Lo Swansea vince la corsa a Renato Sanches

Prestito secco oneroso: i cigni superano Milan, Liverpool e altre concorrenti. Decisivo Clement?

Lo Swansea vince la corsa a Renato Sanches
Fonte immagine: Sky Sports

La corsa a Renato Sanches è durata un'estate intera e si è conclusa a poco più di 24 ore dal gong finale del calciomercato, con un vincitore a sorpresa: lo Swansea. I gallesi si sono infatti aggiudicati le prestazioni del giovane talento portoghese, soffiandolo ad altre squadre ben più blasonate, Liverpool e Milan in testa, ma anche Chelsea, sebbene un po' più indietro rispetto alle due sopracitate. La formula con cui l'ex Benfica lascia il Bayern Monaco, secondo Sky Sports UK, è quella del prestito secco oneroso, a circa 2 milioni di Sterline. Non dovrebbero essere presenti riscatti e contro-riscatti, ma sarà un semplice prestito secco.

L'operazione si rivela vantaggiosissima ovviamente per i cigni, che si aggiudicano un giocatore di talento e che può inserirsi perfettamente nei meccanismi della Premier League e, più in particolare, nel 4-3-3 di Paul Clement. Il ruolo dell'allenatore inglese potrebbe essere stato decisivo per l'esito positivo della trattativa, visto che parliamo del vice di Carlo Ancelotti. I due hanno lavorato insieme al Chelsea, al Real Madrid, al Psg ed anche al Bayern Monaco, almeno fino al gennaio scorso, quando poi Clement ha ricevuto la chiamata dello Swansea, svolgendo peraltro un ottimo lavoro nei suoi mesi in carica.

A questo punto pare anche chiaro che le intenzioni del Bayern fossero probabilmente quella di cederlo con l'obbligo di riscatto ed incassare una cifra compresa tra i quaranta ed i cinquanta milioni di Euro, oppure di mandarlo a giocare un anno e valutarlo l'estate prossima. La presenza dell'ex fidato vice di Ancelotti ha fatto il resto e ha lasciato propendere per la seconda opzione: Sanches domani diventerà ufficialmente un giocatore dello Swansea, almeno per un anno. Con buona pace di Milan e Liverpool, beffate dai gallesi a poco più di un giorno dalla deadline definitiva del mercato. In attesa di tornare in Baviera l'anno prossimo con una consapevolezza diversa e con tanti minuti nelle gambe.