Premier League, per il Man City sospiro di sollievo: Leicester battuto 2-1

All'Etihad i Citizens vanno avanti 2-0 grazie a Silva e Gabriel Jesus, poi Okazaki accorcia e nel secondo tempo le Foxes si avvicinano più volte al pareggio - Mahrez sbaglia un rigore - ma alla fine Guardiola conquista tre punti fondamentali per la Champions League.

Premier League, per il Man City sospiro di sollievo: Leicester battuto 2-1
Il City soffre ma vince, www.theguardian.com
Manchester City
2 1
Leicester
Manchester City: (4-1-4-1) - Caballero; Fernandinho, Kompany, Otamendi, Clichy; Yaya Toure; De Bruyne (Zabaleta, min. 82), Silva, Sterling (Aguero, min. 78), Sane; Gabriel Jesus (J. Navas, min. 90+4). All. P. Guardiola.
Leicester: (4-4-2) - Schmeichel; Simpson, Benalouane, Fuchs, Chilwell; Mahrez, Ndidi, King (Amartey, min. 68), Albrighton (Gray, min. 80); Okazaki (Slimani, min. 73), Vardy. All. C. Shakespeare.
SCORE: 1-0, min. 29, D. Silva. 2-0, min. 36, Gabriel Jesus (rig.). 2-1, min. 42, Okazaki.
ARBITRO: Robert Madley. Ammoniti: Benalouane (min. 35), Kompany (min. 50), Fuchs (min. 72), Albrighton (min. 79), Aguero (min. 85), D. Silva (min. 90+8).
NOTE: Eihad Stadium, Manchester. 37esima giornata di Premier League. Recupero p.t.: 2'. Recupero s.t.: 9'.

Sofferenza tremenda, ma alla fine il Manchester City batte 2-1 il Leicester, grazie a Silva e Gabriel Jesus, e agguanta una vittoria fondamentale nella corsa al terzo posto: Liverpool - in campo domani - scavalcato. Per il Leicester il rimpianto del rigore sbagliato da Mahrez per un punto che sarebbe stato ampiamente meritato.

Il Match

Pep Guardiola recupera Aguero ma si affida ancora a Gabriel Jesus; Fernandinho scelto come terzino destro, con Kompany e Otamendi, entrambi in goal settimana scorsa, al centro.

Craig Shakespeare non si discosta dal 4-4-2: Morgan e Huth sono out, gioca Benalouane con Fuchs spostato in mezzo e Chilwell sulla sinistra; davanti Okazaki preferito a Slimani.

Nei primi dieci minuti, partita equilibrata con un pericolo creato per parte, da azione d'angolo: al 4' Fernandinho non inquadra lo specchio, al 9' Ndidi colpisce scoordinato da sotto porta. Poi però il City prende il sopravvento ed il possesso di palla, cominciando ad attaccare sempre più insistentemente. Al 19' Sanè ha una buona chance dal limite dell'area piccola ma calcia male e spreca, poi altre due occasioni simili con Sterling ed ancora con il tedesco, dallo stesso esito. Brivido per Schmeichel al 24', sul sinistro di De Bruyne deviato da Benalouane, palla che passa ad un soffio dal palo. I Citizens cominciano un assedio all'area del Leicester ed al 29' passano in vantaggio: David Silva calcia sporco sull'assist di Sanè e batte Schmeichel sul primo palo. Sulla traiettoria tenta di intervenire Sterling, in fuorigioco, senza toccare la sfera; i giocatori ospiti protestano molto, ma la rete viene convalidata.

Il piazzato di David Silva, www.premierleague.com
Il piazzato di David Silva, www.premierleague.com

Al 35' Sanè slalomeggia tra gli avversari e Benalouane lo abbatte in area: rigore che Gabriel Jesus trasforma per il 2-0 del City. Sembra tutto chiuso, ma Okazaki al 42' si inventa una girata volante su assist di Albrighton e riapre i giochi - Otamendi non impeccabile. In chiusura di primo tempo prova a ristabilire le distanze la squadra di Guardiola con Sterling, bravo Schmeichel a bloccare.

Il City domina per larghi tratti, trova il meritato doppio vantaggio ma una delle solite distrazioni dietro permette al Leicester di rientrare in partita.

Super goal di Okazaki, www.premierleague.com
Super goal di Okazaki, www.premierleague.com

La ripresa si apre con una clamorosa occasione sprecata da Albrighton, dimenticato dalla difesa di casa, su cross di Vardy. La partita si stabilizza su ritmi bassi, con il Leicester più coraggioso rispetto alla prima frazione ed il City fatica ad uscire. Praticamente nessuna chance da segnalare, le Foxes giocano bene ma non creano molto, i Citizens contengono ma non riescono a pungere - deboli i tentativi di Tourè e Sanè. Al 76' ghiottissima possibilità per il pareggio degli ospiti con un calcio di rigore guadagnato da Mahrez: l'algerino però scivola al momento della battuta ed il doppio tocco sul pallone vanifica la realizzazione.

La scivolata di Mahrez, www.theguardian.com
La scivolata di Mahrez, www.theguardian.com

Match vivo e combattuto fino all'ultimo, il Leicester meriterebbe qualcosa in più ma alla fine il 2-1 resiste nel lunghissimo injury time ed il Manchester City conquista tre punti fondamentali per la corsa al terzo posto, in attesa del Liverpool domani e del recupero contro il WBA martedì.