Premier League, il derby d'Inghilterra Liverpool-United apre la giornata

Reds e Red Devils, una di fronte all'altra, ad Anfield, nel primo match del sabato dell'ottavo turno. Klopp ha bisogno di una svolta, Mourinho vuole continuare a volare.

Premier League, il derby d'Inghilterra Liverpool-United apre la giornata
Premier League, il derby d'Inghilterra Liverpool-United apre la giornata | www.twitter.com (SkySportsPL)

È la gara più sentita dai tifosi di entrambe le squadre. È il derby d’Inghilterra, fra le due società britanniche più vincenti. Liverpool e Manchester United aprono ad Anfield il programma dell’ottava giornata di Premier League, in un sabato in cui tutte le pretendenti al titolo scendono in campo.

I Reds affrontano il terzo big match del loro campionato: il primo, contro l’Arsenal, è stato un successo – 4-0 nel proprio stadio – mentre il secondo è stato una batosta – 5-0 all’Etihad contro il Manchester City. Dunque Jurgen Klopp cerca un’affermazione che risolleverebbe un po’ il morale in casa rossa, visto che nel mese di settembre è arrivata una sola vittoria: in Premier, oltre alla scoppola contro i Citizens, sono stati ottenuti due pareggi per 1-1 contro Burnley e Newcastle ed il successo per 3-2 in casa del Leicester – per un ritardo accumulato di 7 punti dalla vetta -, mentre in Champions League le prime due sfide hanno portato due punti – 2-2 contro il Siviglia e 1-1 contro lo Spartak Mosca -, oltre all’eliminazione in Coppa di Lega subita per mano delle Foxes.

4 goal per Mohamed Salah in Premier League finora
4 goal per Mohamed Salah in Premier League finora

Dall’altra parte invece il Manchester United viaggia a vele spiegate, sia in Premier che in Champions: 6 vittorie su 7 in patria e primo posto condiviso con i cugini del City, e due su due in Europa per una qualificazione agli ottavi già ipotecata. In Premier poi, gli uomini di Josè Mourinho hanno incassato solamente due goal, tra l’altro nella stessa gara – in casa dello Stoke – ed hanno messo insieme 7 clean sheets su 10 incontri disputati in stagione. Questo però è il primo vero e proprio esame per i Red Devils contro una big, e darà inizio ad un tour de force importante, visto che, dopo i Reds, arriveranno le sfide contro Tottenham – il 28 ottobre – e Chelsea – il 4 novembre -, oltre al doppio impegno contro il Benfica che con tutta probabilità ufficializzerà il passaggio del turno in Champions League.

Come detto, questa è la sfida che mette di fronte le due squadre più vincenti d’Inghilterra, e perciò tra le quali c’è più rivalità: 66 trofei alzati dal Manchester United, contro i 59 del Liverpool. Sarà il 227esimo match tra Reds e Red Devils: finora questi ultimi sono in vantaggio per 87 a 75, con 64 pareggi fra tutte le competizioni. Il primo precedente assoluto ad Anfield tra i due team – da quando il Manchester United ha assunto questo nome nel 1902 – è finito con un successo per 4-0 dei padroni di casa in seconda divisione, dopo che, nella gara d’andata, aveva vinto lo United 3-1 nel vecchio Bank Lane. Dalla fondazione della Premier League nel 1992, gli scontri diretti sono 50, con 27 vittorie del Man United e 13 del Liverpool, oltre a 10 pareggi; negli ultimi 6 match, i Reds non hanno mai vinto. A livello internazionale, si sono affrontate solo una volta, nella stagione 2015-16, in Europa League, con il passaggio del turno del Liverpool – 2-0 in casa, 1-1 fuori. Liverpool-Manchester United è stata anche la finale di Community Shield per 5 volte: 1 vittoria per parte – Manchester nel 1983, Liverpool nel 2001 – e tre titoli condivisi – nel 1965, nel 1977 e nel 1990.

A dirigere l’incontro sarà Martin Atkinson.

Doppio pareggio nella scorsa stagione, Ibra decisivo nel finale nell'1-1 di Old Trafford
Doppio pareggio nella scorsa stagione, Ibra decisivo nel finale nell'1-1 di Old Trafford

Sponda Liverpool

Sosta maledetta per il Liverpool. Sadio Manè non potrà scendere in campo per un infortunio patito in Nazionale: il senegalese resterà out almeno 6 settimane. Brutta tegola per Jurgen Klopp dunque, che deve rinunciare ad un uomo fondamentale dell’attacco; spazio a Philippe Coutinho, di nuovo in posizione di ala sinistra, in un tridente completato da Firmino e Salah, il top scorer dei Reds finora. A centrocampo ci sarà Emre Can – galvanizzato dal primo goal con la Germania – insieme a Henderson e Wijnaldum – reduce dall’eliminazione con la sua Olanda, mentre in difesa, davanti a Mignolet, agiranno Matip e Lovren, con Alexander-Arnold sulla destra – Clyne ancora infortunato – e Moreno o Robertson sulla sinistra.

Probabile formazione (4-3-3):

Sponda United

Anche in casa Manchester United la sosta per le nazionali ha portato un problema, ossia l’infortunio di Marouane Fellaini: il belga ha già ricominciato la riabilitazione dopo lo stiramento al legamento mediale del ginocchio e non dovrebbe stare fermo a lungo. Mancherà però contro il Liverpool in un centrocampo orfano di Pogba: Josè Mourinho è così obbligato a schierare la coppia Matic-Herrera davanti alla difesa; qualche problema anche dietro, con Blind non in perfette condizioni ed è quindi probabile che a sinistra agirà Young, con Valencia sul lato opposto e Jones e Bailly nel mezzo – pronto anche Smalling, eventualmente. In attacco invece, il pienamente recuperato Romelu Lukaku – a segno con il Belgio contro Cipro – sarà supportato dal trio composto da Mata, Mkhitaryan e Rashford – o Martial.

Probabile formazione (4-2-3-1):