Diretta partita Roma - Feyenoord, risultati live di Europa League

Diretta partita Roma - Feyenoord, risultati live di Europa League
Roma
1 1
Feyenoord
Roma: (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Mapou, Cholevas; Pjanic, De Rossi (Keita, min.65), Nainggolan; Verde (Florenzi, min.79), Totti (Doumbia, min.65), Gervinho
Feyenoord: (4-3-3) Vermeer; Wilkshire (Karsdorp, min.30), Boulahrouz, Kongolo, Nelom; Clasie, Immers, El Ahmadi; Toornstra, Kazim-Richards, Vilhena.
SCORE: 1-0, min.20, Gervinho. 1-1, min.54, Richards.
ARBITRO: Hategan. Ammoniti: Wilkshire, min.16. Keita, min.72. Holebas, min.72. Clasie, min.81. Yanga-Mbiwa, min.86.
NOTE: Incontro d'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, stadio Olimpico di Roma.

Erika Di Bello e VAVEL vi salutano e vi ringraziano per aver seguito la diretta insieme a noi. 

Finisce in parità la gara di andata dei sedicesimi di finale di Europa League, un risultato molto scomodo per il cammino europeo dei giallorossi che avranno ancora più responsabilità nella gara di ritorno a Rotterdam. Sembrava essersi ripresa la squadra di Garcia, ma nel secondo tempo l'intensità è calata e la squadra capitolina si è lasciata sottomettere dagli avversari. Ancora una volta la squadra abbandona il campo tra i fischi dei tifosi delusi ed amareggiati. 

3 minuti di recupero.

86' Brutto fallo di Yanga-Mbiwa su Richards. Viene punito con l'ammonizione.

83' Che occasione per la Roma! Doumbia si ritrova solo davanti la porta di Vermeer servito da Gervinho, ma l'ivoriano si lascia anticipare di un soffio. Palla in angolo.

81' Ammonizione per Clasie.

79' Ultima sostituzione nella Roma: esce Verde per Florenzi.

77' Conclusione di Pjanic dalla lunga distanza, tiro molto flebile che termina sul fondo.

73' Brivido per la Roma! Skorupski non riesce a bloccare il pallone dopo una punizione di Toornstra, il quale termina in calcio d'angolo. 

72' Doppia ammonizione per la Roma: Keita ed Holebas. 

70' La Roma ha assunto un atteggiamento più aggressivo, ma non riesce a trovar gli spazi giusti per essere decisiva.

65' Doppio cambio per Garcia: esce De Rossi per Keita, esce Totti per Doumbia.

63' Che rischio per la Roma! Richards si avvicina pericolosamente in area di rigore, va al tiro ma Skorupski para prontamente.

60' Intanto stanno per entrare Keita e Doumbia nella Roma.

54' GOOOOLLL! PAREGGIO DEL FEYENOORD CON KAZIM RICHARDS CHE SFRUTTA UN RIMPALLO PER PIAZZARE IL PALLONE IN RETE CON UN SECCO TIRO DI PIATTO!

49' Possesso palla prolungato degli olandesi, i giallorossi aspettano il momento giusto per rubar palla. 

E' cominciato il secondo tempo!

Le squadre tornano in campo. 

Il primo tempo vede la Roma in vantaggio per 1-0 grazie alla rete del tornato Gervinho, goal arrivato come finalizzazione di una bella azione orchestrata da Torosidis e l'ispirato giovane Verde. Bel primo tempo dei giallorossi, che sembrano giocare con un approccio leggermente diverso da quello che li ha caratterizzati nelle ultime deludenti prestazioni. I capitolini appaiono più aggressivi, più ispirati e danno vita a delle buone azioni offensive. L'unica nota stonata è formata dal centrocampo che appare in leggera difficoltà, non riesce a marcare bene tutti gli spazi e manovra in maniera un po' macchinosa. Il Feyenoord si è mostrato pericoloso in poche occasioni, ma è capace di grandi ripartenze, come ha dato a vedere in questi 45 minuti di gioco. La Roma dovrà stare molto attenta nel preservare questo vantaggio. 

45' + 1 Conclusione di Immers dal limite dell'area, bloccata da Manolas. 

1 minuto di recupero.

42' La Roma tenta di gestire il possesso palla, ma i giocatori olandese hanno assunto un atteggiamento più aggressivo e hanno alzato il pressing.

37' Occasione per il Feyenoord con Kazim-Richards che tenta di sorprendere la porta giallorossa, ma Skorupski para con sicurezza. 

36' Fallo di Manolas su Kazim-Richards. Punizione per il Feyenoord che può respirare.

