è Grent ad opporsi col pugno sinistro. I giri si alzano, e la partita finalmente si accende. In due minuti arrivano altre due occasioni: Clyne scappa sulla destra e appoggia ancora per Firmino, ma il suo destro dal limite trova ancora il tuffo di Grent. Sul corner conseguente, lo stacco di Lovren trova la traversa, non riuscendo comunque a smuovere il risultato.

Lo Stoke invece sembra riuscire ad alleggerire, conquistando anche qualche punizione in attacco, ma la tempesta del Liverpool si abbatte a cavallo del settantesimo: a segnare il pareggio è Philippe Coutinho, bravissimo a sfruttare una palla allontanata male dopo la palla scodellata da Can. Arnautovic lascia la palla sul dischetto, ed il brasiliano, col destro, fa 1-1. Tempo di rimettere la palla al centro, e lo Stoke City vede crollare tutto ciò che era stato costruito in precedenza: altra palla scodellata in avanti, stavolta dal piede di Wijnaldum. Firmino scatta prima di tutti, controlla benissimo e fulmina il portiere con un destro al volo che per poco non sposta indietro la porta del Britannia Stadium. Nel giro di tre minuti, il Liverpool si ritrova avanti 2-1.

Fonte foto: Squawka.com
Fonte foto: Squawka.com

I padroni di casa provano a rispondere subito con lo scatto di Arnautovic sulla sinistra: fulminato Clyne, arriva la palla dentro per Berahino. Grande intervento in scivolata, ma a chiudere la porta è ancora Mignolet col piede. Nel finale si vedono tiri in porta da entrambe le parti, e sul traversone disperato al terzo dei quattro di recupero è Shawcross a commettere un fallo (dubbio) in attacco per carica al portiere. Al triplice fischio, quindi, è 1-2 al Britannia Stadium.