Community Shield, l'Arsenal vince di rigore. Le parole di Wenger e Conte nel dopo-gara

Il francese celebra i suoi: "Abbiamo giocato bene". Conte arrabbiato: "E' la seconda volta che ci succede di rimanere in 10 contro di loro. Mercato? Non voglio ripetermi".

Community Shield, l'Arsenal vince di rigore. Le parole di Wenger e Conte nel dopo-gara
Sead Kolasinac festeggia il proprio gol, che ha firmato l'1-1 nei tempi regolamentari. | Facebook.

Nell'ultima partita della scorsa stagione del calcio che conta in Inghilterra, l'Arsenal aveva battuto il Chelsea, vincendo così l'FA Cup, guadagnandosi, fra le altre cose, l'accesso al Community Shield del 2017. Oggi si è disputata appunto la partita che ha assegnato questo titolo, con la finale sempre fra Gunners e Blues: non sono bastati 90 minuti, terminati col parziale di 1-1 con vantaggio di Moses e pari di Kolasinac seguente all'espulsione di Pedro. Ai rigori, l'hanno spuntata ancora i rossi, che con il risultato di 4-1 nella serie dei penalty hanno vinto la "Supercoppa d'Oltremanica" per la 15esima volta nella loro storia.

Ha commentato così questi numeri il tecnico oggi vincitore, Arsène Wenger, ai microfoni di Sky Sport: "E' un grande score. E' già la mia settima vittoria qui, ma sono contento per la vittoria della squadra: abbiamo giocato bene oggi".  Sulla partita e sulla vittoria il francese rimane composto e freddo, come al solito, con uno sguardo al futuro: "E' stata una prestazione convincente, abbiamo vinto e sono felice. Nel nostro lavoro capita spesso di festeggiare. Adesso dobbiamo cominciare la stagione e non pensare solo a questo".

Ha risposto poco dopo Antonio Conte, alla stessa emittente televisiva, spiegando la scelta di Courtois come uno dei rigoristi nel penalty shootout: "Thibaut era uno dei nostri rigoristi. Ci sta che potesse sbagliare, mi dispiace che lo abbia fatto". Ecco invece il commento sull'espulsione di Pedro, per cui l'italiano in campo ha fatto un po' di polemica: "Sul momento non l'ho proprio interpretata, non ho visto l'azione. E' la seconda volta che rimaniamo in 10 contro l'Arsenal, era già successo in FA Cup. Adesso dobbiamo continuare per la nostra strada". Lascia trasparire un po' di nervosismo, l'ex Juventus, quando si parla invece di mercato: "Ho già parlato del mercato in precedenza, non voglio ripetermi".