Premier League - Il Leicester rifila un poker a domicilio al Southampton

Le foxes dominano il match chiudendolo dopo neanche 40 minuti con le reti di Mahrez, Okazaki e King. Nel secondo tempo rimpingua il bottino ancora Okazaki, dopo la rete siglata da Yoshida. Una vittoria che proietta il Leicester all'8° posto con 26 punti, mentre il Southampton rimane fermo all'11° posto con 18 punti

Premier League - Il Leicester rifila un poker a domicilio al Southampton
twitter.com
Southampton
1 4
Leicester
Southampton: Forster; Cedric, Van Dijk, Yoshida, Bertrand; Romeu (Gabbiadini, min.46), Lemina; Tadic (Ward-Prowse, min.83), Davis, Boufal (Redmond, min.62); Austin. A disp: Hojbjerg, Long, McCarthy, Stephens. All. Pellegrino
Leicester: Schmeichel; Simpson, Maguire, Morgan, Fuchs; Ndidi, King; Mahrez (Albrighton, min.72), Okazaki, Chilwell (Ulloa, min.82); Vardy (Gray, min.73). A disp: Amartey, Dragovic, Hamer, Iborra. All. Puel
SCORE: 0-1, min. 11, Mahrez. 0-2, min. 32, Okazaki. 0-3, min. 38, King. 1-3, min. 61, Yoshida. 1-4, min. 70, Okazaki.
ARBITRO: Chris Kavanagh (ENG). Ammonito Austin (min. 52)
NOTE: Diciasettesima giornata. Stadio "St. Mary's Stadium", Southampton.

Il Leicester continua la propria marcia in Premier League con una vittoria più che convincente contro il Southampton. Un successo che arriva dopo quelli maturati con Newcastle, Burnley e Tottenham e che proietta le foxes sempre più in alto in classifica. Un cambio di rotta dovuto al nuovo modulo scelto da Puel, ovvero il 4-2-3-1, che in questa sfida è stato applicato da Mahrez, Okazaki e Chilwell con Vardy come unica punta. Dall'altra Pellegrino ha scelto lo stesso tipo di schieramento tattico con Boufal, Davis e Tadic alle spalle dell'unico centravanti Austin. Una scelta tattica che non premia l'allenatore argentino, infatti dopo neanche 10 minuti il Leicester va in vantaggio con Mahrez. Una rete che sblocca le foxes, le quali rimpinguano il bottino prima dell'intervallo con Okazaki e King. Nel secondo tempo il Southampton prova a rendere meno pesante il passivo con Yoshida, ma il Leicester non si fa cogliere impreparato ed alla prima opportunità richiude la contesa con Okazaki. Per il Leicester arriva quindi un successo importante in chiave classifica, mentre il Southampton deve fare i conti con la seconda sconfitta in quattro partite.

Pronti, via ed il Leicester passa in vantaggio: Mahrez si libera per la conclusione dai 16 metri che si rivela imparabile per l'estremo difensore avversario, infatti la sfera termina la sua corsa nell'angolino basso sinistro, dove Forster non può arrivare. Il gol favorisce le foxes che continuano ad attaccare al 20': Okazaki parte in solitaria ed una volta giunto al limite dell'area lascia partire una conclusione potente e precisa destinata a spegnersi nell'angolino alto sinistro, ma Forster con un prodigioso intervento riesce a respingere la sfera lontano dalla propria porta. Poco dopo l'estremo difensore del Southampton viene nuovamente impensierito da Ndidi, il quale prova a finalizzare con una conclusione poco potente ma particolarmente precisa dalla distanza, ma Forster non si fa sorprendere e con un buon tuffo riesce a neutralizzare il tiro scoccato dal giocatore nigeriano. Al 25' il Leicester va vicinissimo al raddoppio: Chilwell va al cross dalla fascia sinistra verso Okazaki che prova la conclusione in porta, ma il suo tiro viene provvidenzialmente respinto da Van Dijk. Su capovolgimento di fronte si rende pericoloso il Southampton con Austin, che va al tiro dal limite dell'area, ma la sua conclusione viene disinnescata con uno strepitoso intervento da Schmeichel. Alla mezz'ora il Leicester torna a proporsi nella metà campo avversaria con Mahrez, che serve con i tempi giusti Vardy, il quale si ritrova tutto solo contro Forster, che riesce a respingere la conclusione scoccata dal n.9 avversario con ottima reattività. E' il preludio al gol che arriva un minuto dopo: calcio d'angolo battuto da Mahrez e deviato di testa da Yoshida, la palla arriva ad Okazaki che da ottima posizione non può far altro che spedire la sfera in rete. Al 38' le foxes fanno tris: Maguire verticalizza per King, il quale avanza fino ad arrivare ad una buona posizione per scaricare il suo destro che si rivela imparabile per l'estremo difensore avversario. La reazione dei saints arriva solamente al 43' con Van Dijk che va al tiro dai 16 metri, ma la conclusione scoccata dal difensore olandese si perde ben oltre la traversa. Poco dopo si rende pericoloso Romeu con un colpo di testa sul calcio d'angolo battuto da Boufal, ma l'incornata del giocatore spagnolo supera di poco il montante alto della porta avversaria. E' l'ultima emozione dei primi 45 minuti di gioco che si concludono sul punteggio di 3-0 in favore del Leicester.

La ripresa si apre con le foxes ancora pericolose: King s'incarica della battuta di un calcio di punizione che viene raccolto di testa da Ndidi, il quale indirizza la sfera verso l'angolo lontano, ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Forster e termina sul fondo. Al 53' la squadra di Puel va nuovamente vicino al raddoppio, con un calcio di punizione perfettamente battuto da Mahrez, ma la conclusione scoccata dal n.25 del Leicester viene ottimamente neutralizzata con un tuffo dall'estremo difensore avversario. Il n.44 di casa si deve superare un minuto più tardi sulla conclusione da fuori area scoccata da Maguire, il quale aveva provato ad iscrivere il proprio nome al tabellino con una bellissima azione personale, che l'ha visto saltare in dribbling due avversari e concludere in porta non appena giunto ai 16 metri, ma il suo tiro potente ed angolato ha visto la provvidenziale deviazione di Forster, il quale ha evitato ai suoi la seconda capitolazione. Su capovolgimento di fronte i padroni di casa sfiorano la rete: calcio di punizione battuto da Bertrand, il quale indirizza la sfera verso l'angolino alto sinistro, ma Schmeichel con un fantastico tuffo riesce ad evitare la rete avversaria. E' il preludio al gol che arriva al 61': corner di Tadic per lo stacco di Yoshida, il quale non ha difficoltà a spedire la sfera in rete. Il gol rivitalizza i padroni di casa che sfiorano addirittura la seconda rete cinque minuti più tardi con Austin, che viene servito tutto solo davanti a Schmeichel, il quale con un colpo di reni para la conclusione scoccata dal centravanti avversario. Gol mangiato, gol subito infatti su capovolgimento di fronte il Leicester trova la quarta segnatura: cross di Vardy dalla destra per Okazaki che in girata batte Forster. All'85' il neoentrato Ward-Prowse con una conclusione pretenziosa dalla distanza che infatti termina ben lontana dai pali della porta avversaria. Poco dopo ci prova Austin con un colpo di testa sul cross messo in mezzo da Cedric, ma la palla incornata dal n.10 dei saints si perde larga rispetto al palo sinistro della porta avversaria. E' l'ultima azione della partita che si conclude con la quarta vittoria consecutiva del Leicester e contemporaneo quinto risultato utile consecutivo, mentre per il Southampton è il quarto risultato negativo.