Premier League, si infiamma la corsa alla Champions

La distanza tra Liverpool, Arsenal e le due di Manchester si assottiglia ancora.

Premier League, si infiamma la corsa alla Champions
Fonte immagine: contra-ataque

Tutto ancora aperto. In quattro in corsa per la Champions League, alla ricerca di una speranza per salvare il campionato. La Premier League ha ancora ufficialmente due giornate da disputare, ma i recuperi vogliono ancora la loro parte, anche nella corsa alle top four.

L'ultimo scontro diretto tra le protagoniste ha visto in campo ieri Arsenal e Manchester United. La vittoria dei Gunners per 2-0 li tiene ancora in corsa per un piazzamento europeo, ma il destino non è tutto nelle loro mani, perché Liverpool e City hanno il coltello dalla parte del manico. I Devils, dal canto loro, possono centrare la qualificazione anche passando per la vittoria dell'Europa League. Questa la situazione, di classifica e di calendario, delle quattro in lizza.

GIORNATA Liverpool (70) Man City (69) Man. United (65) Arsenal (63)
Recupero Southampton (T) ***
37esima West Ham (T) *** Leicester (C) ** Tottenham (T) ***** Stoke (T) **
Recupero West Brom (C) ** Southampton (T) *** Sunderland (C) * 
38esima Middlesbrough (C) * Watford (T) ** Crystal Palace (C) * Everton (C) ***

Con il Chelsea avviato verso il titolo e il Tottenham certo del secondo (o, alla peggio, del terzo posto), la favorita per uno spot in questo momento è il Manchester City, che potenzialmente può raggiungere quota 78. Tecnicamente risulta complicato pensare che Guardiola si faccia fermare da una tra Leicester, West Bromwich e Watford, ma attenzione all'atteggiamento di difesa-e-contropiede che queste compagini mettono in atto.

Con gli Sky Blues, anche il Liverpool è in posizione privilegiata, soprattutto perché in casa con il Middlesbrough - a un nonnulla dalla retrocessione - i tre punti devono essere una garanzia, anche se Klopp non sarebbe nuovo a inciampare. Più complicato può essere invece giocare sul campo del West Ham, dove un pareggio potrebbe non bastare.

Nell'ipotesi che all'Olympic Stadium gli Scousers dovessero uscire con un punto solo, andrebbero a quota 74, raggiungibili e superabili dall'Arsenal, che ha quattro gare ancora da disputare, più di tutte. Nella migliore previsione, Wenger potrebbe salire a quota 75, ma il calendario è leggermente più complicato rispetto a quello di City e Liverpool, soprattutto per la trasferta sul campo del Southampton e per la gara interna con l'Everton.

A chiudere il lotto c'è il Manchester United, quella potenzialmente messa peggio: nella migliore delle ipotesi, i Devils chiuderebbero a 74, ma la prossima giornata saranno ospiti del Tottenham. Nessuno, in stagione, ha violato White Hart Lane. Poi, Southampton away e Crystal Palace (al quale basta pareggiare in casa con l'Hull la prossima giornata per salvarsi) a Old Trafford.

La previsione più probabile vedrebbe il Manchester City e il Liverpool volare in Champions, con l'Arsenal che dovrebbe rimpiangere troppe cadute contro le piccole. Le stesse piccole, però, possono sgambettare in ogni momento anche le avversarie, oltre che i Gunners stessi. E chissà che a Mourinho non riesca un miracolo...