35' Bel tocco di Verde a servire Torosidis, che va al tiro ma la presa risulta facile per Vermeer. 

33' Tentativo di Verde con un sinistro a giro, il pallone termina sulla traversa.

30' Cambio nel Feyenoord: esce l'infortunato Wilkshire, entra Karsdorp.

25' Occasione sprecata da Gervinho che viene servito da Verde in area di rigore, ma non riesce nello stop regalando il pallone a Vermeer. 

20' GOOOOOOOLLLLL! VANTAGGIO DELLA ROMA CON GERVINHO, CHE CON UN COLPO DI TACCO INSACCA IL PALLONE IN RETE SU UN PERFETTO ASSIST DI TOROSIDIS!

16' Brutto fallo di Wilkshire su Gervinho, per impedirgli una veloce ripartenza. Giallo per lui. 

14' Richards avanza pericolosamente in area di rigore ma viene fermato da Yanga-Mbiwa, e finisce per commettere anche fallo. Punizione per la Roma.

10' Ancora pericolosa la Roma con Miralem Pjanic che tenta un tiro al volo dalla lunga distanza, il pallone termina di poco sulla traversa.

7' Che occasione persa dalla Roma! Verde sforna un ottimo cross per Gervinho che anticipa i difensori della squadra olandese e va al tiro, ma non centra lo specchio della porta.

5' Tentativo di testa di Immers, troppo debole e mal indirizzato.

4' Fallo commesso da Wilkshire su Totti. Punizione in favore della Roma.

2' Primo scatto del Feyenoord con Richards, Holebas manda un possibile cross in calcio d'angolo. 

La partita è appena cominciata!

18.58 - Le squadre hanno fatto il loro ingresso in campo.

18.50 - Ecco l'XI del Feyenoord: (4-3-3) Vermeer; Wilkshire, Boulahrouz, Kongolo, Nelom; Clasie, Immers, El Ahmadi; Toornstra, Kazim-Richards, Vilhena. 

18.45 -  Ecco l'XI ufficiale dei giallorossi: (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Mapou, Cholevas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Verde, Totti, Gervinho

18.40 - Intanto la Roma scende in campo per il riscaldamento.


18.35 - Le tensioni erano cominciate già da ieri sera a Roma dove erano presenti circa 1300 agenti. Intorno alle 22 gruppi di tifosi olandesi, probabilmente ubriachi, dopo aver bevuto birre e alcolici, hanno lanciato bottiglie e oggi vari contro le forze dell'ordine che si trovavano a Campo de' Fiori. Sono 33 i tifosi del Feyenoord fermati, 16 dei quali poi arrestati dalla polizia di Stato e 7 dai carabinieri.

18.30 - Queste le parole del sindaco di Roma Ignazio Marino: "Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d'Olanda. Non finisce qui. Ho protestato e chiesto spiegazioni a chi ha la responsabilità dell'ordine pubblico in questa città, consentendo che monumenti preziosi e recentemente restaurati come la Barcaccia, diventassero bersaglio di gesti violenti". Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti parla di "Sfregio a Roma ad opera di incivili. Ora pene esemplari e nessuna indulgenza. Solidarietà alle forze dell'ordine"

18.20 - Nella giornata di ieri e di oggi i tifosi della squadra olandese hanno devastato la città di Roma. Si sono verificati avvenimenti sconcertanti a Piazza di Spagna. I tifosi si sono rivoltati, lanciando oggetti e fumogeni,  contro gli agenti di polizia che li hanno dispersi caricandoli. I gruppi di ultrà avevano assediato la piazza nel tentativo di devastare ogni cosa, dalle auto ai cestini della spazzatura, al cui scenario hanno assistito turisti e passanti spaventati. La situazione sembra degenerare anziché migliorare, i tifosi hanno persino devastato gli autobus che li ha condotti allo stadio Olimpico. Ci sono stati anche danni alla Barcaccia appena ristrutturata che è stata ricoperta di bottiglie, cartoni, sciarpe e il bordo del catino superiore risulta rotto in più punti. Lo scenario è raccapricciante: tifosi sanguinanti, stesi a terra, bloccati dalla polizia, in una città messa a ferro e fuoco. I commercianti si lamentano così: “I vigili urbani non c’erano, la polizia era sulla scalinata e i tifosi si sono impadroniti della piazza” scaricando la colpa alle forze dell’ordine. 






 18.10 - Il Feyenoord è arrivato all'Olimpico ed è già sul campo per ispezionarlo. 

