La domenica di Premier League – Chelsea all’esame Everton, il Tottenham ospita il Burnley

Conte, dopo la vittoria contro gli Spurs, torna a Stamford Bridge, dove riceve un avversario pericolosissimo. Chance di riscatto per Pochettino, che non può fallire. In campo anche Stoke e West Bromwich, oltre ad Arsenal e Liverpool.

La domenica di Premier League – Chelsea all’esame Everton, il Tottenham ospita il Burnley
Fonte immagine: Royal Blue Mersey

È una domenica insolitamente ricca, quella che propone la terza giornata di Premier League edizione 2017/18. Quattro partite, con il picco più alto rappresentato dalla super-sfida delle 17.00 tra Liverpool ed Arsenal ad Anfield, ma non solo, perché sull’asse Londra-Liverpool si gioca anche un altro match di primissima fascia.

Il Chelsea di Antonio Conte, infatti, ospita alle 14.30 il nuovo Everton di Ronald Koeman, tra campo e intrecci di mercato (si parla di possibili operazioni relative a Diego Costa e Barkley). Entrambe le squadre vengono da due risultati utili, i Blues dalla strepitosa vittoria a Wembley contro il Tottenham e i Toffees dall’1-1 rimediato sul campo del Manchester City, ma hanno avuto avvii diversi: Conte ha infatti dovuto attraversare svariate intemperie prima di ritrovare la sua squadra sotto l’aspetto psicologico, mentre Koeman sta costruendo una squadra con un gruppo sostanzialmente tutto nuovo.

Oggi, in quel di Londra, il tecnico olandese dovrebbe puntare sul 3-4-2-1 che tanto sta convincendolo, con Rooney, Sigurdsson e Calvert-Lewin a comporre il tridente. In mezzo c’è però un pizzico di emergenza: Gueye non è al top ma dovrebbe recuperare, Schneiderlin è squalificato e l’unica certezza è Tom Davies. Tra gli altri assenti son da conteggiare Funes Mori, McCarthy, Bolasie, Barkley, Klaassen, Coleman e, forse, anche Sandro Ramirez. Mezzo sorriso invece per Conte, che recupera quasi tutti, eccetto lo squalificato Cahill (ancora due giornate da scontare) e Hazard. In difesa giocherà Rudiger, mentre davanti ci sarà Willian. In mezzo Fabregas e Kanté.

Alle 17.00 sarà poi il turno, sempre a Londra, del Tottenham, che deve riscattare la sconfitta proprio contro il Chelsea di una settimana fa. Il turno è sulla carta semplice, contro il Burnley, quel Burnley che però due settimane fa umiliò il Chelsea in casa e che può contare su un attaccante interessante come Chris Wood, pagato oltre 15 milioni di Euro. Oggi, in ogni caso, l’ex Leeds dovrebbe partire dalla panchina, con Vokes ancora titolare in un undici che si preannuncia con poche novità. Senza sorprese anche Pochettino, che dovrebbe ripristinare Son nell’undici titolare togliendo Wanyama e facendo spazio a Dier e Dembelé in mezzo. L’unico dubbio è relativo a Trippier, non al meglio: pronto Walker-Peters. Probabilmente panchina per Davinson Sanchez, l'ultimo arrivato della compagnia.

Può essere definito match di alta classifica anche quello che riguarda il West Bromwich Albion, che a punteggio pieno e senza gol subiti in due partite ospita lo Stoke City al The Hawthorns alle 14.30. La squadra di Pulis punta a stupire ancora e tenere il passo del Manchester United, al momento unica squadra con tre vittorie in tre gare. Il never relegated manager dovrebbe proporre i suoi Baggies col classico 4-5-1, modulo privo però di McAuley, Evans, Yacob e Robson-Kanu, assenti di giornata. Dall’altra parte Hughes dovrebbe recuperare Shaqiri, ma non per farlo partire dal primo minuto: campo per Choupo-Moting, Jesé e Berahino in avanti.

Il programma completo: