Premier League, Monday night: un super Lacazette stende il West Bromwich, è 2-0 all'Emirates

Trova la via della vittoria la squadra di Wenger che supera un buon West Bromwich per 2 reti a zero.

Arsenal
2 0
West Browmich Albion
Arsenal : (3-4-2-1)Cech; Mustafi, Koscielny, Monreal; Bellerin, Elneny, Xhaka, Kolasinac; Ramsey(Maitland-Niles min.93), Alexis (Ozil min.83); Lacazette (Giroud min.83).
West Browmich Albion: (3-5-2) Foster; Hegazi, Daeson, Evans; Nyom (Phillips min.74), Livermore (Morrison min.63), Krychowiak, Barry, Gibbs; Rodriguez, Robson-Kanu (Rondon min 64).
SCORE: 1-0, min.20, Lacazette. 2-0, min.67, Lacazette.
ARBITRO: Robert Madley (ENG). Ammoniti: J.Evans (min.35), A.Sanchez (min.44), C.Dawson (min.49), G.Krychowiak (min.56), A.Nyom (min.67)
NOTE: Gara disputata all'Emirates Stadium, valida per la Barclays Premier League giocata alle 21.00 ora italiana.

Gara importante quella che attende l'Arsenal in questo monday night che deve trovare i tre punti in casa contro il West Bromwich Albion. Serata speciale anche per il capitano del WBA, Gareth Barry che raggiunge quota 633 presenze in Premier League, superando lo storico di Ryan Giggs fermo a 632. Ma l'Arsenal non intende far festeggiare nessuno perché l'imperativo è vincere. Trovare i 3 punti è fondamentale per salire in classifica, dove i Gunners attualmente sono fermi a quota 7 punti in 5 giornate. 

LE SCELTE - Wenger decide di schierare dal primo minuto Sanchez anzichèr Ozil - lasciato fuori per un fastidio al ginocchio- accompagnato da Ramsey che agirà dietro Lacazette. Panchina dunque per Olivier Giroud. Il West Bromwich invece scende con un 3-5-2 dove Krychowiak ha il compito di guidare il centrocampo.

PRIMO TEMPO - L'Arsenal parte subito aggressiva con un ottimo pressing affacciandosi subito nella metà campo avversaria con Sanchez che immediatamente guadagna un calcio d'angolo. Dopo alcune buone occasioni per i Gunners arriva la reazione del WBA: Rodriguez entra in area e viene steso da Mustafi, l'arbitro lascia proseguire e l'inglese calcia di prima intenzione trovando il palo. La gara si fa molto fisica e Evans commette un fallo al limite dell'area che sarà fatale. Sanchez calcia in porta, il tiro si fionda sulla traversa e torna in campo, Lacazette  di testa poggia il pallone alle spalle di Foster trasformandolo nel goal dell'1-0.

Ritmi molto alti, il West Bromwich  prova a reagire e al 38esimo minuto arriva molto vicino al goal di nuovo con Jay Rodriguez, che vede infrangersi la gioia del goal solo da un salvataggio sulla linea da parte di Monreal. Le Baggies continuano ad attaccare fino alla fine e prima dell'intervallo ritornano molto vicino al goal con Barry e Rodriguez che dopo un pallone svirgolato in area da parte di Bellerin, non riescono a metterla in rete.

SECONDO TEMPO - La squadra di Pulis parte con la solita grinta, che l'ha contraddistinta nel primo tempo. L'Arsenal gestisce il pallone, cercando gli inserimenti di Lacazzette e sfruttando gli esterni ma la difesa del WBA è compatta e ben organizzata.  I Gunners continuano ad attaccare e su una percussione di Ramsey la difesa del West Bromwich crolla: Nyom stende il gallese in area di rigore, l'arbitro Madley indica il dischetto da dove Lacazette trasforma per il goal del 2-0. Il WBA si spegne non riuscendo più ad affacciarsi pericolosamente nell'area avversaria, la squadra di Wenger continua a gestire il pallone non rinunciando a spunti offensivi con Sanchez e con Lacazette.

Wenger trova finalmente 3 punti, salendo a quota 10, dopo una gara combattuta contro un avversario che è risultato ostico. Festeggia Lacazette per la sua doppietta e festeggia anche Barry per il suo record personale.