 

Buonasera e benvenuti alla diretta live della partita Roma-Feyenoord, incontro valido i sedicesimi di finale di Europa League 2014-15. Un saluto da Erika Di Bello e VAVEL. Vi terremo aggiornati sulla partita in tempo reale. Calcio d’inizio alle ore 19:00, stadio Olimpico. La Roma, che attraversa un periodo di crisi e staticità, farà di tutto per riprendersi almeno in ambito europeo e riscattare soprattutto l’uscita dalla tanto ambita Champions League. La squadra è perfettamente cosciente del fatto che occorre una buona prestazione e un buon risultato per risollevarsi ed uscire dal tunnel oscuro che hanno imboccato. Il Feyenoord ha tracciato già un buon percorso in Europa League, arrivando prima nel gruppo G. La squadra di Rutten attraversa un periodo altalenante in campionato, dove è piazzata al terzo posto, e tenterà di ritrovare la continuità già con la sfida di questa sera. La Roma resta comunque la squadra favorita.

La Roma debutta in Europa League dopo esser stata eliminata dalla Champions League. I giallorossi avevano iniziato con il piede giusto la loro avventura europea rifilando una convincente vittoria contro il malcapitato CSKA Mosca per 5-1, poi è arrivato l’inaspettato e sorprendente pareggio con il Manchester City in trasferta, grazie ad una zampata vincente del capitano Totti, in risposta al rigore siglato dal Kun. La dura botta da mandar giù è arrivata all’Olimpico, contro l’alieno Bayern di Monaco dove i capitolini hanno subito una sconfitta per 7-1, che ha letteralmente aperto gli occhi alla squadra di Garcia. E’ forse questo il punto di inizio della “decadenza” giallorossa, sia in Europa che in campionato. La gara di ritorno contro i tedeschi è stata persa per 2-0, con la contentezza almeno di non aver subito un’altra goleada. La squadra della capitale è stata poi  beffata nel match contro il CSKa Mosca al 93’ da un goal di Berezutski, che ha complicato ulteriormente il suo cammino. Nella sfida decisiva, in casa, contro il City la Roma ha fallito la sua missione perdendo 2-0, uscendo da quel sogno che avevano tanto atteso e per il quale avevano tanto sperato, con la consapevolezza di essere ancora un passo indietro per questa competizione.

Il Feyenoord arriva ai sedicesimi come prima classificata del gruppo G che comprendeva Siviglia, Rijeka e St.Liege, con 12 punti. La squadra olandese ha tracciato un fantastico percorso in Europa League, dopo non esser riuscita ad accedere alla Champions League. La prima gara giocata dalla squadra di Rutten è stata una sconfitta contro il Siviglia per 2-0, si è però subito ripresa battendo il St.Liege per 2-1. Subirà un’altra dura sconfitta contro l’ultima del girone, Rijeka per 3-1. Di qui il percorso sarà tutto in salita, difatti ha poi totalizzato tre vittorie su tre nelle gare di ritorno.

La Roma attraversa un periodo di crisi, dove forse nemmeno l’allenatore francese riesce a capire cosa stia accadendo. In campionato, pur essendo seconda, ha totalizzato 7 pareggi nelle ultime 11 giornate di campionato, dando il via libera alla Juventus di allungare la distanza. I giallorossi, tra infortuni e problemi vari, non riescono più a trionfare all’Olimpico da circa fine novembre. La squadra si sta inimicando anche i tifosi che, più arrabbiati che mai, vorrebbero una presa di posizione e un ritorno alla vittoria immediati, per non veder sfumare ancora una volta il sogno scudetto. Neanche il ritorno di Gervinho e il nuovo innesto Doumbia, sono stati in grado di smuovere la squadra, anzi. Il tecnico, perciò, tenterà di iniziare al meglio questo nuovo percorso in Europa League, trofeo molto più che abbordabile.

Il Feyenoord in campionato detiene il terzo posto in classifica, scavalcata solo dall’Ajax con 8 punti di distacco e da un PSV inafferrabile con addirittura 20 punti di vantaggio. Nelle ultime tre giornate la squadra di Rutten ha accumulato ben due sconfitte, contro l’Heerenveen e contro la terzultima in classifica, l’Heracles. in questo percorso altalenante, la squadra olandese cercherà di ottenere risultati positivi in ambito europeo. 

PRECEDENTI - Solo due sono gli incontri disputati fra Roma e Feyenoord, ma non ufficiali. Il primo nel 1939 a Rotterdam, un’amichevole che terminò in parità, 1-1. Nel 1983 invece si disputò la finale del torneo quadrangolare di Amsterdam e la Roma per 5-4 ai calci di rigore. Non diverso è il bilancio delle partite ufficiale che la Roma ha disputato contro altri club olandesi. Sono in tutto quattro partite contro l’Ajax e il PSV, tra cui due sconfitte, un pareggio ed una vittoria. Starà ai giallorossi di Garcia, ribaltare queste statistiche. 

