Premier League - Lo United ospita il Bournemouth

Mourinho per confermarsi secondo, arriva il Bournemouth.

Premier League - Lo United ospita il Bournemouth
Premier League - Lo United ospita il Bournemouth

Dopo l'antipasto del martedì, con il rotondo successo del Chelsea di Antonio Conte, la giornata di Premier offre una serata ricca di appuntamenti di rilievo. Seconda tornata casalinga per il Manchester United di Mourinho, KO nel derby con il City e ora a undici lunghezze dalla vetta. I rossi devono trovare immediato riscatto, per replicare all'aggancio del Chelsea a quota 35 e per sfruttare la mano tesa del calendario. Una serie di partite alla portata, utili ad introdurre Ibrahimovic in pianta stabile, a recuperare alcuni effettivi e ad assorbire l'assenza di Pogba, out anche questa sera per squalifica. L'1-2 contro Guardiola certifica la superiorità del City e le difficoltà dello United, specie con una mediana priva dello strapotere fisico e tecnico dell'ex Juventus. Mourinho deve far di necessità virtù. L'urna di Nyon - accoppiamento in Champions con il Siviglia - consente di sorridere, l'attenzione vira al momento sulla Premier. 

Come detto, fuori Pogba. Per la partita con il Bournmeouth, rivale di giornata, non sono a disposizione nemmeno Bailly e Carrick. Rojo - brutto colpo con il City - cede la maglia da titolare a Jones o Lindelof. Smalling completa la cerniera centrale. I laterali bassi sono Young e Darmian - turno di riposo per Valencia. Mediana a due con Herrera e Matic, tre effettivi alle spalle di Lukaku - attenzione all'opzione Ibra. Mata, Lingard e Rashford per ispirare la prima punta. 

Il probabile undici 

De Gea; Darmian, Jones, Smalling, Young; Herrera, Matic; Mata, Lingard, Rashford; Lukaku

Il Bournemouth di Howe si trova nella zona medio-bassa della graduatoria. 16 punti all'attivo, la vittoria manca da quattro turni. Tre pareggi e una sconfitta di recente. Dopo il tonfo casalingo con il Burnley, due punti con Southampton e Palace. Il Bournemouth è all'alba di un trittico terribile. Superato lo scoglio United, ecco Liverpool e City. 4-4-1-1, atteggiamento prudente, King funge da collante tra il centrocampo e Defoe. In mediana, Ibe e Pugh sull'esterno, in mezzo Cook e Surman. Begovic tra i pali, linea a quattro di difesa composta da Smith, Francis, Aké e Daniels.  

Il probabile undici 

Begovic; Smith, Francis, Aké, Daniels; Ibe, Cook, Surman, Pugh; King; Defoe