Premier League - L'Arsenal a Southampton si gioca punti importanti

Nonostante la situazione di metà classifica, il Southampton di Pellegrino non può permettersi distrazioni che facciano perdere troppi punti. L'Arsenal, invece, approccia la trasferta dopo la goleada europea per cancellare definitivamente la partita persa con lo United. In caso di vittoria per i Gunners sarebbe quarto posto virtuale ed aggancio ai cugini del Chelsea.

Premier League - L'Arsenal a Southampton si gioca punti importanti
Premier League - L'Arsenal a Southampton si gioca punti importanti - Arsenal Twitter

Turno numero 16 per la Premier League, che trova un'altra super-domenica. Ad aprire il valzer che si concluderà col derby di Manchester saranno Southampton ed Arsenal, in corsa per obiettivi diversi ma alla ricerca di punti ugualmente importanti.

I Saints arrivano alla sfida dopo aver collezionato tutti e tre i risultati possibili in altrettante sfide: vittoria, netta, per 4-1 sull'Everton, prima di scivolare (con onore) a cospetto del City ed inchiodarsi sul pari nella trasferta di Bournemouth. Situazione di classifica comunque tranquilla, che vede il Soton in zona sicura a 17 punti: dietro la graduatoria però è cortissima, e nonostante le tante squadre in lotta, la zona retrocessione dista solo 4 lunghezze. Sarà importante accumulare punti per evitare di perdere il treno. Mauricio Pellegrino vorrà far bene sin da questa partita, e sicuramente la spinta del caldissimo St Mary's potrà essere un plus non indifferente. Soares, che si è fermato nel turno infrasettimanale contro il City, è l'unico indisponibile per la formazione di casa: probabile dunque vedere un 4-2-3-1 con Forster protetto dai colossi Hoedt e Van Dijk, mentre Pied e Bertrand agiranno come di consueto da terzini. Dal centrocampo in su soliti, numerosi ballottaggi: Lemina e Romeu dovrebbero formare la diga, con Hojbjerg relegato in panchina, mentre la trequarti dovrebbe essere composta da Boufal, Davis e Redmond, ma attenzione a Ward-Prowse e Tadic, entrambi giocatori ricchissimi di talento che scalpitano per una maglia da titolare. Davanti, Charlie Austin potrebbe sfruttare ancora la reversibilità del suo grande momento di forma, ma occhio a Shane Long e Manolo Gabbiadini, probabilmente in ballottaggio fino all'ultimo. Southampton (4-2-3-1): Forster; Pied, Van Dijk, Hoedt, Bertrand; Romeu, Lemina; Redmond, Davis, Boufal; Austin. All. Pellegrino

Dall'altra parte, l'Arsenal ha confermato il suo tallone d'Achille delle ultime stagioni: gli sconti diretti. Il ruolino di marcia dei Gunners contro le prime cinque della classifica è pessimo, e nonostante l'ottima gara disputata i londinesi sono usciti dall'Emirates Stadium lo scorso weekend con un sonoro 3-1 incassato dallo United. Gli uomini di Wenger, comunque, arrivavano da un buon momento di forma (tre vittorie filate in campionato contro Tottenham, Burnley e Huddersfield), e si sono subito ristabiliti con il rotondo 6-0 di Europa League al BATE Borisov. La trasferta di Southampton ci dirà se davvero tutte le scorie dell'ennesima sconfitta cocente sono state digerite. L'unico, grosso dubbio nella testa di Arsene Wenger riguarda Mustafi, infortunatosi proprio contro il Manchester e ancora non al meglio. Sarà testato fino all'ultimo momento, in caso di forfait sarà Mertesacker a posizionarsi tra Koscielny e Monreal a difesa di Cech. Per il resto, prevedibile un classico 3-4-3 dell'Alsaziano, con Bellerin e Kolasinac da tornanti, Ramsey e Xhaka in mezzo al campo, mentre Sanchez e Ozil supportano Lacazette. Arsenal (3-4-3): Cech; Koscielny, Mustafi, Monreal; Bellerin, Xhaka, Ramsey, Kolasinac; Sanchez, Lacazette, Ozil. All. Wenger