Garcia ha le idee molto chiare sull’obbiettivo della squadra: vincere. Vincere e basta, per se stessi, ma soprattutto per i tifosi, questa sera il tecnico non ammette un risultato negativo, per risollevarsi dal percorso in campionato e anche dall’uscita dalla Coppa Italia: "Tutto è ancora da giocare. Dobbiamo qualcosa ai nostri tifosi, siamo in difetto verso di loro, quindi c'è solo una cosa da fare: vincere. Io e i giocatori siamo i primi a volerlo fare. I ragazzi hanno tanta voglia di lottare, di correre come dei pazzi e di dimostrare la loro voglia di vincere la partita". – sull’avversario olandese - "Il Feyenoord è una buona squadra ma c'è solo un obiettivo per noi: qualificarci. Abbiamo bisogno di farci un nome in Europa, di fare esperienza. Domani dovremo prendere una opzione sul passaggio del turno. Non solo dobbiamo fare risultato, ma un risultato più che positivo in vista del ritorno in Olanda, perché per esempio vincere 1-0 è meglio che 2-1, e meglio ancora è vincere con due gol di scarto. Per il momento non ci sono problemi di stanchezza fisica, domenica a Verona ci sarà da riflettere ma domani no" – sulla condizione della sua squadra - "Il gruppo sta bene, è carico, vuole vincere e dimostrare che la vera Roma c'è e non mollerà niente. Dobbiamo tornare a far paura agli avversari che vengono all'Olimpico. Abbiamo ricevuto dei fischi che secondo me ci potevano stare. Domani i tifosi se vorranno venire a vedere una Roma agguerrita la troveranno in campo pronta a dare battaglia. Vogliamo arrivare lontano in Europa". – Garcia riflette sulla sfortuna che ha colpito la sua squadra nell’ultimo periodo - "Sapete trovare un'altra squadra in Europa colpita come la Roma sul piano degli infortuni gravi? Ma io sono uno che vede sempre il bicchiere mezzo pieno, e dico che con tanti problemi essere secondi in classifica a sette punti dal primo e con cinque di vantaggio sul terzo è una cosa eccezionale più che una cosa brutta. Tutto è ancora da giocare. Domani c'è l'Europa League e faremo in modo di tornare alla vittoria".

Questi invece gli obbiettivi dichiarati da Rutten, allenatore della squadra olandese: “L'obiettivo è quello di fare almeno un gol in trasferta, sarebbe molto importante in vista della gara di ritorno” – sull’avversario – “La Roma è una squadra con molte qualità individuali, giocatori che possono fare la differenza, ma non abbiamo timori particolari e cercheremo di fare la nostra partita, il nostro gioco, e di farlo al meglio. Abbiamo grande voglia di passare il turno e di giocare una grande gara domani.” – in chiave qualificazione – “Abbiamo precedentemente dimostrato in Europa che siamo forti in casa, ma per restare in corsa dovremo ottenere un buon risultato contro una squadra che non a caso è seconda in Italia, viene da un'ottima stagione, e ha una grande esperienza a livello internazionale"

FORMAZIONE ROMA - Nel 4-3-3 della Roma probabilmente Skorupski sarà tra i pali preferito a De Sanctis, come spesso quando non si tratta di partite di campionato. In difesa Florenzi prenderà ancora il posto di Maicon, non al meglio della condizione, dall’altra parte ci sarà Cole. Mapou e Manolas saranno i centrali. A centrocampo potrebbe tornare Pjanic, nel caso in cui non ce la dovesse fare ci sarà Keita, con Nainggolan e De Rossi. Il tridente sarà formato da Ljajic, Totti e verrà data fiducia a Gervinho nonostante la non brillante prestazione contro il Parma. 
 

FORMAZIONE FEYENOORD - Nel modulo del Feyenoord che prevede un 4-3-3 troveremo Vermeer tra i pali, Wilkshire e Nelom saranno i difensori esterni, Boulahrouz e Kongol i centrali. A centrocampo giocheranno Clasie, El Ahmadi e Immers. Il tridente sarà formato da Toomstra, Kazim-Richards,Vilhena. 

Il fischietto di questo match sarà l’arbitro rumeno Ovidiu Alin Hategan. L’arbitro non ha mai condotto una partita dei giallorossi, ma in passato ha arbitrato ben tre gare italiane. I risultati risultano tutti positivi: due vittorie del Napoli contro Stoccolma e Swansea e un pareggio della Lazio contro il Tottenham.